Discrete polemiche oggi perché la neoleletta capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera Roberta Lombardi qualche mese fa ha scritto un post sul fascismo (per giustificare le uscite di Grillo su Casapound) in cui diceva:


Se parliamo delle ideologie, penso all’episodio recente di “Grillo che apre a Casapound”. Prima questione: qualcuno mi dice, finchè esistono loro il fascismo non sarà morto, quindi non mi dire che questa ideologia non rappresenta una minaccia presente. Da quello che conosco di Casapound, del fascismo hanno conservato solo la parte folcloristica (se vogliamo dire così), razzista e sprangaiola. Che non comprende l’ideologia del fascismo, che prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia. Quindi come si vede Casapound non è il fascismo ma una parte del fascismo. E quindi solo in parte riconducibile ad esso.



Poi in serata la Lombardi scrive un post nel quale si dichiara allibita dalle strumentalizzazioni che l’hanno riguardata (ah i giornalisti kattivi) nel quale dice:


Mi riferivo, facendo una analisi, al primo programma del 1919, basato su voto alle donne, elezioni e altre riforme sociali che sembravano prettamente socialiste rivoluzionarie e non certamente il preludio di una futura dittatura (http://www.circolorussell.it/index.php?doc=158). Tutte proposte che poi Mussolini smentì già dall’anno seguente, in quello che fu un continuo delirio di contraddizioni. La caratteristica del fascismo fu infatti quella di cambiare sempre le carte in tavola, con l’unica costante che al centro del potere rimanevano sempre Mussolini ed il suo partito unico.
Potere che poi divenne dittatura in un crescendo di violenza. Fino ad arrivare al razzismo e la guerra. Questo il mio giudizio storico e politico, negativo su quell’esperienza. Ora possiamo pensare all’Italia del 2013.



Cerchiamo di capire meglio perché la Lombardi a confusione non scherza: nel primo post dice che quelli di Casapound sono (solo) folkloristici razzisti sprangatori ma che invece l’ideologia fascista “prima che degenerasse” non era poi malaccio. Concetto espresso con maggior vigore nel secondo post (nel quale incidentalmente dimentica di linkare il primo per quanti non lo avessero letto) in cui fa riferimento (ancora) all’anima socialista e riformista del primo fascismo.

Solo che tutta la discussione nella quale la rappresentante grillina si è avviluppata nasce dal fatto che Grillo ha aperto a Casapound (alla parte peggiore del fascismo secondo la Lombardi) e non all’estrazione socialista del primo Mussolini. E allora, in definitiva, di cosa parliamo? Di una signora che nel suo blog per giustificare certe esternazioni casuali delle quali le si chiede conto, peggiora la propria situazione sfidando i principi elementari della logica.

34 commenti a “Incasinarsi sul fascismo”

  1. Claudio dice:

    No Mante si parla di un Grillo che apre a Casapound non sapendo esattamente l’evoluzione/deriva che ora quel partito rappresenta. Grillo nella sua voglia d’informazione non può sapere tutto, e per inciso non ha idea, o forse l’ha solo marginale, di cosa fanno quelli di casapound.

    Tra le prime regole che dovremmo adottare nell’attacco a chiunque dovrebbe esserci la – buona fede -.

    Sai benissimo che l’apertura di Grillo a casapound è stata una battuta per dire che loro aprono alle idee e voler strumentalizzare una frase togliendola dal contesto è davvero un bieco movimento di bit e caratteri mobili.

    Senza voler difendere Grillo è par chiaro allora: un solo comunista eletto rappresenta i Gulag di Stalin o il peggio comunismo Cinese.

    Cerchiamo di rimanere lucidi e avviciniamoci al fatto che ognuno di noi, se inghiottito dal vortice degli eventi, può/possa dire qualche eresia

    Non si dovrebbe mai accusare l’avversario di aver detto qualcosa se poi il nostro migliore amico lo trattiamo con una pacca sulla spalla.

  2. Paolo dice:

    Mantellini, usa meglio il tuo tempo

    http://www.amazon.it/Le-conseguenze-economiche-della-pace/dp/8845921603/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362440633&sr=8-1

  3. Paolo Marani dice:

    A me francamente non mi sembra che l’esponente grillina sia caduta in nessuna contraddizione, comparando i suoi due scritti sull’argomento.

    Essere ecumenici significa non lasciarsi spaventare davanti alle etichette. La stragrande maggioranza dei ragazzi di casapound (anzi, tutti) non ha mai vissuto il periodo fascista, ne riecheggia in qualche modo, in maniera distorta, certi clichè, che giustamente Roberta definisce “folkloristici”.

    Sono ragazzi, spesso ragazzini, domani potrebbero diventare un pericolo per la democrazia, oppure una risorsa per il paese, non possiamo saperlo. Possiamo però cercare di comprendere quanto la loro ideologia sia conseguenza dell’ambiente in cui sono collocati, e giustamente Grillo ha tentato di convincerli che possono aspirare a nobili principi anche valutando il “grillismo” (che brutta parola) che parimenti ha ideali e qualche clichè, ma non ha NIENTE a che fare con nostalgici richiami a qualsiasi tipo di fascismo.

  4. Vanni dice:

    @Paolo Marani
    “NIENTE a che fare con nostalgici richiami a qualsiasi tipo di fascismo.”

    Tranne che chi non è d’ accordo con il Casaleggio-pensiero viene espulso.

  5. Arturo dice:

    Vanni, anche io avevo notato l’ironia della citazione.

    Mi riferivo, facendo una analisi, al primo programma del 2013, basato su e altre riforme sociali che sembravano prettamente socialiste rivoluzionarie e non certamente il preludio di una futura dittatura. Tutte proposte che poi smentì già dall’anno seguente, in quello che fu un continuo delirio di contraddizioni. La caratteristica del ismo fu infatti quella di cambiare sempre le carte in tavola, con l’unica costante che al centro del potere rimanevano sempre ed il suo partito unico.
    Potere che poi divenne dittatura in un crescendo di violenza. Fino ad arrivare al razzismo e la guerra. Questo il mio giudizio storico e politico, negativo su quell’esperienza. Ora possiamo pensare all’Italia del 2107.

    Gioco: sostituite i puntini con quello che ritenete si adatti meglio.

  6. Arturo dice:

    Ooops, ho completamente sbagliato la formattazione.
    Ecco quella corretta.

    “Mi riferivo, facendo una analisi, al primo programma del 2013, basato su … e altre riforme sociali che sembravano prettamente socialiste rivoluzionarie e non certamente il preludio di una futura dittatura. Tutte proposte che poi … smentì già dall’anno seguente, in quello che fu un continuo delirio di contraddizioni. La caratteristica del …ismo fu infatti quella di cambiare sempre le carte in tavola, con l’unica costante che al centro del potere rimanevano sempre … ed il suo partito unico.
    Potere che poi divenne dittatura in un crescendo di violenza. Fino ad arrivare al razzismo e la guerra. Questo il mio giudizio storico e politico, negativo su quell’esperienza. Ora possiamo pensare all’Italia del 2107.”

    Gioco: sostituite i puntini con quello che ritenete si adatti meglio.

  7. Andrea Contino dice:

    Qui si dimenticano di tradurre le due righe più importanti del pezzo del giornalista de El Pais, con il paragone proprio sul fascismo e le ideologie nascenti proprio in quel periodo…

    http://www.beppegrillo.it/2013/03/un_grido_dallit.html

  8. Aghezz dice:

    Mante sta diventando come certi attempati avventori di bar a cui non va mai bene niente e si lamentano sempre di tutto. Pienamente legittimo per carità, ma da uno dei più importanti blogger italiani ci si aspetterebbe di piú e di meglio.

  9. Mike dice:

    Un medico nonchè cantante milanese tanti anni fa cantava così.

    Quelli che Mussolini e’ dentro di noi, oh yes!
    Quelli che votano a destra perche’ Almirante sparla bene, oh yes!
    Quelli che votano a destra perche’ hanno paura dei ladri, oh yes!
    Quelli che votano scheda bianca per non sporcare, oh yes!
    Quelli che non si sono mai occupati di politica, oh yes!

    Direi che che è sempre attuale.

    http://www.youtube.com/watch?v=4Ekmrfm-1O4

  10. Paolo Marani dice:

    @vanni: esatto, NIENTE a che fare con il fascismo. Cacciare qualcuno da un “club” privato non è fascismo. Nessuna compressione del diritto di esprimere le tue idee, nessuna limitazione della libertà privata. Nessuna gogna per questioni di razza, religione, status sociale.

    Grillo NON vuole che sotto l’egida del suo movimento si esprimano critiche verso il SUO operato… nemmeno io lo condivido, ma è legittimo (il simbolo è il suo), e con il fascismo non c’entra oggettivamente nulla.

    Non è la mancanza di democrazia interna, ma l’utilizzo della violenza per imporre la propria ideologia, ciò che caratterizza il fascismo.

    A meno di sostenere che chiunque sia fascista in casa sua.

  11. mORA dice:

    @ Paolo Marani

    La costituzione di due “gruppi di comunicazione”, uno per la Camera e uno per il Senato, sarà definita da Beppe Grillo in termini di organizzazione, strumenti e di scelta dei membri, al duplice fine di garantire una gestione professionale e coordinata di detta attività di comunicazione, nonchè di evitare una dispersione delle risorse per ciò disponibili. Ogni gruppo avrà un coordinatore con il compito di relazionarsi con il sito nazionale del M5S e con il blog di Beppe Grillo. La concreta destinazione delle risorse del gruppo parlamentare ad una struttura di comunicazione a supporto delle attività di Camera e Senato su designazione di Beppe Grillo deve costituire oggetto di specifica previsione nello Statuto di cui lo stesso gruppo parlamentare dovrà dotarsi per il suo funzionamento

    Quindi vediamo se ho capito: Beppe Grillo in parlamento è a casa sua?

  12. luzmic dice:

    Aggiungerò una cosa. Quando Mosè nel deserto battè una roccia col bastone per far sgorgare l’acqua e dissetare il popolo (malmostoso) anzichè limitarsi a parlare alla roccia come gli era stato ordinato, fu punito con il divieto di entrare nella Terra d’Israele, cioè gli fu tolto quello che era praticamente lo scopo di tutta la sua vita (Numeri, 20). Se doventi Parlamentare della Repubblica, i parametri che vanno bene per giudicare amici e conoscenti non valgono più: la scala di valori è diversa. Da un grande potere derivano grandi responsabilità (Ben Parker al nipote Peter).

  13. gfg dice:

    Adesso c’è wiki, non penso che wiki sia una pubblicazione fascista, quando avete letto la biografia di Mussolini venite a raccontarmi che il fascismo non era di sinistra. Quanto al Nazismo, ce l’ha nel nome: nazional-socialismo. Per compito a casa su cos’è la destra studiate Churchill e il partito repubblicano statunitense.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Benito_Mussolini

  14. gregor dice:

    @Claudio
    Appunto Claudio, vediamo di ragionare in buona fede, non mi pare che la Lombardi voglia fare sul fascismo un analisi empiria o scientifica o storica, mi pare che il suo è un giudizio da politico, nel suo complesso ritiene che il fascismo non è stato poi così male, dimenticando l’omicio Matteotti, i brogli elettorali e la marcia su Roma che fu tutto tranne che pacifica. Poche chiacchere, questa Grillina è fascista dalla testa ai piedi ocme lo è La Russa tutti dice che le leggi razziali sono state brutte e cattive, ma nel suo complesso, il partito unico, la propaganda al potere, unione dei 3 poteri dello stato, beh, sono cosa buona e giusta!

  15. Carlo M dice:

    è due giorni che sono a roma e i parlamentari del M5S hanno già combinato sufficienti casini.

    dopo la rettifiche della lombardi sul fascismo, oggi crimi “si corregge” e dice che non appoggiano governi tecnici ma vogliono un governo politico da loro guidato.

    al giorno due, siamo alla seconda smentita. congratulations.

  16. Vanni dice:

    @Arturo
    Splendido,nel tuo commento sono racchiuse le mie stesse preoccupazioni:è la storia che si sta ripertendo,per gli stessi motivi
    e con le stesse modalità.

    @Paolo Marani
    “Non è la mancanza di democrazia interna, ma l’utilizzo della violenza per imporre la propria ideologia, ciò che caratterizza il fascismo.”

    Ed invece è proprio la mancanza di democrazia interna a determinare il fascismo:altrimenti con la violenza ti imporrebbero le idee individuali(che sono già tue),sarebbe il colmo.E’ implicito che la violenza debba servire quando non c’ è democrazia.

    @Carlo M
    Ed io vorrei vederlo il loro governo(degli M5S),vorrei che Bersani glielo lasciasse fare per vedere chi sarebbe il loro candidato premier,chi i ministri,i vice ministri ed i sottosegretari.

  17. Carlo M dice:

    ultim’ora: grillo smentisce il suo capogruppo al senato.
    siamo alla smentita della smentita.

  18. Pier Luigi Tolardo dice:

    Ho 2 possibilità: votare Berlusconi, far fallire l’Italia e ritornare al fascismo, ovviamente quello buono, quasi come una piadina alla nutella….
    Oppure votare Grillo , far fallire l’Italia, ritornare al fascismo, ovviamente quello buono, quello sansepolcristica come una piadina al formaggio biologico perchè la nutella fa abbattere gli alberi della foresta ammazzonica….
    Lo so, sono contrario al nuovo e condizionato dal giornalismo italiano, quando mi deporteranno qui vicino a casa a coltivare riso mi ricorderò di queste pariole…intanto Grillo avrà riportato Casa Pound sul terreno della democrazia…

  19. qfwfq dice:

    Tutto per non voler dire la sola cosa che andrebbe detta:
    “non sono fascista, Casapound non ha nulla a che fare con il M5S”.
    Ma in fondo abbiamo capito che i neoeletti M5S sono inesperti e ritengo che gli si possa perdonare una buona dose di ingenuità senza per questo croocifiggerli per ogni passo falso che fanno.

    Il problema è che in realtà, al di la delle precisazioni e dei distinguo, Casapound e molti gruppi neofascisti, hanno molti punti in comune con Grillo, dalla messa in discussione dell’euro all’antipartitismo, fino alla demonizzazione delle banche e alla “ruralizzazione” della società in nome della decrescita felice; senza contare alcune forme striscianti di xenofobia (dette e poi smentite).

    Punti di contatto che renderebbero plausibile una ipotetica adesione di Casapound a M5S; e questo proprio su un piano ideologico che va oltre le manifestazioni “folkloristiche”.
    Su questo credo che tutto il movimento dovrebbe come minimo riflettere, se non altro per chiarire (e chiarirsi) fino in fondo dove sono le differenze.

  20. se-po dice:

    Una specie di Godwin’s law all’italiana, quando si finiscono le argomentazioni si comincia ad accusare di fascismo.
    In Francia Front National e’ al 18%, in Grecia Alba Dorata ha l’8% dei consensi.
    Veramente volete paragonare il M5S a questi due gruppi? Solo perche’ han detto di no a Bersano?

  21. qfwfq dice:

    @se-po
    mi sembra che sei l’unico che ha fatto questo paragone

  22. Simone dice:

    Mi accodo a se-po, in Italia è fisiologico che qualsiasi partito/movimento raccatti emuli fascisti e/o comunisti, poi viene la pletora di moralisti bigotti che ci stritolano la m….ia sul rischio dittatura.

  23. Simone dice:

    @qfwfq: “come minimo riflettere”…poi facci sapere quando hai fatto l’ovo che ci facciamo la carbonara

  24. Pier Luigi Tolardo dice:

    Allora diciamo così :non penso che i Grillini siano fascisti però è dimostrato(ma sono d’accordo che anche i deputati di prima non erano molto ferratio in costituzione, storia e geografia)che ci si può laureare ed essere eletti in Italia, pur avendo un’idea approssimativa della storia delle leggi e del proprio Paese(quindi anche qualche mia perplessità sul passare allo ius soli per la cittadinanza ai figli degli extracomunitari di fronte a casi come questo mi sta passando velocemente) e che questo è il bello della democrazia, cioè la demopcrazia è che anche sei un pochino ignorante e superficiale ma votato è meglio di un professore non votato da nessuno perccato che questo concetto che credo, senza ironia, giusto molti che oggi vanno pazzi per il 5 Stelle non lo esprimevano ai tempi della Dc o del governo Berlusconi…Voglio scandalizzarvi tutti: il meglio, anche se non l’ho votato e non lo voterò mai, è il Prof.Quagliarello, berlusconiano, di destra, molto votato, è anche colto, però l’importante è che sia molto votato, e lo sarà anche in caso di vittoria assoluta dei grillini perchè potrebbero andare anche oltre il 50% ma non penso in questo secolo al 100%.

  25. diamonds dice:

    non vorrei allarmarvi,ma nel 2010,nel periodo estivo,in una puntata di un programma rai tipo la grande storia(ma forse non quello)venne portata avanti la tesi per cui se mussolini fosse crepato nel 1937 o avesse ceduto il passo a un altro premier più democratico e magari fossimo rimasti neutrali,oggi le piazze dei principali luoghi abitati d’italia sarebbero a lui dedicate.Io non c’entro

  26. Pier Luigi Tolardo dice:

    Si, è uscito un libro di Enrico Brizzi ambientato negli anni ’70, con il Duce ormai vecchio e morente perchè l’Italia era rimasta fascista rimanendo neurtrale tipo Spagna di Franco , peccato che i monumenti a Franco siano stati abbattuti anche se la Spagna era rimasta neutrale…

  27. Daniele Minotti dice:

    Però i fascisti hanno fatto qualcosa di buono, un fascismo dal volto umano.
    Minchiate.
    Minchiate al pari di quello che dicono ancora oggi molti di PD circa certe cose criminali di comunismo e alcuni suoi protagonisti (Togliatti compreso, mi spiace per i sostenitori).
    La storia non insegna, e questo è un dramma: forse perché non la si studia

  28. Dino Sani dice:

    Da un’intellettuale come te mi aspetterei, piuttosto che stare dietro a queste sciocchezze da gazzettieri italiani (non li definirei neppure giornalisti) dei ragionamenti seri sulla “primavera italiana” come fa, ad es, Marco Agosta su linkiesta http://www.linkiesta.it/grillo-estero o dalla Spagna quelli di El Pais http://www.presseurop.eu/it/content/article/3494231-grillo-da-esportazione?fb_action_ids=10200796331338512&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582
    Che ne dici?

  29. Daniele Minotti dice:

    Ah, se finisce come la primavera araba, siamo a posto

  30. mORA dice:

    @DM

    No, altro che primavera araba:

    http://video.repubblica.it/dossier/movimento-5-stelle-beppe-grillo/il-deputato-m5s-negli-usa-microchip-nel-corpo-umano/121432/119917

    Qui è inverno siberiano.

  31. Pier Luigi Tolardo dice:

    Dai barbari sognanti a Scilipoti, da Scilipoti a Casaleggio, passando per Andreotti, Mastella, D’Alema che fail risotto da Vespa, Occhetto che si bacia sulla barca, è il Titanic, no è il campionato più bello del mondo…Olè…

  32. parodi dice:

    Continuo a percepire un astio gratuito e di posizione.
    Come quello di chi crede di aver fatto perfetto il compito in classe e vede il compagno prendere un voto piu’ alto.

  33. mORA dice:

    @parodi

    Astio? Come quello di uno che manda affanculo tutto e tutti e li dichiara morti?

  34. Claudio dice:

    Ma perché alcuni commenti li modera altri no? Hai un WP censore :)