Schermata 2014-02-23 alle 10.55.41


(via emanuele menietti su Twitter)

6 commenti a “La RAI, le donne e l’innovazione”

  1. Padre Giacobbo da Voyager dice:

    chissà cosa avrà da dire la Boldrini?

  2. Marcello dice:

    Le segnalo problemi al database mysql del suo wordpress. Il campo per il record di questo post è scivolato di cinque posizioni all’indietro:
    http://goo.gl/sltgZi

  3. Marcello dice:

    Avevo scritto: “il campo titolo per il record di questo post”, ma evidentemente usando una formattazione sbagliata e la parola “titolo” si è persa.

  4. andrea61 dice:

    Erro o a dirigere Rainew24 c’e’ una donna ?

  5. Trentasei dice:

    invece diffondere una che muore in diretta twitter è innovazione e informazione? a me quest’ ultima scandalizza più di un culo trasparente che se era tale voleva farsi notare per tale. eh, ma il diritto della donna fa cool, andare contro una perversa concezione dell’informazione no.

  6. Ernesto dice:

    Comw si dice la malizia è solo negli occhi di guarda e poi la morbosità e morbosità qualunque sia l’oggetto, però francamente meglio applicare uno sguardo malizioso a una bella parte del corpo umano piuttosto che a un corpo straziato e morente. Ma qualcuno dirà che anche questa è informazione, e bla bla, per chi ci crede è un alibi sempre valido per mostrare le peggio cose e fare audience.