Il problema del PD in fondo è lo stesso da anni. Non nasce con la disfatta dei giorni scorsi. E il problema del PD è che si tratta di un partito inemendabile. Non basterà cambiare segretario durante un democraticissimo congresso nazionale. Un nuovo segretario, l’ennesimo, lo potrà gestire, orientare, inclinare di qua o di là, potrà nascondere le correnti, i De Luca, Franceschini, Bettini vari sotto il tappeto per un po’, ma non lo potrà cambiare. Il PD non è più o forse non è mai stato un partito popolare ma è una sovrapposizione di saldi potentati interni che si occupano della propria sopravvivenza. A meno di non trovare il modo di mandare a casa istantaneamente il 95% dei suoi dirigenti il PD rimarrà quello che è, indipendentemente da chi sarà il nuovo segretario dopo Letta. Non basterà insomma spegnere e riaccendere. Occorrerebbe formattare. E un nuovo PD formattato sarebbe semplicemente un altro partito. Formattare è l’unica soluzione. Perdere intenzionalmente tutti i dati. Liberare spazio.


update: molte ottime e fulminanti ragioni a sostegno di queste righe qui sopra le ha elencate Fabrizio Coppola su FB ieri sera.

6 commenti a “Formattare il PD”

  1. Sergio dice:

    Temo che non sia sufficiente la formattazione. Serve un cambio di sistema operativo.

  2. andrea61 dice:

    Parole sante. Purtroppo da tanti anni il PD è una associazione che ha smesso di occuparsi di Politica e si occupa solo di gestione del potere.

  3. Michele dice:

    Condivido le ragioni, prima di formattarli però farei un ultimo tentativo facendogli recapitare il dettagliato elenco di FC.

    Ricordo ancora, 4 o 5 anni fa, l’ultimo politico di sinistra nel PD, un certo Bersani diceva che, la mucca è in corridoio.

    Purtroppo, è arrivata.

  4. Roberto B. dice:

    Update no. 2: https://www.enrico-sola.com/2022/09/questo-e-il-vostro-paese/ (Suzukimaruti)

  5. Bruno Anastasi dice:

    perfetto, sottoscrivo tutto, specialmente questo passaggio: “il PD non è un partito popolare ma una sovrapposizione di saldi potentati interni che si occupano della propria sopravvivenza” … per fermare la deriva servirebbero le primarie aperte SOLO agli iscritti (stabilendo un criterio di adesione che consenta la massima ospitalità a chi voglia militare, tipo 20€ all’anno o qualcosa del genere), come si fa negli U.S.A. … là il metodo funziona, il partito sceglie sempre, immancabilmente, il candidato migliore o, comunque, quello con più possibilità di vincere le elezioni (Clinton, Obama, Biden)

  6. alessandro dice:

    condivido. ma perche’ formattare un lento e vecchio hd magnetico quando si trovano SSD performanti e piu veloce a prezzi oramai popolari?

Lascia un commento