Di tutte le innovazioni possibili quella che in politica i pazienti psichiatrici emergessero e vincessero le elezioni, e non in piccoli stati sperduti in capo al mondo ma in nazioni gigantesche con decine di milioni di abitanti, era uno scenario davvero difficile da immaginare.

Un commento a “Politica e psichiatria”

  1. sergio spagnoli dice:

    Questo succede, almeno in Italia, a chiudere i manicomi, soprattutto gli OPG.

Lascia un commento