Ricopio alcuni stralci dalla raffinata analisi sociologica sui videogiochi di Aldo Cazzullo sul femminile del Corriere della Sera:

“La vera piaga dell’infanzia e dell’adolescenza di oggi sono i giochi elettronici. Alcuni sono violenti, razzisti, orribili. Altri sonosuadenti, affascinanti (ce n’è uno che consiste nel comporre uno zoo, curando animali malati e facendo nascere cuccioli). Quindi i giochi elettronici non sono tutti uguali, e non rappresentano un male in sé. Tutti però proiettano i nostri figli al di fuori di se stessi e rischiano di farne degli alienati. Come una droga, li allontanano dallo studio, dalla lettura, persino dalla tv. Film che a noi sono sembrati un fuoco di fila di trovate, da Piccolo grande uomo alla saga di Indiana Jones, a loro sembrano lenti e troppo lunghi. Pare passata un’era geologica dai primi videogames, quelli con i marzianetti che apparivano così facili da abbattere. Invece i marzianetti si sono riprodotti ed evoluti. E vogliono rapirci i figli”


25 commenti a “I nostri figli rapiti dai marzianetti”

  1. Gaspar dice:

    E’ un dramma, li allontanano dalla TV! Fate qualcosa!

  2. Andrea Contino dice:

    Dio mio. L’impotenza dei genitori, poveretti…

  3. Giacomo dice:

    24 anni. Sono cresciuto giocando ai videogiochi più violenti (GTA, Tekken, ecc.) e sono sempre stato non-violento grazie ad una madre che mi ha insegnato a distinguere tra la realtà ed i videogiochi.

  4. alf dice:

    Boh, a me è sempre parso (giocandoci, anni fa) che fossero un modo per scaricare l’aggressività, ma certo parlo per me, non essendo in grado di elevarmi alle cazzullesche analisi sociologiche del Corriere.

  5. userunfriendly dice:

    Invece il linotipista ha ragione.
    I videogiochi son da vietare; tutti. anche pacman che induce al consumo di droghe.
    E la pornografia, mai far vedere una tetta quando si può far vedere una sparatoria.
    E via tutti quei testi sconci e violenti tipo cappuccetto rosso in cui squartano un lupo per tirar fuori una nonna viva, i genitori di hansel e gretel che abbandonano i bambini nel bosco.

    E’ chiaro che poi una cresce violento

  6. userunfriendly dice:

    (e sgrammaticato, sorry)

  7. emanuele dice:

    Alcuni commentatori (che magari hanno solo due anni più di me) hanno il dono di farmi sentire immensamente giovane, quasi adolescente. A 50 anni suonati sono ancora un appassionato di videogiochi e infatti mi sento un po’ proiettato al di fuori di me stesso. Almeno quando guido un’armata di mongoli alla conquista della Cina.
    Grazie Cazzullo

  8. Stefano dice:

    “persino dalla tv.”

    dire che basta questa frase.

  9. Padre Giacobbo da Voyager dice:

    e già non ci sono più i videogiochi di una volta e nemmeno le mezze stagioni

  10. Luigi dice:

    Confido nell’intervento della SHADO

  11. momin dice:

    Dico una banalità se affermo che quest’uomo scrive emerite cazzullate?

  12. antonio dice:

    Qui prima era tutta campagna…. prima che qualcuno ci rapisse :)

  13. mima dice:

    “perfino dalla tv” è magistrale, ora lo stampo e lo incornicio.

  14. nicola dice:

    Come all’inizio degli anni 80. Lo stesso testo dovrebbe andare bene con i “ponti ologrammi” fra una 50ina di anni.

  15. Giancarlo dice:

    Aldo Cazzullo
    Femminile del corsera
    Sociologia dei videogiochi
    … Va beh, cosa vuoi pretendere? Sarebbe come prendere seriamente un trattato di femminismo su una rivista porno.

  16. gregor dice:

    Io ho giocato a giochi di strategia del calibro di Age Of Empires, Red Alert, StarCraft ecc… Non ho ancora tentato di conquistare il mondo, ma c’è tempo…

  17. Simone dice:

    Sara’ pure cazzullo ma a me non pare pisci fuori dal vaso.

  18. Paolo d.a. dice:

    E’ disinformato. I marzianetti hanno smesso di rapire bambini da decenni. Il vero pericolo oggi sono i venusiani bicefali.

  19. duffogrup dice:

    Cazzullo avrà sbroccato perchè il giorno prima è tornato a casa e ha trovato i figli attaccati alla wii con i compiti ancora da fare. comprensibile

  20. Visto nel Web – 63 « Ok, panico dice:

    […] I nostri figli rapiti dai marzianetti Cazzullo! ::: manteblog […]

  21. Claudio dice:

    Non saper fare trick è frustrante

  22. Andrea dice:

    Devo portare urgentemente i miei figli in un bordello, prima che i marzianetti me li rapiscano!

  23. Fabrizio dice:

    Io l’avevo detto alla signora Rosa di non far giocare il piccolo Silvio a GTA…

  24. stefano hesse dice:

    invece guardare i slogodinomonsters mangiarsi a vicenda in tv aiuta molto la crescita. oppure le veline.

  25. atos dice:

    io mi divertivo un casino con i marzianetti , nel1980.