Dopo aver frugato per giorni dentro la spazzatura dei social alla ricerca di materiale commestibili per i propri peggiori lettori, dopo aver dato conto di ogni insignificate frammento di misera umanità facendo finta che fosse una notizia, ora, a tragedia avvenuta, i media italiani invocano il silenzio. Li preferivo quando, per mettere una pezza alle sciocchezze appena pubblicate, cambiavano il titolo in “E’ giallo!”.

Un commento a “Il colore del silenzio”

  1. Wile Coyote dice:

    In realtà non si tratta quasi mai di giallo. Piuttosto, di marrone.

Lascia un commento