Per qualche ragione i commenti di questo mio tweet di ieri sera si sono riempiti di contributi di utenti di Twitter che non seguo, che non mi seguono e che hanno spesso una bandierina italiana accanto al nome o al nickname. È strano perchè è un tweet non dissimile da quelli che scrivo di solito e anche il numero di condivisioni è analogo a quello di altri miei tweet in passato. Sia come sia una marea di varia umanità sovranista si è materializzata da quelle parti. Ho pensato che fosse utile provare ad estrarre un po’ di contenuti (si fa per dire) da quelle risposte.

1) Intanto ci sono quelli che offendono. Paradossalmente i meno interessanti. Solo uno al colmo dell’ideazione euforica mi ha scritto che poliglotta fa rima con la mia mamma. Fortunatamente la mia mamma non guarda Twitter.

2) Per andare a cose più liete questa signora la mette sul sado-maso con un linguaggio anche discretamente tecnico:







3) Un maschio alfa – evidentemente colto sul vivo – spiega cosa accadrà al mio “culetto da femministo castrato”







4) Giuseppe confonde la fibrillazione con la defibrillazione ma va bene lo stesso







5) Un numero esorbitante di commentatori equivoca il refuso del tweet (betole al posto di bettole), un refuso non troppo complicato da decodificare. Molti pensano che io intendessi scrivere “bietole”. Poco importa che con bietole la frase non abbia alcun senso. Moltissimi sottolineano il refuso.










6) In ogni caso moltissimi commenti mostrano una certa insistita riproposizione di temi sessuali. In parte riferiti alla comandante della Sea-Watch e in parte a me:






7) Altri sostengono che i suoi gusti sessuali siano altri:







8) Alcuni commentano comunque, anche senza aver capito bene cosa stanno commentando:






9) In mezzo a questo brulichio di intelligenze arriva Alberto Bagnai a darmi del Piddino (non ho il piacere di conoscerlo ma lui evidentemente sa cose di me). Spero che non si occupi dei conti italiani con la medesima sicumera.







10) Non può mancare un commento sulla teoria gender (terrapiattisti purtroppo nemmeno uno)







11) E nemmeno quello di un quasi psicoterapeuta freudiano







Poi, a un certo punto, improvvisamente, mi è salita una discreta tristezza (per loro, per me e perfino per questo post) e ho deciso di chiudere tutto e andare a leggermi un libro.

32 commenti a “Sesso, sovranisti e tristezza su Twitter”

  1. Isa dice:

    Radical-chic niente? (Se però si scopre che leggi dei libri, hmm)

  2. Erasmo dice:

    L’account twitter è tuo, il post è tuo, i commenti sono diretti a te, e sei quindi libero di fare l’antologia che vuoi.
    Io per completezza avrei aggiunto anche altri. Per esempio:
    Razza superiore,sesso superiore,lingue superiori, arrendetevi pezzenti italiani!
    oppure:
    A me eccita il fatto che voglia infrangere le leggi italiane a viso aperto. Sarà anche poliglotta ricca bianca e comandante ma vuole violare le leggi italiane. Questo la issa al ruolo di eroina per voi maschi beta. A me eccita non sapendo in che lettera come maschio devo inserirmi
    Riconosco però che ne ho letta solo una piccola parte. Se si possono trarre conclusioni, direi che in alcuni luoghi, per fortuna virtuali, prevale la convinzione che si possa insultare solo se si è di una certa parte (vedi cosa si permette Sofri. Il padre: uno che conosce bene le conseguenze della violenza verbale). Una certa devozione esterofila, sempre diretta a popoli biondi, è invece palpabile qui..

  3. Emanuele (l'altro) dice:

    Leggendo l’articolo mi sono venuti in mente gli americani, che prima bombardano qualcuno e poi si stupiscono se vengono odiati.

  4. Emanuele (l'altro) dice:

    “Una certa devozione esterofila”

    E’ il combinato disposto di due atteggiamenti: il Franza o Spagna purché se magna, molto diffuso in Italia da quando quei sovranisti dei romani hanno giustamente (in quanto sovranisti) perso l’impero e il bisogno di ubbidire a un padrone rigorosamente straniero che la sinistra italiana ha sempre manifestato.

  5. Andrea dice:

    I social, nella fattispecie Twitter, sono uno strumento meraviglioso, l’uso ( abuso ) che se ne fa deprecabile, quando impareremo ad utilizzarli sarà forse troppo tardi?
    Grazie per questa testimonianza.

  6. ale dice:

    eh oggi niente vale anche questo per farsi due like

    il sessista qui sei tu cmq, che sottolinei ammirato che una donna possa fare tanto, quasi stupito

    poi se ti stpusci che t rispondano cosi forse non vedi che sei il loro speculare

  7. andrea dice:

    Solo una nota sul metodo: utilizzare questo spazio, molto seguito, per mostrare, con nomi, nick e altro, l’imbecillità di perfetti sconosciuti, che io non avrei certamente notato, ha un poco il sentore della gogna.

    comprendo e condivido la rabbia che simili bestialità possano generare, ma io lascerei perdere e prenderei in mano quel libro senza mettermi prima alla tastiera.

    con affetto.

  8. massimo mantellini dice:

    @andrea secondo me quello che dici vale, ma solo quando ci sono vaste differenze di audience fra i due soggetti, non miapre questo il caso

  9. Emanuele (l'altro) dice:

    Mantellini non sono iscritto a Twitter e tantomeno mi metto a pagare il Post per commentare quindi le faccio qui i complimenti per il pezzo su wikipedia.
    Se riuscisse a mantenere lo stesso tono critico senza cedere a sua volta a emboli o ironie quando parla di politica renderebbe un servizio migliore al panorama mediatico italiano in generale e alle idee di sinistra in particolare.

  10. Massimo Morelli dice:

    Rimpiango Metitieri

  11. andy61 dice:

    Mi pare che manchino i due best seller della rete:
    … e allora Renzi ?
    … e allora il PD

  12. Annamaria dice:

    Ok ok, tutto bene.
    E però, vediamo se ho ben capito.
    Questa simpatica ragazza certamente tanto tanto bionda&bianca, certamente tanto tanto ricca& fors’anche tanto tanto annoiata, era consapevole che andando deliberatamente a speronare una motovedetta con un mostro umanitario di 600 tonnellate metteva a rischio un bel po’ di vite umane di vario colore?
    E se consapevole lo era eccome come io sospetto, essendo la simpatica ragazza di cui sopra anche molto esperta di navigazione, sarà mica che trattasi di personcina un tantinello, per carità, solo un tantinello nazista?

    Lo so lo so, ho scritto una bruttissima cosa, ma come mi permetto, mi vergogno tanto e mi cospargo il capo di cenere.
    Perdono.

  13. Emanuele (l'altro) dice:

    A me sarebbe piaciuto vedere le facce dei parlamentari italiani a bordo della nave speronante durante lo speronamento.

  14. Annamaria dice:

    Intanto l’Olanda-non si sa se in obbedienza a impulsi razzisti e sessisti oppure no-decide finalmente di esprimersi sulla questione e di scaricare con molta chiarezza la simpatica e vivace ragazza di cui sopra.
    https://www.corriere.it/esteri/19_giugno_29/inflessibile-olanda-scarica-capitana-ricollocamentiuna-perdita-soldi-1b529546-9aae-11e9-8fdd-d4f7eb4bd62c.shtml

    In sintesi e a muso duro:”Non ragioniam di lor ma guarda e passa”: là dove per ‘lor’ sono da intendersi non solo l’indomita capitana, ma anche i migranti stessi, respinti tutti senza eccezione alcuna.
    Molto bene.

  15. Emanuele (l'altro) dice:

    Riassumo dall’articolo, visto che tante anime candide non lo leggeranno:
    il governo olandese ha esplicitamente dichiarato che non prenderà più migranti dalle operazioni sar in quell’area ampiamente colpita dalle attività dei trafficanti. Inoltre spiega che, come dice giustamente Salvini, le operazioni della Sea Watch non dovrebbero contribuire alle attività criminali dei trafficanti e che l’Olanda non condivide come Salvini le scelte che la capitana ha fatto perché poteva sbarcare in Libia o Tunisia o “nel porto olandese di competenza” ma contrariamente a quanto la capitana dichiara non ha mai chiesto di sbarcare in Olanda.

    A parte il fatto che non viene citata la solita Malta che impunemente fa quello che all’Italia verrebbe condannato seduta stante mi pare che il tono delle dichiarazioni olandesi sia netto.
    A questo punto cosa dicono le anime candide, che l’Olanda è fascista-nazista amica di Salvini?
    Oppure faranno finta di niente, come hanno fatto finta di niente con Malta o la Francia e soprattutto come hanno fatto finta di niente con i trafficanti per anni e anni perché sarebbe imbarazzante dover ammettere che il mondo non è in bianco e nero ma in toni di grigio?

  16. Erasmo dice:

    Io però smetterei di girare il coltello nella piaga. Questa faccenda del maschio alfa si puntellava sulla santificazione della Carola, la quale poi, essendosi montata la testa, ha fatto una cosa che suppongo generi imbarazzo anche nell’autore del post.
    Sfortuna. Può capitare a tutti.

    (A proposito di veli pietosi: fossi Delrio, stretto fra Carola e Carletti, mi farei qualche giorno di ritiro spirituale)

  17. Marco[n] dice:

    @Emanuele (l’altro) Fuori tema, as usual

  18. Emanuele (l'altro) dice:

    Marco[n] il fuoritema non l’ho introdotto io ma era troppo bella per lasciarla correre. E, sempre se ce la fai, puoi rispondere nell’altro articolo dove è in tema.
    E infine as usual risparmiatelo. Sia perché c’è un equivalente italiano e darsi un tono con l’inglese… sia perché sottintende che io vada fuori tema sempre, il che non è vero.

  19. gigicogo dice:

    Caro Massimo, al netto della tristezza che credo assalga molti di noi e con la quale dovremo convivere ancora a lungo, credo (e spero di non andare troppo OT) che dovremmo riconquistare ambiti più limitati ed auto limitanti (Friendfeed ricorderai è stato forse il luogo più bello nel momento più alto…flame compresi).
    Forse mescolarci con le orde di minuscolo habeas (soprattutto da parte di quelli che come te hanno numeri notevoli di seguaci) non porta a nessun valore. Ti porterà ancora tristezza, forse rabbia e comunque voglia di disintossicarti.
    Non so nemmeno io perché proprio quel tweet che hai citato è stato oggetto di diffusione più di altri ma, se succede e se succederà ancora bisognerà ripensare alle small network.
    Come vedi sto facendo un commento su un blog che seguo nel mio feed reader. Roba di altri tempi, ma sempre bella, sempre small e sempre controllabile.
    Scusa l’OT.

  20. Andrea Sacchini dice:

    Magari, alla fine, Umberto Eco un po’ di ragione ce l’aveva anche…

  21. Erasmo dice:

    E Elvira Sellerio ristampò l’Apologia di Socrate. Che figata. Solo gli eletti capivano. Ossia, non gli eletti alle elezioni, ma gli eletti. Eletti non eletti. Uffa. Le élites.

  22. massimo mantellini dice:

    @gigicogo ciao gigi, grazie del commento, una boccata d’ossigeno in una valle di lacrime ;)

  23. Pierluigi Rossi dice:

    Che faccio? Se sto in tema e commento questo agile catalogo di odi by twitter, non vedo un esito diverso dalla tristezza di Mantellini. Se invece vado fuori tema, eh, l’esito è diverso ma altrettanto scontato: VAI CAROLAAA!!!

  24. umberto dice:

    Quindi prima si lancia la provocazione (scontata) si aspettano i p*rla che inevitabilmente ci cascano e ci si costruisce sopra la storia (scontata) da rivendere a maggior gloria. E poi dicono che non è stata una questione meramente politica. E che cosa se no?

  25. Emanuele (l'altro) dice:

    Giochetti da sinistra chic.
    Come avevo scritto giorni fa, quando hai l’esercito dalla tua parte il terrorismo non serve.

  26. farucchino dice:

    mi dispiace davvero tanto.
    è la celebrità bellezza.

    saluti

    ps: sto leggendo bassa risoluzione

  27. se-po dice:

    Capisco la tristezza nel leggere tutti questi commenti, pero’ PinoIlContadino ha lasciato un commento in linea con il suo nome utente.

  28. Pepato dice:

    Mante, te lo dico per la millionesima volta. Io sono sinceramente stupito che ad oggi, nel 2019, si continui a frugare fra i commenti dei social alla ricerca della merda e poi ci si sbalordisca di quella merda. Soprattutto da parte di chi, come te, sul funzionamento di internet ha ragionato e scritto molto. Abbiamo capito: la gente sfoga i peggio impulsi sul web senza preoccuparsi della dignità, del pudore, delle conseguenze. Vogliamo continuare a ripeterlo all’infinito? Vogliamo continuare a compiacerci della nostra distanza morale da questi commentatori? Vogliamo continuare a “signora mia”? Non sarà forse il momento di prendere atto di questo tratto umano e ricominciare a dare importanza solo alle cose che contano, alle cose di contenuto, alle cose belle, alle cose che – per dio! – scatenano riflessioni invece che reazioni emotive?

  29. Giancarlo dice:

    Apprezzo soprattutto la decisione di non cancellare / pixellare alcun nome come ultimo disperato richiamo alla responsabilità personale di ciò che si dice/scrive/pensa.

  30. ale dice:

    pepato lo fa solo x i clickkini :)

  31. Emanuele (l'altro) dice:

    Non Carola.
    Signora Rackete.
    E’ l’ABC dell’educazione.

  32. Daniele Minotti dice:

    Massimo, ti trovo pacchi di donne alfa, beta, gamma che hanno scritto cose ben peggiori.
    Ovvio che la cosa si condanna (ma proprio ovvio, non si deve chiedere adesione ogni volta), ma i maschi non c’entrano nulla. Chi ha votato Salvini non e’ certo soltanto maschio

Lascia un commento