Tre libri di poesie che mi sono piaciuti nel 2019.

 

 

Un commento a “Tre libri di poesie”

  1. Dora dice:

    Anche a me. Baldini, però, è una lettura ancora più emozionante nell’edizione Einaudi in lingua originale con la traduzione in italiano a piè di pagina. Avevo visto ed ascoltato Baldini dal vivo per caso, in una magnifica libreria (che ora non c’è più): mi aveva provocato un vero innamoramento per il dialetto romagnolo e per la dolce tristezza della sua poesia. Così ho cercato anche gli altri poeti romagnoli del giro: Pedretti non è da meno. Nel 2014 il Teatro Parenti aveva ospitato un monologo di Baldini interpretato da Ivano Marescotti: “La fondazione”. Il testo fu consegnato proprio nelle mani di Marescotti poco prima di morire dicendogli “Fanne quello che credi”.

Lascia un commento