13
Mag

 

Prima l’amministrazione comunale di Forlì, per propria ormai storica negligenza nella gestione del verde pubblico, ha lasciato che il maltempo invernale sradicasse il ponte pedonale che unisce il parco urbano con il percorso fluviale lungo le rive del Montone fino a Castrocaro, sentiero molto amato e frequentato ogni anno da migliaia di cittadini a piedi o in bici. Poi ha promesso che lo avrebbe ricostruito in tempi utili per la bella stagione (con i soldi dei cittadini). Siamo a metà maggio, c’è il sole, il parco è pieno di gente, ma del nuovo ponte ancora nessuna traccia. Mentre le opposizioni in consiglio comunale cavalcano il tema, un artista ha prodotto “l’attesa” e l’ha posta sul pilone centrale del ponte sradicato. Un piccolo monumento all’incompetenza del potere.

update: dal Comune di Forlì mi fanno notare che la manutenzione dell’alveo del Montone (che per inciso è in condizioni pessime) è di pertinenza della Regione. Non lo sapevo, grazie.

 

 

5 commenti a “L’attesa”

  1. Gian dice:

    Questo rapprenta un tipico aspetto di comportamento delle amministrazioni pubbliche : la responsabilità è sempre di altri . Può essere delle provincia,della regione,della bonifica renana,del Comprensorio territoriale,del genio civile,dell’ente Parco, dell’ufficio tecnico ,ecc…….ma sappiate che loro hanno fatto tutto il possibile promettendo cose che già sapevano di non poter montere.

  2. Sandro dice:

    Dal Comune fanno i furbi… la manutenzione dell’alveo di fiumi e torrenti rientra tra quelle competenze ri-trasferite da Provincia a Regione ma la manutenzione del ponte è a carico del Comune ;)
    Ho paura che stiano facendo lo scaricabarile…

  3. Erasmo dice:

    Il mio timore è che il comune abbia bandito un concorso per l’opera d’arte.

  4. Rosanna Gardella dice:

    Rifacimento del ponte/sua conservazione e manutenzione dell’alveo del fiume compresa rimozione degli ammassi che le piene formano a monte del ponte, sono intimamente collegati. Azioni che risultano di spettanza di autorità diverse. Nel rimpallo di chi fa cosa , spesso accade che non si faccia nulla. Poiché è il Comune quello più vicino al cittadino, oltre ad occuparsi del rifacimento ponte (ma per quel che è, chiamiamolo passarella), è necessario promuova una CONVENZIONE tra soggetti che devono intervenire sul Montone (e Rabbi) per fissare azioni/modi/tempi/quant’altro occorre, per evitare in futuro le criticità, in un contesto che richiede chiarezza e celerità nelle decisioni.

  5. procrastination dice:

    Non è chiaro, quindi di chi è la responsabilità? Del PD comunale o del PD regionale? Oppure di un generico potere

Lascia un commento