23
Apr

Ieri Libero ha riproposto nel titolo centrale di prima pagina la frase “Uomo di M.” dedicata allo scrittore Antonio Scurati. Era già accaduto nel 2022 che il medesimo foglio utilizzasse la medesima locuzione, nata da una frase di Alessandro Sallusti in TV. Il gioco di parole è esile e non vale nemmeno la pena sottolinearlo. Piace molto a questa gente – credo – perché è una maniera di insultare fingendo (molto esilmente) di non farlo. L’insulto del resto è l’armamentario dei mediocri. A Libero ci tengono molto, da sempre, a farsi riconoscere.

2 commenti a “Uomo di M.”

  1. Massimo dice:

    Sallusti usò quell’espressione?

    Ma non è linguaggio mafioso o semi mafioso?

    Sì, certo: anche questo è Italian Style ;)

  2. Sandro dice:

    a ma’ (@Massimo)…..

Lascia un commento