Ho incontrato Tommaso Labranca solo una volta in vita mia. Una sera a Milano, nel 2003, al primo incontro di blogger mai organizzato in Italia. La stessa sera in cui ho visto di persona per la prima volta molte delle persone che poi ho frequentato e imparato a conoscere negli anni successivi. Leggevo il suo blog, come molti, e mi piaceva. Avevo letto un suo libro, Chaltron Hescon: niente di più di così. Di quella serata ricordo che Labranca fece divertire il pubblico assai più di noi e a un certo punto disse qualcosa del tipo: “Nessuno mi aveva mai invitato alla Casa della Cultura (il luogo storico di Milano in cui si svolgeva l’incontro) e ora che ci sono non me ne vado di certo”. Mi dispiacque molto quando morì improvvisamente. In questi giorni ho letto il saggio-biografia che Claudio Giunta gli ha dedicato. È un saggio molto bello, pieno di cose stimolanti. Su Tommaso Labranca sul mondo, su noi e tutto il resto.

Lascia un commento