“Non ho né gusto né olfatto.” disse, annusando il bicchiere. “Questo raffreddore mi è proprio venuto a noia. E parlano tanto della medicina. Che medicina è, se non riescono a far passare un raffreddore? Convisart mi ha dato queste pastiglie ma non mi fanno niente. Che cosa riescono a guarire? Non si può guarire niente.”



Guerra e pace, Lev Tolstòj, a cura di Igor Sibaldi pg. 836

3 commenti a “È solo un raffreddore”

  1. Semper dice:

    il medico di Napoleone si chiamava Corvisart

  2. Semper dice:

    …e in ogni caso, non riesco a immaginare come si possa ascoltare Guerra e Pace, il più grande dei romanzi, senza poter tornare indietro a rileggere qualcosa, a controllare chi è Tal dei Tali e a meditare qualche istante sulle riflessioni profonde dell’autore.

  3. marcell_o dice:

    Io l’ho letto alcuni anni fa e ricordo perfettamente che ogni tre per due la domanda era: mò questo chicazzè? E io tornavo indietro a vedere chi era questo o quell’altro (tra nome, cognomd, patronimico e eventuale diminutivo…)

Lascia un commento