Schermata 2013-09-11 alle 10.37.45


Questa è la prima pagina di Repubblica di oggi con la lettera di Papa Francesco in risposta a Eugenio Scalfari. Buonsenso ed eleganza avrebbero consigliato la pubblicazione della lettera senza ulteriori repliche, almeno oggi. Invece il Papa si merita una colonna a sinistra, Scalfari, in una ulteriore controrisposta, due colonne a destra.

11 commenti a “Il senso della misura a Repubblica”

  1. Andrea dice:

    Senectute ipsa est morbus.
    Il problema è quando contagia tutti.

  2. paolo d.a. dice:

    @Andrea
    Io ci vedo più egomania che vecchiezza.
    Però è vero che, alla lunga, entrambe uccidono.

  3. Larry dice:

    Buon senso ed eleganza avrebbero consigliato di pubblicare la lettera di un papa in una pagina interna, non togliendo spazio a notizie importanti. L’articolo sulla Siria relegato nel taglio basso è indicatore del livello di decadimento che interessa Repubblica già da tempo. Ormai i contenuti di Repubblica in generale (e di Scalfari in particolare) sono equiparabili a quelli di un tipico avventore da bar, ma espressi in maniera molto più eloquente.

  4. mario dice:

    Teniamo conto che se ci fosse stato l’esito del voto su Berlusconi probabilmente né il papa né la Siria avrebbero trovato posto in prima. Questa impaginazione è il risultato di un mancato orgasmo.

  5. AndreaS. dice:

    è strano che la foto sia del Papa, e non di Scalfari

    @larry non facciamoci sempre fuorviare dalle nostre idee personali: anche per me la lettera del Papa è secondaria rispetto ad altre notizie, ma se il Papa scrive a un giornale, la lettera è in prima pagina, punto.

  6. Pier Luigi Tolardo dice:

    Non è propriamente una controrisposta maScalfari ricapitola soprattutto le domande che aveva posto al Papa e a cui il Papa ha risposto ed ha fatto, credo, bene, infatti io mi sono precipitato a leggere la lettera di risposta del Papa ma pur leggendo, ogni giorno, Repubblica le domande di scalfari non me le ricordavo più…
    Domani ci sarà invece, così ha preannunciato Scalfari, le sue controrisposte…

  7. Esaù dice:

    @Larry . Tipico avventore da bar, ossia un po’ tutti noi, sarebbe sinonimo di… ?

  8. roberto botta dice:

    la lettera di Francesco in prima ci sta tutta, e fra qualche anno si capirà ancora di più che ci stava tutta.
    Quella di Scalfari non ci sta per nulla, e fra qualche anno si continuerà a capire che non ci stava per nulla.
    In senso più generale, quella pagina farà la gioia degli storici del giornalismo per illustrare, anche visivamente, il decadimento e l’involgarimento dell’informazione nel tempo presente.

  9. frank dice:

    se in bar sotto la tazzina del caffè trovo Repubblica e Sole24 leggo il secondo

    il Sole24 sai che è il Partito di Confindustria, ha una sua linea, suoi contenuti, un suo filtro, una sua grammatica e un suo vocabolario

    quindi basta una traslazione e un’interpretazione

    ma il Gruppo L’Espresso no, è tutto e il contrario, MA con un senso politico: è contro Berlusconi, ma non è di sinistra (e un dettaglio che pochi osservano: si può esser contro a livello commerciale e non politico) è sempre al telefono col potente, ma vuol essere popolare, è privato e privatizzante ma repubblica, è in prima pagina filogovernativo, ma relega sui blog la critica al governo

    come il Partito Demogogico, una sofisticata ambivalenza e io considero oggi uno dei mali italiani

    perchè è vero che è “contro”, ma ci sono tanti modi di essere contro in una dialettica, lo vediamo in Germania, in Francia

  10. Amedeo dice:

    Buonsenso ed eleganza? ma non è amico di Ciarrapico?

  11. diamonds dice:

    il pericolo è la valanga di notizie quotidiane su santi,patroni,funzioni officiate per casi particolari,cambi della guardia in canoniche e arcivescovadi che ammorbano l’aere nei media