Il Garante della Privacy ha stabilito che le aziende di telemarketing potranno continuare a rompere le palle ai cittadini con le “chiamate mute”. Potrammo continuare, anche se meno di prima. Nonostante, come ammettono all’Autorità, abbiamo gli armadi pieni di proteste da parte di cittadini i cui telefoni squillano in continuazione senza che dall’altro capo ci sia nessuno, invece che sancire semplicemente che il call center NON può sparare telefonate a caso senza operatore rompendo l’anima a chiunque gli capiti automaticamente a tiro per privatissime sue esigenze di ottimizzazione della forza lavoro, ha deciso che tali aziende potranno continuare a fare gli scherzi telefonici ma solo 3 volte ogni 100 chiamate andate a buon fine. Sono queste purtroppo le Garanzie che ci meritiamo.

15 commenti a “Il Garante autorizza gli scherzi telefonici”

  1. Massimo Morelli dice:

    Fra l’altro ogni decisione in questo paese genera ulteriore inutile burocrazia. Ora ci sarà un registro che le imprese dovranno mantenere e funzionari che dovranno controllarlo. Tutto questo per regolamentare un’attività che andrebbe semplicemente abolita.

  2. mORA dice:

    Senza contare che gran parte di queste società non ha la sede in Italia e quindi ingrassa le chiappe delle fiscalità altrui rompendo la minchia a noi che con le tasse paghiamo anche le numerose autorità

  3. vm dice:

    sarebbe anche utile che i cittadini curassero un po’ meglio la propria privacy. In pochissimi sanno che per ridurre drasticamente le telefonate indesiderate (con le dovute eccezioni) è utile iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni. Ci vogliono 5 minuti http://buff.ly/19G3vNp

  4. Lady Zion dice:

    @vm ti posso garantire che il Registro pubblico non serve a niente. Mi sono iscritta con entrambi i numeri di telefono fissi e le telefonate continuano ad arrivare. 5 minuti persi.

  5. Pier Luigi Tolardo dice:

    Mante, ha ragione perchè dovrebbero essere vietati questi software che generano il fenomeno e che fino a 6-7 anni fa non erano utilizzati ma il problema è che lo stesso Soro ha dichiarato che non hanno le forze e mezzi per fare i controlli nei Call Center….

  6. mORA dice:

    @Pier Luigi Tolardo

    Anche perché le autorità straniere non collaborano…

  7. Pier Luigi Tolardo dice:

    @mora solo in parte, perchè comunque un Call center anche se si trova all’estero commercializza servizi e prodotti per aziende italiane che non possono declinare le loro responsabilità in quanto soggetti che appaltano, pagano il servizio e lo controllano in quanto a risultati e prestazioni e quindi anche rispetto alla tutela della privacy…

  8. vm dice:

    @Lady Zion
    “Sottolineo […] che l’iscrizione nell’elenco delle opposizioni blocca qualsiasi trattamento quando i dati sono raccolti dall’elenco telefonico. Se il venditore trova i tuoi dati da fonti diverse dagli elenchi telefonici potrà continuare a chiamarti.”
    cito da un mio post http://buff.ly/HYV4q6 più completo sull’argomento.

    Per me ha funzionato benissimo. Qualche telefonata arriva ancora ma la situazione è notevolmente migliorata.

  9. Lady Zion dice:

    @vm quindi alla fine va bene solo con i privati perché se un’azienda ha una pagina fb, o un sito web in cui inserisce i suoi dati telefonici per essere contattato dai clienti o dai fornitori, l’iscrizione diventa un’inutile perdita di tempo. Mi spiace per i poveri cristi che ci lavorano ma io ho risolto buttando giù la cornetta non appena sento il rumore di sottofondo dei call center. Pure dal cellulare. :)

  10. vm dice:

    @Lady Zion
    effettivamente il call center cerca “solo” di proporti un altro fornitore…

    purtroppo o per fortuna (è diventato più semplice per le aziende gestire dati) dal 2011 la normativa italiana non tutela più la privacy delle persone giuridiche (art. 40 DL “Salva Italia” n.201 del 6/12/2011) vedi

    Modifiche al Codice Privacy nel Decreto “Salva Italia”: non cambia nulla per pubbliche amministrazioni e imprese, anzi… | Saperi PA http://buff.ly/1880NX4

  11. marcello dice:

    il registro delle opposizioni è inutile, mi sono iscritto e le telefonate arrivano lo stesso.

    L’unico valido antidoto è la segreteria telefonica, specie se come la mia che risponde “pronto?”, ti lascia parlare un pò e poi continua “non sono in casa, lasciate il messaggio dopo il segnale. bip”

  12. vm dice:

    @marcello
    Ottima idea quella della segreteria. Se invece ti cerca qualcuno che conosci hai il tempo di rispondere. Probabilmente te la copierò ;)

    Un altro metodo che personalmente adotto è dichiarare immediatamente l’iscrizione e chiedere gentilmente di non essere disturbato. Molto spesso l’operatore chiude prima che io possa finire la richiesta. Mi sforzo di ricordare ogni volta che dall’altro capo del telefono c’è una persona che sta lavorando per vivere.

    Mi spiace che il registro delle opposizioni nel tuo caso non abbia funzionato. Probabilmente dipende dal fatto che i dati che utilizzano, li han presi col tuo consenso da carte fedeltà, promozioni o per altre vie. In questo caso particolare il Garante ha predisposto un apposito modello. Leggi quì http://buff.ly/18QBlQi

  13. Michele Michelotto dice:

    Anche io come VM se sono di buon umore lascio parlare l’altro, mi sono convinto che viene pagato per quanti minuti parla e quindi lo lascio parlare. a volte metto in viva voce e lo lascio andare avanti. Se sono di umore cattivo invece riattacco.
    In effetti confermo che se gli parli del registro delle opposizioni immediatamente riattaccano come se gli dicessi “sudo disconnect”
    A volte sono di umore bastardo e li trollo un po’, per esempio chiedo come si chiamano e il loro numero di telefono per richiamarli una delle prossime sere ad ora di cena. Questo li confonde parecchio.

  14. teslainterrotto dice:

    io ormai quando mi chiamano metto su una musica sul computer e dico loro di attendere

  15. frank dice:

    “populista!”

    :-)