A partire dalla serata di ieri i commenti del post precedente a questo sono stati diluviati da decine di commenti di una riga, tutti con indirizzi email simili, tutti dal contenuto analogo. È una cosa piuttosto inconsueta. Decine di fans di Pier Luigi Bersani si sono dati appuntamento da queste parti per raccontare le proprie intenzioni di voto a favore del segretario del PD.

Si è trattato evidentemente ed almeno in parte di una operazione di marketing politico. Alcune iniziative analoghe hanno riguardato nelle scorse settimane alcuni articoli miei e di altri su Matteo Renzi. Su Twitter, legioni di ovetti senza nome (probabilmente dei bot) hanno artificialmente ridistribuiti in rete link ad articoli specifici. Anche in quel caso l’ipotetico beneficiario di simili condotte digitali era sempre Pier Luigi Bersani. Sembrerebbe ormai lecito immaginare che esista una sorta di progetto strategico al riguardo e che la reputazione di Bersani su Internet sia sostenuta in qualche modo da simili scelte. Sia che il coinvolgimento emozionale sia affidato alle macchine sia che si materializzi in forma di attivista digitale.

Ora a me sembra che questo progetto sia utile a dare la misura, se non della strategia politica in rete di Pier Luigi Bersani, di quella di alcuni dei suoi sostenitori più accaniti, convinti che la reiterazione più o meno anonima del messaggio sia garanzia di un qualche risultato. In genere in rete è vero l’esatto contrario: lo spamming elettorale a favore di Pier Luigi Bersani allontana voti da Bersani. Fortunatamente per gli ideatori di simili campagne ne sposta talmente pochi da risultare alla fine ininfluente. L’unico risultato tangibile è una certa (meritata) cattiva reputazione che Bersani più o meno involontariamente riceve sulle reti sociali e fra gli addetti ai lavori.

Ad una analisi spannometrica direi che un buon 50-60% dei commenti pro-Bersani postati da ieri sera a oggi in quel post hanno buone possibilità di essere finti. In più occasioni commenti differenti provengono dallo stesso IP. Le caratteristiche degli indirizzi email (dominio ecc.), il testo del messaggio, l’assenza di un sito web di riferimento, sono mediamente inconsueti. Questo è un esempio, forse quello più significativo:


Schermata 2013-01-23 alle 10.56.48


Sia Teodoro che Antonio Rossellini sono ferventi sostenitori di Bersani, scrivono come gli altri, tutti contemporaneamente nei commenti di un piccolo blog personale nel dopocena di una sera infrasettimanale e poco importa se l’IP dei loro commenti rimanda ad un indirizzo romano in via delle Fratte 16 che è, banalmente la sede del Partito Democratico.


p.s. dopo un paio di commenti ironici su questa vicenda twittati ieri sera questa mattina molti attivisti digitali (questa volta in carne ed ossa) stanno accorrendo più o meno gentilmente sul mio profilo Twitter per rassicurarmi: loro sono tanti, sono entusiasti di Pier Luigi e infine vinceranno.

73 commenti a “Brigate Digitali Bersani”

  1. Irene dice:

    quello è l’unico esempio, forse ne hai un altro paio, di colleghi dello stesso ufficio. Esistiamo esistiamo esistiamo :D don’t mess with #dnet ;-)

  2. Randolph Carter dice:

    ma DAVVERO sperano che questi “sì” spostino anche un solo voto? Ma che ridere!

  3. Annamaria dice:

    Lo stesso ip vuole dire che utilizzano lo stesso router. Non è detto che siano persone diverse però.

  4. un altro massimo dice:

    L’IP oltretutto fa capo a un certo Luigi Luisi (Luisi = Lusi?) della Margherita. Ma non era in convento? :-)

  5. Sergio dice:

    Corretto: non è molto elegante. Ma appunto visto che viene tutto da una sede del PD è probabile che un paio di attivisti si siano divertiti a spammare.

    Non ci vedo il gomblotto. Ovvero L’agenzia di marketing che monitora e bastona.

    Poi che questi commenti non spostino voti andrebbe chiesto a Casaleggio e Grillo

  6. Irene dice:

    Grande Mante che ci segnala che qui nella sede del pd ci sono due persone che votano Bersani… ntesepo’ nasconne gnente!

  7. Teodoro dice:

    forse non ci siamo capiti: TeOdoro vuol dire che ti annusando il didietro…ci racconti cosa hai mangiato ieri sera per essere stato così agitato tutta la notte? Un bacione :*

  8. David dice:

    L’esempio ne riporta solo due, ma si parla di molti di più. Il fatto che un intero ufficio si “diverta” a commentare lo stesso articolo, non cambia il filo logico del discorso di questo articolo e di quello precedente.

    p.s.: Comunque il nuovo singolo di Vasco è pietoso! :)

  9. Teodoro dice:

    L’esempio ne riporta solo due perché in due eravamo nella stanza. Che gli altri sono sparsi in tutta italia, ognuno con la sua identità, gli torna male dirlo? Facile pescare due ip identici in mezzo a tanti differenti, ma scriverci un articolo sopra fa un po’ tenerezza. #sapevatelo

  10. Antonio Rossellini dice:

    Gentile Mantellini, siamo venuti a farle visita per puro divertissement. Il post poneva ironicamente una domanda. E ironicamente abbiamo risposto. Ma non siamo bot.

  11. Alessia dice:

    Perché non mette anche il mio IP, visto che ho scritto da Pontedera (PI), la stessa cosa?

  12. Irene dice:

    e allora ce li faccia vedere gli altri ip, io ho visto tanti nomi di persone che conosco e son sparse per l’Italia. Ma è così strano che uno oltre a essere iscritto ad un partito lo sostenga in rete? O forse è che proprio non vi riesce di pensare che oltre all’individualismo esiste chi gioca di squadra? Esiste la generosità, la gratuità, la comunità. Esiste e vogliamo contagiarne il mondo.

  13. Michele dice:

    Se fa una domanda non credo possa lamentarsi se riceve delle risposte… Comunque Michele de Pascale, di Cervia, se vuole in posta privata le mando il mio numero di telefono.

  14. Adrian dice:

    A parte l’aver dimostrato di ignorare il funzionamento delle reti (stesso IP = stesso router), la cosa più ridicola è sostenere che siamo tutti fake, senza prendere neanche lontanamente in considerazione la possibilità che sulla rete ci possano essere sostenitori del PD veri, in carne e ossa, dotati di un minimo di organizzazione.

    Il mio indirizzo email è visibile all’admin di questo blog, il quale può tranquillamente scrivermi per verificare la mia reale esistenza.
    Mantellini, mi dica lei, devo farmi anche una foto con il giornale di oggi per dimostrare la mia reale esistenza?

  15. Kyros dice:

    Ogni tanto veniamo a salutarti poi torniamo sui nostri passi. Grazie dell’attenzione che ci riservi. Quando gli altri seguono ciecamente la verità, ricorda: nulla è reale. E siamo tutte persone in carne ed ossa, e lo vedrai. Saluti da sparta

  16. Tany dice:

    Nessuno mi aveva mai dato del fake…:))))
    @taniuzzacalabra….:D

  17. Tommy B dice:

    Mi dispiace deluderti ma non sono un fake… Stia andando sempre più in basso…

  18. zap dice:

    Caro Marte, una cosa giusta l’hai detta: siamo in tanti, tutti entusiasti di Pier Luigi Bersani e si, ne son sicuro, ce la faremo…

  19. manuela dice:

    come sarebbe bella l’ipotesi di Mantellini, ma vivo in Calabria, sono pochi i luoghi di aggregazione

  20. Lucia Del Grosso dice:

    Controlla un po’ se sono una fake: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2077036745143&set=a.2077036585139.81829.1821742849&type=1&theater.

  21. Peppe Maiello dice:

    Io non sono un fake! Sono Peppe Maiello da Sant’Anastasia e voto Bersani.

  22. danvi dice:

    Beh se questi 3/4 poveracci hanno avuto il potere di farti scrivere un’altro post sò proprio bravi…

  23. Filippo Filippini (@philfilippini) dice:

    http://www.popolino.org/2012/08/02/essi-vivono/

  24. colas dice:

    E comunque, bot sarai tu

  25. David dice:

    Spero che chi sostenete sia più intelligente di voi, perchè è evidente che non avete letto o non volete capire o siete semplicemente “agitati” dall’avvicinarsi delle elezioni.

    C’è proprio scritto che siete persone, anche diverse, ma che il comportamento (cioè il commento di massa ad articoli, tra l’altro omettendo che siete degli attivisti) è una strategia sbagliata.

    Certo che se quelli più “web oriented” sono messi come voi… siamo proprio messi male.

  26. matilde dice:

    Maddai!! Che scoop!! A via delle Fratte ci sono addirittura due persone che voterebbero Bersani. Ma pensa… che bello fare il blogger, si scoprono un sacco di cose!

  27. Irene dice:

    Comunque David è palesemente Mantellini che si sostiene da solo :-)))

  28. andrea dice:

    Spero che tra questi commentatori non si nasconda qualche “esperto di comunicazione” che lavora per il Pd. Sarebbe sconfortante, sempre di più.

  29. luna biondo dice:

    Caro Mantellini non siamo fake ma gente in carne e ossa che pensa,agisce,studia,insomma fa politica e si forma un’opinione.Magari può far paura a molti,ma questa è la democrazia.Io sono Luna 45 anni,impiegata e vivo a Cecina in provincia di Livorno.E sono vera.

  30. Tany dice:

    Io sono questa…in carne, ossa….e MENTE. https://twitter.com/Taniuzzacalabra

  31. juri dice:

    Caro Mantellini,

    poco da eccepire (e poco interesse) sul contenuto del tuo post ma… dai, un buon libro di “reti di calcolatori” te lo potresti pure leggere.

    Grazie.

  32. Valentina Caffieri dice:

    Anche a me dispiace deluderti ma NON sono un fake! Controlla pure la mia pagina fb e se passi dall’Elba…:-)
    http://www.facebook.com/valentina.caffieri

  33. ciro pellegrino dice:

    SI
    :)

  34. Carlo M dice:

    mantellini, col dovuto rispetto eh, ci stai facendo un po’ la figura del fesso.

  35. Sabina dice:

    Beh, allora, se è vero che siete tanti e pure entusiasti, siamo messi male. Io credevo che, alla fine, avrebbe vinto Bersani (cioè BersaniMonti – ah, oggi ho ricevuto una salatissima TARSU o come si chiama), ma perché votato per esclusione, come direbbe qualunque realista senza gli occhi foderati di ideologia. Ahi, come mi sbagliavo! Bersani sarebbe il nuovo? Nuovo COSA in nome del cielo? Come se lui e tutto quello che rappresenta (vecchiume in tutti i sensi) non abbiano già avuto la possibilità di governare cambiando e non l’abbiano assolutamente sprecata! ma fatemi il piacere. Si vota Bersani perché gli altri sono peggio di lui, impresentabili dal primo all’ultimo, questo forse sì. Dal mio punto di vista di insegnante precaria sto proprio aspettando, all’indomani della sicura vittoria, i millantati interventi sulla scuola pubblica. Da quando ho coscienza delle cose importanti della vita, non credo che la “Sinistra” (LOL) abbia mai avuto un orientamento diverso dalla destra, in difesa della scuola pubblica, etc. E prima che qualcuno mi accusi di badare al mio orticello (come se gli altri non lo facessero), chiarisco che il mio interesse, da insegnante e insegnante di lettere, è molto meno egoistico di quel che sembra.Sinistra, LOL. Ah, e a proposito, a me Vasco non piace affatto. Grazie al cielo mi nutro di vera musica…

  36. Gianna dice:

    ah mantellì e allora sei duro de comprendonio.. siamo vivi e siamo qui e siamo tanti e te hai fatto una domanda e noi s’è risposto. … ma guarda te a essere educati…(tesò non prendertela, hai imparato che se non si è disposti a ricevere le risposte è bene non fare le domande, la prossima volta chiedi che tempo fa!) Stai sereno eh.

  37. Corrado dice:

    Io sono vero Mantellini, che devo fare ? scriverti una cartolina?

  38. Giovanni dice:

    La vostra “incompetenza” digitale è francamente disarmante. Commentare è lecito, anche dire di sì è lecito. Postare una quantità così ridicola di “sarcasmo e ironia” (che voi ne avete da vendere, eh?) nei commenti di un post su un blog che (probabilemte) non avete mai frequentato a me pare un pochino inutile e controproducente.
    Non per il PD, intendiamoci, ma per quella community che sostenete di creare e alimentare.
    Detto questo, non sono ancora sicuro di aver risposto a persone fisiche, ma se l’ho fatto non ve la prendete a male. Sul web è così, ci si incontra ma non ci si deve per forza dire qualcosa.

  39. Suzukimaruti dice:

    Impegnandosi un po’ (ma nemmeno troppo) credo sia perfino facile capire chi è la mano dietro questa operazione. Perché ha la stessa simpatica aggressività su Twitter.
    Non dico altro.

  40. David dice:

    Va beh una manica di mentecatti.

    Un motivo in più per non votare Bersani.

    Tristezza.

  41. Federico dice:

    Mantellini mi cercavi? perché io esisto. Noi esistiamo e siamo uno squadrone!

  42. marcov2 dice:

    Ah povero Mantellini vittima del terribile Apparato https://www.facebook.com/LApparato
    ma quando su il post si critica Renzi, appare immediatamente tale uqbal di cui non si conosce il nome o il sito e che manco si sforza a darsi un avatar devo presumere che anche lui sia un fake?
    È così difficile immaginare che i bersaniani oltre alle bocciofile frequentino anche la rete, che molti di loro leggano Mantellini e che intervengano dopocena, o dopopranzo perché è il periodo in cui hanno tempo ?

  43. Al dice:

    Siete stati convocati e da bravi soldatini avete offerto il vostro contributo.
    La domanda però non è se voterete Bersani, ma se siete abituali lettori di questo blog.

    Al

  44. fedz dice:

    Hanno il 38% dei voti, ovvero qualcosa come 20 milioni di persone, e si gingillano a spammare per far vedere che esistono. Una metafora più precisa dell’incapacità non mi viene in mente.

  45. Paolo dice:

    Vedi alla voce “fenomenologia del piddino ..”

  46. stefano nicoletti dice:

    Inutile rumore di fondo, più che spostare voti accompagna al sonno.

  47. Franco dice:

    Mantellini, perdonali, perché non sanno quello che fanno, quello che dicono, quanti sono, sanno solo per chi votano.

  48. propositionjoe dice:

    ma a sto punto mi sorge un dubbio, x chi voterà mantellini?

  49. Corrado dice:

    Seguo da tempo Mantellini qualche volta non sono d’accordo ma lo trovo interessante. Su questa storia vorrei dire sommesamente qualche cosa :
    Mante fa un post un po’ livoroso ( ce l’ha sopratutto con il Pd di Forli ma anche il resto non gli è molto simpatico).
    Riceve un centinaio di post in controtendenza, verifica che qualcuno viene dallo stesso posto e denuncia non il complotto ma la maleducazione digitale
    Mi sembra eccessivo, dato un certo consenso del partitone se si organizzasse una catena di post sarebbe stato sommerso
    E’ così difficile accettare che qualcuno o molti non la pensino come te?

  50. Emiliano Costagli dice:

    Non sono un fake neppure io.Mi chiamo Emiliano Costagli,ho 41 anni,sono avvocato e vivo a Cecina (Li).Controlla pure su fb.Sono in carne ed ossa.

  51. Daniela dice:

    Caro Mantellini, e tu, per chi voti? @FilippoFilippini, mi fai tristezza quando posti robe vecchie di Cosseddu. Ma tu sei un nostalgico, eh?

  52. Damiano Vezzosi dice:

    Fai bene a provare a spiegare loro come funziona da queste parti, ma temo sia fatica sprecata: so’ de coccio!

  53. giampaolo dice:

    Manre, ci siamo, sparsi per la penisola e che con le antenne pronte #pb2013

  54. gregor dice:

    Che non spostano voti ci credo poco.. In Cina persone mobilitate dal governo stanno tutto il giorno a spammare e commentare post di attivisti anti-governo.. Persino Berlusconi, è notizia, ha un esercito di 200 blogger che commentano a destra e manca…

    Non c’è bisogno di spammare o floddare un post di Mantellini, dopo Renzi Bersani in Italia è la persona più affidabile nel guidare il paese.. Statistiche di ballarò!

  55. Cassandra dice:

    eccoti accontentato… ieri ho commentato da mobile a casa mia… sono corsa a connettermi all’indirizzo IP incriminato così avrai ben 3 esempi da mostrare… altro che spostare voti!

  56. Trentasei dice:

    L’ ultima volta che ho visto tanto fervore era di Applefanboys e fangirls di Justin Bibier. Ciò mi dice che il Bersa (“uè, raga, vi parlo con le maniche risvoltate e ascolto vasco! io non ci casco, uè!”) è trandy?

  57. Alessandro dice:

    Odio la categoria “snob”.. e qui ce ne sono diversi. Ie rode er culo!

  58. Enzo dice:

    io sono vero e non ho scritto dal Nazareno ma da casa mia……

  59. Pier Luigi Tolardo dice:

    Sono iscritto al Pd da sempre, sono riuscito finora a non votare mai per Bersani, ora sono solo un po’ pentito di non essere andato a votare per Renzi, rimanendo a casa quel giorno.
    Voterò questa volta per il Pd e quindi per Bersani: lo farò senza entusiasmo, con un po’ di ribrezzo, turandomi il naso e con una mano sul c…., lo farò perchè non ho scelta, lo farò più che altro disperatamente, che Dio mi perdoni, lo farò pensando che sarebbe stato meglio votare per Forlani, la prossima volta Berlusconi e Monti non dovrebbero esserci più(spero), per cui Pd o non Pd la prossima volta non voterò per Bersani.

  60. @CicaleseP dice:

    Mantellini non siamo fake, siamo L’ITALIA GIUSTA!

  61. Pier Luigi Tolardo dice:

    http://www.zeusnews.it/news.php?cod=17537

    Questo è un articolo che ho scritto nel maggio 2012, in cui rendevo noto che il Pd stava reclutando un certo numero di agit prop telematici.
    La cosa più divertente è che, alcuni militanti del Pd(tra l’altro sono iscritto anch’io al Pd)scrissero commenti e mail dicendo che questo articolo era un fake dei grillini ai danni del Pd…..

  62. Elisabetta Barrella dice:

    Sarei un fake perchè non ho un sito web? Ussignur.
    Sto su fb, con nome e cognome, si può controllare, a voler essere segugi.

  63. se-po dice:

    Sono un troll, ma NON votero’ per Bersani.
    Anche noi troll abbiamo una dignita’.

  64. emanuele dice:

    Solidarietà a Mantellini.
    Mi ricordo che altre volte è stato massacrato da alternativi guru del web che gli davano del piddino… coraggio

  65. Jenny dice:

    Fake a chi???? di finto non ho niente…sono tutta vera come la mamma mi ha fatto…

    Jenny è il mio soprannome lavorativo, se vuoi cercarmi vai su fb: Jessica Canton…eccoti il tuo fake!!!

  66. Carolus dice:

    Fake o non fake intanto il Senato è andato.

  67. Davide dice:

    A tutti quelli in carne ed ossa: ma l’avete vista la fila di commenti del post precedente? E’ quello il vostro contributo? Dico, qualunque sia la vostra causa, vi sembra veramente di avere prodotto qualcosa che adesso valga la pena di essere difeso e rivendicato? Ragazzi, ve lo dico con il cuore, dovreste essere un po’ più ambiziosi. Davvero. Fare qualcosa di più utile, magari anche più faticoso, ma che vi dia un po’ di soddisfazione. Quel modo di commentare, bene che vada, risulta una cosa fastidiosa. E lo dice uno che probabilmente voterà Bersani.

  68. Luci dice:

    Suzukimaruti non è difficile capire il riferimento…
    @Mante posso assicurarti che non sono necessarie imbeccate per scatenare gli attivisti, lo vedo tutti i giorni sul lavoro. Non mi è mai piaciuto granché il tifo in politica, ma almeno lo preferisco alla totale indifferenza. Quindi ben vengano le reazioni indignate eccessive, se poi nel lungo periodo portano a frequentare blog come il tuo e quindi ad allargare il proprio pensiero ad altre visioni.

  69. massimo dice:

    Invece che vergognarsi di 20 anni di non opposizione,di sostenere un candidato premier amico della famiglia Riva,di non vedere la vergognosa vicenda del Monte dei Paschi di Siena che fanno? Sono solo berlusconiani di sinistra,pronti a credere che la loro Ruby sia la vera nipote di Mubarak.

  70. worm dice:

    se lasciate una sfilza di commenti di poche parole, identici tra loro, in un breve periodo di tempo, di cui alcuni è appurato che provengano dallo stesso ip, conta poco che siate tutti esseri umani veri e senzienti, agli occhi di chi naviga sembrerete una manica di bot perché vi state comportando come una manica di bot.

  71. Il PD che non capisce [M. Mantellini] « azierno dice:

    […] sostanza “Sì, voterò per Bersani, lui è il migliore”. Alcuni di questi commenti giungevano dritti dalle stanze della sede nazionale del Partito Democratico, ma la sostanza è che un semplice post, […]

  72. » Antifascismo riflessivo: riflessione sul bruto che c’è in noi Suzukimaruti dice:

    […] primo fatto, e il più grave, è che il gruppo dei Trecento Spartani si è reso responsabile di un attacco di massa nei commenti al blog di Mantellini, a seguito di un suo post critico verso Bersani. Niente di grave, materialmente (l’iniziativa […]

  73. Stonewall dice:

    Quello che mi stupisce è come siano vecchi certi ragazzi di oggi. Ai tempi dei miei 20 anni ho militato nella “Rete” con la madre di Tommaso Giuntella. Eravamo anche noi un po’ pasdaran, ma certi modi d’agire pseudo squadristici non ci sono mai appartenuti.