image

19 commenti a “E’ che mia moglie non vuole”

  1. mORA dice:

    http://www.youtube.com/watch?v=6h3fnazmnK0

  2. frank dice:

    … del 14 marzo 2013

    comma bis, dell’ufficio sinistri

    come la spartizione delle poltrone che verrà puntualmente fuori in autunno, con Report (se non decideranno di censurare anche quello, dato che la terza rete è di fatto lottizzata da un partito al governo)

  3. Narno dice:

    Ma a chi frega del reddito dei parenti di Letta possiamo dirlo? Ma che diritto abbiamo di saperlo si può aggiungere? Ma chi se ne importa di questa pagliacciata grillesca si può chiedere? Ma crediamo che Craxi le tangenti le mettesse nel 740? Ma si potrà pagare bene, e anche molto bene, un professionista per fare bene il suo mestiere, e poi dare a chi di dovere tutti gli strumenti per controllare e sanzionare?

    Altrimenti sorteggiamo le cariche e rendiamole gratuite, tanto uno vale uno: ci avevano già provato ad Atene nel V secolo a.C., ma non mi pare che sia finita molto bene.

  4. teslainterrotto dice:

    d’accordissimo con Narno

    è che purtroppo molti amano il morboso

  5. mORA dice:

    @Narno, tesla

    Sarei d’accordo con voi, se non fosse che le regole le fanno loro.

    A me personalmente non frega un pezzo magro di quanto guadagna un altro, chiunque esso sia, e vi dico pure di più, secondo me i parlamentari guadagnano poco, almeno rispetto alle responsabilità di coloro che svolgono bene il loro incarico, che non sono pochi checché se ne dica.

    Però, hanno voluto fare i trasparenti?
    E i tre figli minori hanno deciso loro, ha deciso lui, l’ha deciso la mamma o l’hanno mandato sotto nella riunione di famiglia convocata con precipua finalità?

    Quanto alle tangenti nel 740, in Svizzera è possibile :)

    http://edue.wordpress.com/2013/07/17/comera-quella-storia-del-calvinismo/

  6. Notiziole di .mau. dice:

    tra moglie e marito non mettere il 730…

    ma perché dobbiamo fare certe leggi imbecilli?…

  7. uoitiua dice:

    Ma che si facesse anche accompagnare in aula dai genitori, a questo punto.

  8. Carlo M dice:

    moriremo di grillismo.

  9. Gianna dice:

    allora fatemi capire se Matteo Renzi dice che 300mila euro donatigli restano di padre ignoto, che può andare dal fruttivendolo sotto casa al mafioso, causa legge sulla privacy non ci trovate nulla di strano, se i genitori e la moglie di Letta non vogliono che si conoscano i loro patrimoni è uno scandalo.
    Fate pace col cervello.

  10. frank dice:

    c’è un massimalismo pazzesco, dato da un’isteria collettiva e da un controllo diretto dell’informazione televisiva

    le cariche vengono scelte tramite cooptazione e clientela oppure? oppure a sorte?

    non si riesce ad essere civili

    ma chissenefrega di tutto, va bene, ma stiamo parlando di finanziamento della politica, la causa principale di tangentopoli e della situazione ingestibile attuale, perchè la vera tangentopoli non è la mazzetta, ma l’imprenditore che corrompe chi detta legge e fa dei danni spesso irreparabili sia a livello legislativo, che economico, che culturale, che paesaggistico

    una situazione ingestibile per i cittadini, non per chi detta legge, che mette le mani dappertutto

    perchè quella lettera esprime una capacità legislativa, la credibilità nell’imporre LEGGE, “io sono la legge” e sono gli stessi protagonisti di tangentopoli, mentre in altri Paesi civili e democratici in vent’anni rivoluzionano due o tre volte l’intero personale politico

    in Scandinavia la trasparenza, la lealtà, la chiarezza, la fiducia, non sono un optional.. un “AUT AUT” perchè “c’è ben altro!”

    esattamente come alcuni statuti di partito in cui c’è un tetto di tre mandati e parecchie proroghe per i baroni al sesto-ottavo mandato

    e tutto questo è oggettivamente indipendente dalle simpatie o dalle antipatie per un movimento di un comico e che è stato eletto nel 2013..

  11. frank dice:

    EC perchè quella lettera esprime una incapacità legislativa

  12. frank dice:

    EC incapacità, se non disonestà e utilizzo sapiente della burocrazia, ai massimi livelli di potere

  13. mORA dice:

    in Scandinavia la trasparenza, la lealtà, la chiarezza, la fiducia, non sono un optional…

    Per non dire cosa accadrebbe tra gli eschimesi a chi non condivide lo sdøkayükk con gli altri…

    E, prima che me lo chiediate, non so assolutamente nulla né di eschimesi, né di sdøkayükk, ci mancherebbe.

  14. frank dice:

    non so gli eschimesi, ma gli scandinavi sono pagliacci grilleschi, ci mancherebbe.

  15. frank dice:

    se altrimenti sorteggiano le cariche.. perchè lamentarsi se il rappresentante pubblico sceglie il suo miglior amico d’affari per la poltrona di Finmeccanica?

  16. userunfriendly dice:

    Ringraziamo Gianna per aver compilato l’immancabile voce “Perchè Renzi invece…”

  17. Giancarlo dice:

    @userfriendly: sshhhtt, lei è in pace col cervello, vorrai mica che le parta un brainstorming.

  18. Pier Luigi Tolardo dice:

    La legge prevede che sia necessario il consenso del coniuge per pubblicare i suoi redditi e così per i genitori quindi è prfettamente legale che queste persone se ne siano avvalse, non vedo come possa Letta obbligare la moglie a farlo, con la forza, con la minaccia del divorzio? Il problema è che più della metà dei deputati del Pdl e anche non pochi del Pd non presentano alla Camera le proprie dichiarazioni dei redditi e questo mi sembra più grave. Personalmente vorrei che le dichiarazioni dei redditi siano tutte pubbliche ma non so se In Italia ci arriveremo: perfino il famoso Beppe Grillo è contrario alla pubblicazione on line dei redditi. Comunque la stampa ha già reso noto che la casa al Testaccio dove Letta abita è di proprietà della moglie Fregonara(è una loro scelta, credo per aver diritto al mutuo agevolato previsto dalla Casagit per i giornalisti) e tutti sanno che la Fregonara è redattore capo del Corsera, un reddito facilmente presumibile.

  19. Più che una casa di vetro un buco nero - manteblog dice:

    […] solo Enrico Letta la cui moglie, come è noto, non vuole che il Premier esponga pubblicamente i redditi familiari, ma, secondo Open Polis e […]