Oggi nel corso di SkyTg24 è andato in onda un finto servizio giornalistico (in realtà una marchetta ad un inserzionista) sulla collaborazione fra una casa automobilistica e Croce Rossa. Qualche giorno fa, sempre dentro il TG di Sky, c’era una pubblicità occulta al fotovoltaico di Eni anch’essa camuffata da servizio giornalistico. È un vero peccato questa specie di piccolo tentativo di circonvenzione di incapace, è un peccato soprattutto per il lavoro di decine di bravissimi giornalisti ed inviati di quel TG che non meritano tutto questo. Da tempo ormai è imbarazzante anche la copertura che Skytg24 fa della politica italiana offrendo ogni giorno un panino fatto di piccoli palcoscenici a politici mediocri di schieramenti contrapposti sempre, più o meno sottilmente, con l’occhio strizzato al governo in carica. Sotto gli occhi di tutti, passo dopo passo, un ottimo strumento informativo si sta trasformando nell’ennesimo noioso megafono propagandistico del potere.

4 commenti a “Il declino di SkyTg24”

  1. Annamaria dice:

    E sì che Mattarella, qualche giorno fa, un ‘avviso ai naviganti’ l’ha mandato.
    Avviso che immagino rivolto non solo a chi fa politica, ma anche a chi ha la responsabilità e il potere di darne notizia e conoscenza.

  2. Ade laide dice:

    Citofonare Varetto-De Bellis, i grandi venditori di pentole

  3. Maria Devenuti dice:

    Tele marketta ormai da tempo. Un vero peccato perché erano un punto di riferimento.

  4. Francesco V. dice:

    Ricordo bene che qualche anno fa l’Espresso fece un’inchiesta sull’attuale direttore segnalato in entrata nei palazzi dei Ministeri col prezzario sotto braccio.
    A seguire: cicli di puntate un po’ su tutto per magnificare l’operato dei vari ministri.
    Che notizie dovrebbe darci questo signore?

Lascia un commento