C’è un effetto collaterale piccolo, trascurabile e forse anche molto locale, a margine della vicenda israelo-palestinese tornata di fronte agli occhi di tutti in questi giorni. Ed è che giusto accanto a noi, spesso a pochi metri da noi, nelle case accanto alla nostra, e poi sui giornali e in televisione, nei titoli vergognosi dei quotidiani e sui social, i peggiori scalpitano, gridano e si agitano per farci sapere quanto sono miserabili e disumani. Come se di miseria e disumanità ne servisse ancora.

Lascia un commento