29
Giu

Schermata 2013-06-29 alle 21.28.18


Sei anni fa più o meno a quest’ora Steve Jobs metteva in vendita iPhone.

19 commenti a “Una vita fa”

  1. Roberto dice:

    e un anno prima io acquistavo il mio primo smartphone, un MIO A701 che aveva tutto quello che avrebbero avuto gli smartphone futuri, compreso il famoso/famigerato tasto “Home”. Fu del tutto incompreso e ignorato, ma funziona ancora e ha cose che non ha nemmeno il mio attuale Galaxy S3.

  2. Fabrizio dice:

    Ne riparliamo a Natale 07? :-)

  3. Sam Sung dice:

    Con buona pace di Steve Jobs e di tutti i “melomani”: nella mia vita niente ipod, iphone, ipad, imac e mi sento una meraviglia

  4. alessandro dice:

    sara’ un buco nell’acqua questo iphone ;)

  5. barcelonese dice:

    io aspettai fino al 3gs, il primo utilizzabile seriamente. e lo uso ancora :)

  6. teslainterrotto dice:

    Roberto
    A701? Non aveva un vero OS mobile, non aveva un App Store e non c’era un kit di sviluppo, non aveva html, non aveva mille altre cose, e non ha nemmeno quasi senso che io scriva queste cose, ma sì…in pratica era uguale se non meglio di un iPhone.

    Elenca le cose che non ha il tuo attuale Galaxy, sono curioso. L’hai scritto, ora elencale.

    Per fortuna che l’avanzare delle tecnologia non è dato in mano a questi ultimi giapponesi, altrimenti saremmo ancora allo startac.

    Sam Sung
    io lo ho e sto una meraviglia :)

  7. teslainterrotto dice:

    senza contare la questione usabilità

  8. Sergio dice:

    Rivedendo oggi la presentazione la parte che probabilmente è andata più storta negli anni è quella con Google: Eric Schmidt che proponeva la fusione delle due aziende dal palco di Steve prima ma poi le cose sono andate in un’altra direzione e ora abbiamo un ruggente mercato Android e Apple che rischia di tornare follower

  9. Roberto dice:

    @ teslainterrotto
    Considerando che stiamo parlando di un dispositivo del 2006, con tutti i limiti del tempo, aveva pur sempre windows mobile 5.0, sincronizzabile con il PC, la suite office con word, excel e ppoint, internet explorer (che funzionava dignitosamente) e un client di posta dignitoso.
    non c’era un app store, ma di software se ne trovava, dal backup automatico su SD card in poi. Bastava cercare su google.
    Aveva il GPS con antenna interna e il TOM TOM funzionava benissimo, meglio che con altri che ho avuto in seguito (HTC con WM 6.5 e 7).
    Cose che Android non ha/aveva?
    Banali ma snervanti a non averle.
    In WM5.0 quando creavi un nuovo appuntamento in calendario appariva un menu di scelta con opzioni preconfezionate: Telefonare a.., Incontrare…, Cena con…, Compleanno di…
    Ok, si vive lo stesso, ma era comodo.
    La rubrica era molto efficiente e più semplice e veloce da utilizzare.
    Ero un utente PALM Pilot, PALM III e Handspring e la scrittura a mano libera era una cosa meravigliosamente veloce. Il WM5.0 l’aveva ancora. Android no (sarebbe stata inutile e inutilizzabile senza stilo, ma io ne sento la mancanza)
    Nel client standard di android che avevo sul Galaxy S Plus non potevi fare copia/incolla del testo di una email, in WM5.0, grazie anche alla presenza dello stilo, potevi copiare tutto, anche una sola lettera. Adesso il mio S3 ce l’ha, ma è il 2013
    Il tasto home aveva anche una specie di anello da usare come joystick, molto comodo e veloce per selezionare oggetti sullo schermo per esempio con i guanti o le mani intirizzite dal freddo

    Insomma secondo me valeva molto più di un melafonino. Era più brutto sicuramente,

  10. gregor dice:

    @Roberto
    Il fatto che né parli al passato dimostra tutto… L’Iphone è l’Iphone.

  11. teslainterrotto dice:

    roberto
    il client di posta dignitoso. In html? No. Fine. Credo basti questo per capire il perché proseguire nel discorso sarebbe inutile.

    iPhone è andato oltre, ha introdotto un pacchetto OS-APP di stile desktop, mai visto prima su un telefono. Se poi vogliamo andare contro a questa ovvietà per non ammettere quel che è, ok va bene. C’è anche chi va dietro alla storia delle scie chimiche, non mi sorprendo mica di nulla. Il 99% delle persone che allora dicevano: “ahah una tastiera virtuale, come fai senza una tastiera fisica ahah Apple ridicola” oggi usa una tastiera virtuale, non necessariamente su iPhone, ma la usa.

    A livello software e a livello di usabilità non esisteva nulla al mondo come iPhone prima di iPhone.

  12. pibo dice:

    6 anni fa. Palm OS centro. tastiera fisica. anellone joystick, html, office, mp3. sdk e app native. stilo, ma si usa coi ditoni. il miglior smartphone che abbia avuto. e che infatti ho ancora.

  13. Net Flier dice:

    l’utilizzo di fuffophone è fermo alla sua presentazione. ed abbiamo detto tutto.

  14. Roberto dice:

    @teslainterrotto
    @gregor
    Quello che intendo sostenere non è che il MIO sia OGGI un telefono attualissimo e meraviglioso, ma solo che l’iPhone non è stato questo straordinario miracolo caduto sulla terra dall’astronave rettiliana di passaggio.

    Ovviamente due anni di sviluppo in più in ambito informatico e TLC sono ere geologiche, ci mancherebbe altro e sarebbe stato inconcepibile da parte Apple sfornare un telefono peggiore di quello di un modesto concorrente sconosciuto (che infatti smise di fare questo genere di dispositivi).

    Il mio unico pensiero è che alla fine il primo iPhone è stato molto meno stratosferico di quanto oggi lo si voglia ricordare.
    Punto.

  15. Sam Sung dice:

    teslainterrotto: e non mi meraviglio :) È proprio questo il messaggio che volevo far passare: “fuffophone” (cit. Net Flier) è solo un oggetto di moda e non fa niente in più o meglio – fin dal suo esordio – rispetto a prodotti similari e più economici della concorrenza

  16. Net Flier dice:

    l’unico vero vantaggio della vita è avere un solo dispositivo su cui fare lo sviluppo.
    ma fino a che viene fatto passare il motivo per cui la risoluzione del display cambia il mondo per scrivere un giochino o un foglio di calcolo, stiamo freschi.

  17. teslainterrotto dice:

    Sam Sung
    è una tua opinione, rispettabilissima probabilmente, ma resta sempre una tua opinione. Io nella vita di tutti i giorni ho provato diversi dispositivi e alla fine ho visto che iPhone per me fa molto di più ma soprattutto lo fa meglio rispetto alla concorrenza. Se poi uno si trova meglio con un Samsung (magari usando la marca come nick, ma quello sarebbe un fanboy quindi non ci interessa) fa bene a usare quello. Tutte le cose sono un po’ anche moda, basta vedere Samsung e i suoi telefoni in oro o quant’altro, ma è normale, al mondo esiste anche la moda e se uno sceglie un oggetto per moda è legittimo lo possa fare, e non lo giudico negativamente per quello. Tu stesso hai certi oggetti o vestiti perché di marca. Poi dirai di no, ma ti capisco :) Se un oggetto fosse solo moda, ad esempio il razr di anni fa, sparirebbe in poco tempo, ad esempio il razr di anni fa. Quando continua a crescere (e anche oggi iPhone è in continua crescita) significa che c’è altro oltre la moda (che quella c’è per tutto). Forse per milioni di persone funziona bene. Chi giudica negativamente una persona per ciò che compra forse ha nostalgia di una certa epoca. Ma come dire, ognuno la pensa come vuole.

  18. Sam Sung dice:

    teslainterrotto: lungi da me giudicare negativamente una persona in base a ciò che possiede o non possiede, volevo dire che succede il contrario semmai perché spesso sono i possessori di questi oggetti del desiderio che camminano a un metro da terra convinti – dal costo superiore? da certi messaggi subliminali? – di avere tra le mani un prodotto migliore

  19. Jayson dice:

    I visited several web pages however the audio feature for audio songs present at this
    website is genuinely wonderful.