07
Ago
scritto da: massimo mantellini

massimo mantellini


Sono nato a Forlì una cinquantina (abbondante) di anni fa. Abito in una casa piena di donne con Alessandra (mia moglie), Elisa (quando c’è che ormai è sempre via) e Francesca (quando c’è che di solito è chiusa da qualche parte con le cuffie nelle orecchie). Mi interessa da sempre la tecnologia, la cultura digitale, la politica delle reti, i temi del diritto all’accesso e alla riservatezza. Sono in rete da molto prima di quasi tutti voi. Ho scritto per anni di Internet e tecnologia su carta e in rete (Punto Informatico, Internet Magazine, Il Sole24ore, L’Espresso, Il Post, Fanpage) e un po’ (meno) lo faccio anche ora. Ho aperto uno dei primi blog italiani (questa cosa che state leggendo qui) nel 2002 e sono uno dei pochi (mi pare) che continua a divertirsi ad aggiornarlo. Mi piace Twitter e non mi piace Facebook. Metto qualche foto su Instagram e faccio qualche boccaccia su Snapchat ma solo ad uso familiare. Nel 2014 ho pubblicato per Minimum Fax “La vista da qui”. Per Telecom Italia dirigo Le Macchine Volanti che è un bel magazine di cultura digitale che secondo me dovreste leggere. Poi faccio anche altre cose qua e là ma non sono affari vostri (alla faccia di quelli che dicono che la privacy è morta). Quando posso e quando il lavoro di mia moglie chiama, scappiamo tutti a Londra. La foto (che non dà conto, per mia fortuna, degli anni nel frattempo passati) è di Suzukimaruti.

 



Aggiornata il 28/3/2016.


Contatti:



Scrivimi una mail (che e’ la maniera piu’ veloce per raggiungermi) a


massimo@mantellini.it