Oggi ho letto rapidamente il blog di Olga, giornalista precaria alle prese con un direttore molto presente:

Quando lo incontro a Roma per la prima volta non so ancora il suo vero nome: Porco.


2 commenti a “Chiamami porco”

  1. Marco dice:

    Ho letto l’ultimo post di quel blog, non so…cosa faccio? Lo leggo tutto e poi scopro che è scritto da Facci o qualche altro giornalista con una gran voglia di fingersi donna?

  2. stefano nicoletti dice:

    E’ una buona storia da leggere, mi ricorda “Studio illegale”.
    Vera, non vera? mi chiederei piuttosto: verosimile, non verosimile?