Schermata 2017-05-06 alle 12.43.58

14 commenti a “Fate quello che volete”

  1. mauro dice:

    Una pagina giornalistica storica, involontariamente paradossale e sarcastica: addio Libertè…costretti in un angolo dalle élite e obbligati a votare un politico peggiore di Hollande (un altro passo trascinato a forza verso una terza rivoluzione popolare)

  2. Emanuele (l'altro) dice:

    Vabbè, votare turandosi il naso è troppo inflazionata.
    La cosa divertente saranno quelli che voteranno contro Le Pen appoggiando l’ex ministro Macron contro cui erano scesi in piazza per contestare la sua riforma sul lavoro.

    p.s: l’editore di Liberation è Édouard de Rothschild.
    Aspetta, dove avevo già sentito Rothschild… ah, ecco, è la banca per cui ha lavorato per anni Macron. Ma tu guarda le coicindenze.

  3. Shylock dice:

    @Emanuele: anche la Gauche Caviar è inflazionata, ma sempre attuale.

  4. mauro dice:

    si si, comunque l’abuso vien sempre commesso da chi ha una posizione dominante, il lupo e non l’agnello che sporca l’acqua

    due in particolare sono stati i cambiamenti autoritari della nostra epoca, secondo me: la cancellazione del pluralismo politico e partitico, con bombardamenti mediatici ad hoc per far piazza pulita, e un regime che cerca anche di monopolizzare l’opposizione .. come nel caso francese, diventando così potere totalitario, due facce della stessa medaglia e astensione alle stelle (e strisce)
    Ma anche in Italia con il monopolio Berlusconi-PD (De Benedetti) dove qualsiasi partito di sinistra parte dalla piattaforma lobbistica di De Benedetti (Carlyle Group).. vedi Micromega. Tutti i fili del lobbismo italico.

    Sia il sopruso che opposizione al sopruso saran entrambe facce della stessa medaglia, con l’incognita Grillo che comunque secondo me durerà poco.

    Sarebbe stato meglio lasciare le democrazie e non svegliare il can che dorme, soprattutto in Europa.. come avvenuto in Jugoslavia con la disgregazione di un’unione autoritaria. La disgregazione dell’Euro sarà una sciagura non per “il sovranismo” (tutte le repubbliche democratiche son sovrane) ma per il rinculo dell’autoritarismo unionista che non sarà affatto repubblicano e democratico… ad autoritarismo, autoritarismo e mezzo. Purtroppo.

  5. rico dice:

    Invece il maggioritario a ballottaggio finale ha dato buona prova di sé: hacker e bufalari non hanno avuto il tempo di orchestrare campagne di falsità, come nelle elezioni americane.

  6. Bruno Anastasi dice:

    leggo questi commenti, queste battutine puerili sull’editore di Libération … francamente, cioè, per non votare Macron perché fa schifo si sarebbe dovuto votare Le Pen (o astenersi, come fecero quelli che a Roma, per non votare Rutelli, fecero eleggere Alemanno, dicasi Alemanno)? vorrei capire come ragiona questa gente …

  7. mauro dice:

    anche peggio: accusare di complicità chi si astiene è pericolosamente autoritario, per nulla democratico. La democrazia comincia col rispetto del voto e anche dell’astensione prevista dalla Costituzione repubblicana.

  8. mauro dice:

    Rutelli non è uno di quelli che han gonfiato l’ingestibile debito romano? E Giachetti non è stato prima capo della segreteria e poi capo di gabinetto del sindaco di Roma Francesco Rutelli?
    (Non riusciresti a votarlo neanche turandoti il naso..o la sceneggiata per lasciare le bancarotte ai 5stelle, come a Parma)

  9. Bruno Anastasi dice:

    come no … a proposito del lodevolissimo e sofferto senso di responsabilità di “Libération”, grazie per avermi ricordato che in Italia gli equivalenti della sinistra francese sono Bertinotti e Vendola, che fecero cadere Prodi … l’astensione al caviale … poveri noi

  10. mauro dice:

    Inizialmente il senso di responsabilità è presentato come un dovere militare e un po’ fascista, che comporta puntualmente il progressivo smantellamento del pluralismo e della democrazia, tanto che ora si propone: il bene contro il male, con nomi variopinti, da Forza Italia al Partito della Nazione a Democratic Party e chi più ne ha

    Ma osserviamo con attenzione le ultime elezioni italiche: con una legge non regolare, la coalizione PD-Vendola ha ritirato un premio di maggioranza illegittimo gonfiando i numeri dei rappresentanti pubblici, e dopo aver incassato ha sostituito Vendola con Berlusconi, truccando di nuovo le carte. Senso di responsabilità chiamato Silvio Berlusconi.

    L’irrimediabile danno e la beffa. Se non è lobbismo questo gioco delle tre carte. Come i signorotti spagnoli e i bravi di qualche tempo fa.

  11. Emanuele (l'altro) dice:

    Bruno Anastasi anni fa un certo Warren Buffet, un miliardario, disse: “C’è stata una guerra di classe negli ultimi vent’anni e la mia classe ha vinto”.
    Continuare a baloccarsi tra destra e sinistra mentre la classe di Buffet naviga tranquilla comprandosi i pochi media che ancora non controlla e facendo eleggere un candidato proposto dal nulla pochi mesi prima significa essere masochisti. O idioti, a scelta.

  12. Bruno Anastasi dice:

    mettiamo pure che E. Macron sia “un candidato proposto dal nulla pochi mesi prima” e che sia stato eletto anche grazie al sostegno di fantomatici media “comprati” da Warren Buffett (con due “t”, grazie) … a me pare una corbelleria, ma la sostiene tale Emanuele, opinionista anonimo (ho detto tutto) che ce la recapita via web dalla sua mefitica cameretta (puzza di piedi e meteorismi a volontà) … e se anche fosse? non c’è forse da compiacersi del fatto che, di punto in bianco, sia spuntato un antagonista criticabilissimo (nessuno è perfetto) ma in grado di arginare la follia di una fascista confessa e antisemita conclamata che diventa presidente in Francia?

  13. Umberto dice:

    Libération che sostiene Macron è cosa che non si può nemmeno sentire ma è un segno della disfatta senza appello della sinistra, sinistra che anche in Italia ha esultato (la stessa sinistra che odia Renzi, il massimo dell’incoerenza e della vacuità). Molto più onesto è stato Melenchon che perlomeno si è rifiutato di partecipare a questa patetica fiera del conformismo.

  14. Emanuele (l'altro) dice:

    Perché non appare la mia risposta di ieri?

Lascia un commento