Lo ha scritto splendidamente Riccardo Chiaberge in un tweet qualche giorno fa. La prevalenza del cretino nelle discussioni pubbliche a margine della storia dell’artificiere che ha calpestato una antagonista durante una manifestazione a Roma è molto dibattuta. Da un lato le telecamere hanno documentato un comportamento certamente da condannare (e le successive dichiarazioni dell’interessato sul “credevo fosse uno zaino” ne hanno ulteriormente peggiorato la posizione) dall’altro che il capo della Polizia dica pubblicamente abbiamo un cretino da identificare invece che fargli fare la figura da macho da serie americana che forse immaginava lo iscrive di diritto alla stessa congrega dei soggetti con grave carenza di iodio.

5 commenti a “Opposti cretinismi”

  1. frank dice:

    La congrega è una gerarchia in senso stretto e ogni grado di questa gerarchia riceve ordini superiori e il superiore è consapevole di essere “responsabile”. Vale per il militare, vale per il governante che sbandiera “la responsabilità” per abusare di un potere e poi vive d’impunità
    (Forse è bene ricordarlo quando si parla di generico “cretino”..)

    Non è una passeggiata

  2. cla van dice:

    Non credo di aver capito bene: il capo della polizia è cretino perchè ha dato del cretino al poliziotto invece di dire che fargli fare la figura del macho? Ho capito male la frase vero? Perchè l’ho riletta due o tre volte ma il senso pare sempre quello….

  3. paolo dice:

    “Ho capito male la frase vero?”
    sì, hai capito male mi sa. In realtà la frase è un po’ contorta, ma penso voglia dire: “(…) dall’altro che il capo della Polizia dica pubblicamente abbiamo un cretino da identificare (ovvero il poliziotto calpestatore) invece che fargli fare la figura da macho (a lui medesimo capo della polizia) da serie americana che forse immaginava (…)”
    così l’ho capita io.
    anche se devo dire che il fatto che il capo della polizia parli di un suo uomo che ha fatto una cazzata definendolo un “cretino da identificare” mi pare comunque meglio rispetto ad una più classica difesa d’ufficio

  4. gianni dice:

    Anche a me ha dato fastidio l’appellativo. Ma probabilmente sara’ la punizione piu’ dura (e l’unica) inflitta a quel poliziotto.

  5. Keper dice:

    La frase è davvero contorta, finalmente esultavo perché un capo di un corpo di polizia italiano condannava un comportamento incivile e dall’altra non capivo la frase di Mantellini.