18
Nov

(va Sergio Garufi su FB)

Da un certo punto di vista non è male che la maggioranza degli italiani non legga i giornali e non segua i talk show politici in TV. Da quello stesso punto di vista è un’ottima notizia che un italiano su due non si connetta a Internet (se non in maniera del tutto occasionale) e che […]

17
Nov

Le ultime due pagine de Gli anni, di quella scrittrice gigantesca che è Annie Ernaux. Salvare il balletto delle automobiline dell’autoscontro di Bazoches-sur-Hoene la camera d’albergo in rue Beauvoisine, a Rouen, non lontano dalla libreria Lepouzé in cui Cayatte aveva girato una scena di Morire d’inverno il distributore di vino sfuso al Carrefour di rue […]

Proseguendo una discussione a proposito di Facebook, nata su Il Post e su Valigia Blu, Luca Sofri usa la parola “responsabilità” in modo leggermente irresponsabile: La domanda, tornando a Facebook, non è “di chi è colpa?” ma “chi ci può fare qualcosa?”, chi può intervenire, per cultura e potere, sull’interruzione del circolo vizioso, chi può […]

Questa mattina sono uscito di casa e nevicava. Ho scattato questa foto al parabrezza dell’auto. L’ho guardata un po’ più tardi e, come delle volte succede, mi ricordava qualcosa ma non sapevo cosa. Poi alla fine mi sono ricordato.

Quando nel 2005 Rupert Murdoch acquistò MySpace pagandola 580 milioni di dollari ricordo che gli analisti dicevano due cose. La prima era che l’anziano tycoon australiano aveva bruciato tutti e sorpreso il mondo con la sua capacità di mescolare vecchia e nuova comunicazione; la seconda che MySpace era ormai una piattaforma talmente grande e utilizzata […]

Nella mostra su Harry Potter al British Museum è esposta la sinopsi del primo libro della serie. Rifiutata da 12 editori prima che Bloomsbury decidesse di pubblicarla.

Ieri il PD a margine di una inchiesta giornalistica di Repubblica ha pubblicato questo tweet "Per Giulio Regeni chiediamo solo la verità. I prof di Cambridge nascondono qualcosa?” @matteorenzi #veritapergiulioregeni pic.twitter.com/bYIDm481vs — Partito Democratico (@pdnetwork) 2 novembre 2017 Quella card riprende un tweet di Matteo Renzi di due righe postato alcune ore prima: Per Giulio […]

01
Nov

«Ragioniere si uccide gettandosi dal quinto piano». Se si trattasse del figlio del cronista, direbbe «ragioniere»? No, scriverebbe: «Giovane si uccide gettandosi dal quinto piano». Il «ragioniere», l’epiteto professionale, l’attributo professionale, riferito a una circostanza tragica finsice per essere inevitabilmente riduttivo. Ora, si può anche capire che un cronista, per amore del colore, per amore […]