Questa mattina un gentile signore nella piazza del mercato di Cesena mi ha chiesto se poteva darmi un volantino rosso. Grazie sì, ho risposto. Era il programma elettorale del Partito Comunista del Lavoratori e così, per vostra curiosità, vi ricopio un paio di punti che mi hanno colpito:


VIA GLI STROZZINI.
ANNULLAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO VERSO LE BANCHE.
NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE, SOTTO CONTROLLO SOCIALE.

Allo strozzinaggio usuraio praticato dal capitale finanziario contro i lavoratori e la popolazione povera va contrapposto un piano di misure altrettanto radicali:

1)Annullamento del debito pubblico verso le banche.
Ripudio unilaterale del “fiscal compact” e dei trattati dell’Unione Europea ( Unione degli industriali e dei banchieri contro i lavoratori europei).

2)Soppressione delle misure finanziarie e fiscali antipopolari connesse: a partire dai tagli alle pensioni, alla sanità, alla scuola, ai trasferimenti pubblici ai Comuni; dall’imposizione dell’IMU sulla prima casa di normale abitazione; dall’aumento dell’IVA e delle imposte indirette.

3)Nazionalizzazione delle banche, senza indennizzo per i grandi azionisti e con la tutela dei piccoli risparmiatori.
Unificazione delle banche in una unica banca pubblica, sotto controllo sociale.

4)Investimento delle risorse così risparmiate nella scuola pubblica; nell’università pubblica; nella sanità pubblica; nel ripristino di un sistema pensionistico a ripartizione, con la cancellazione di tutte le controriforme realizzate negli ultimi 20 anni, in fatto di trattamenti previdenziali, da parte di centrosinistra e centrodestra.

5)Abolizione dei finanziamenti pubblici per scuola privata, università privata, sanità privata. Loro nazionalizzazione, sotto controllo sociale.

ROTTURA COL VATICANO.
ABOLIZIONE DI TUTTI I PRIVILEGI CLERICALI.
ESPROPRIO DELLE GRANDI PROPRIETA’ ECCLESIASTICHE.

Al potere debordante del capitalismo ecclesiastico va contrapposto un insieme di misure coerentemente democratiche, anticlericali, anticapitalistiche

1)Abrogazione unilaterale del Concordato col Vaticano.
Abolizione di tutti privilegi, fiscali, giuridici, normativi, assicurati alla Chiesa cattolica: a partire dalla truffa dell’8 per mille.
Abolizione dell’insegnamento religioso confessionale nella scuola pubblica.
Investimento delle risorse così risparmiate nell’assistenza sociale, nei servizi pubblici, nel reddito ai disoccupati.

2)Esproprio dello IOR e commissione popolare d’inchiesta sui crimini finanziari vaticani.
Esproprio delle grandi proprietà immobiliari ecclesiastiche e loro destinazione ai servizi sociali e alla realizzazione del diritto alla casa.


17 commenti a “Un partito radicale”

  1. paki dice:

    MAnte..e una tua opinione in merito?

  2. massimo mantellini dice:

    Boh, il mio parere forse è che viviamo in un mondo collegato, far finta che non lo sia non ci aiuterà

  3. L1 dice:

    e’ tutto fattibilissimo, ma mezz’ora dopo che s’e’ deciso il programma ci bombardano gli americani. o i russi, o i cinesi. insomma ci bombardano

  4. Paolo dice:

    Ti piace la politica con Loden, eh

  5. MaBi dice:

    La prima parte e’ un delirio ma sulla secondo concordo in tutto, parola per parola. E penso che anche ormai una discreta parte degli italiani sarebbe d’accordo. Non la maggioranza, certo, ma sono sicuro che il nostro parlamento ancora filo-clericale al 100% non rappresenta piu’ la societa’ attuale.

  6. Matteo De Felice dice:

    Bella la storia dell esproprio, comunque quando ti prendi qualcosa che non è tuo si tratta di annessione, invasione, non esproprio :) allora propongo di prenderci pure l’austria…anzi, di espropriarla…
    Grazie della condivisione…

  7. a. dice:

    mmm.. pensavo di votare FeL ma ora sono _incerto_

  8. Avanti o popolo, alla riscossa dice:

    concordo senza se e senza ma

  9. Signor Smith dice:

    Unificazione delle banche in una unica banca pubblica, sotto controllo sociale.
    Controllo sociale… il CdA si riunisce allo stadio di San Siro?

  10. Orfeo Bossini dice:

    Be’, un programma moderato e di buon senso. Non ci trovo niente di radicale… :)

  11. francescoX dice:

    e San Marino lo lasciamo stare? ….

  12. Mariano dice:

    Ogni tanto mi diverto con i miei amici, in compagnia di una buona birra, a fare lo stalinista…
    Altrettanto divertente è verificare quante delle assurdità dell’ “agenda anticapitalista” di Ferrero sono presenti nei programmi di altre forze politiche, il cui ingresso in parlamento è più probabile

  13. mario dice:

    manca “con le budella dell’ultimo prete impiccheremo l’ultimo re”

  14. Miss Ringnes dice:

    Utopisticamente parlando, Tommaso Moro se l’era cavata meglio.

  15. Guido Gonzato dice:

    Ritengo questo programma inaccettabilmente moderato e filoclericale. Perché non si parla di impiccagione dei preti, fucilazione del papa, abolizione della proprietà privata, obbligo delle donne di darla a chi la chiede e tante altre simili cose assolutamente di buon senso :-) ?

  16. diamonds dice:

    ” E mo?? se pijamo roma?? (” Famo domani!”)

    cfr romanzo criminale

    http://diffusioneftp.com/nicola/MUSICA/Romanzo%20Criminale%20Soundtrack%20-%20Equipe%2084%20-%20Io%20Ho%20In%20Mente%20Te%20Meglio.mp3

  17. Alessandro dice:

    Credo che quello che questi signori ora chiedono sia un “tantinello” esagerato, ma quello che abbiamo potuto permettere e subire in questi pochi decenni è una colpa colossale. Macerie e disillusione totale. Amen