Youtube mi informa che, su richiesta di Zerostudio srl, la società semi crowdfounded che produceva Servizio Pubblico di Michele Santoro, ha bloccato un breve estratto di 1 minuto e 24 secondi di una intervista di una giornalista turca a Beppe Grillo che avevo caricato nel 2013 e di cui nemmeno mi ricordavo.

Due commenti rapidissimi, visto che non ho alcuna voglia di contestare una simile decisione (anche se sono abbastanza certo che esista un mio diritto di citazione che renda quel breve upload senza fini di lucro del tutto lecito).

Il primo è che l’intervista integrale la si può trovare qui (vale la pena, Grillo spara certe scemenze sul futuro tecnologico piuttosto rilevanti). Il secondo è che quelli di Zerostudio mostrano per i loro affari la stessa lungimiranza che ha il paracarro in una notte senza luna.


5 commenti a “Zerostudio e il paracarro”

  1. Giovanni dice:

    Però è interessante, il video, perché ricorda il M5S “delle origini”:
    1. quello ancora profondamente legato ad un’utopia;
    2. quello che, dovendo scegliere un argomento, parla di energie rinnovabili. Era, come ovvio, molto più ‘di sinistra’ rispetto ad oggi.

  2. Mariano Giusti dice:

    Servizio Pubblico ha sempre avuto un preciso ruolo in quella corrente di non pensiero che include Travaglio e Grillo, dunque ha tutto l’interesse a nascondere quel video delirante.

  3. annamaria dice:

    A me risulta che Santoro abbia recentemente chiuso con Travaglio e con Il Fatto, si sia schierato per il Sì al referendum costituzionale e sia in apertissima rotta di collisione con Grillo da almeno tre anni.

  4. Vittorio Bertola dice:

    Non ho cliccato sul link, mi farebbe venire nostalgia: il M5S ante 2013 era un’altra cosa…

  5. stefano dice:

    hanno bloccato anche quel link

Lascia un commento