Ieri il Telegraph ha (perfidamente) dato la notizia delle intenzioni del Guardian di passare in tempi brevi alla sola versione digitale abbandonando la carta. La smentita è arrivata in tempi brevissimi (un’ora). Oggi invece Newsweek ha annunciato ufficialmente che da inizio 2013 non pubblicherà più la versione cartacea.

6 commenti a “Cose di carta che cambiano (CCCC)”

  1. Franco dice:

    Vorrei fare il giornalista: fra un anno mi iscriverò all’università. Potete darmi dei consigli? Quali strade prendere?

  2. gechi oh dice:

    Il modo in cui fruiamo l’informazione è cambiato, irrimediabilmente. Il futuro sarà sempre più digitale, più multimediale, più online. Evviva l’immeditezza della notizia, evviva il fascino dell’informazione impressa sulla carta, a futura – molto futura – memoria.

  3. Claudio dice:

    @Franco

    dai confessa stai scherzando vero? :-)

  4. Claudio dice:

    @Gechi,

    tutto bello peccato solo che in Italia abbiamo una banda larga che non pensa alla banda larga ;-)

  5. Paolo dice:

    Bello, qualche albero in più.

    @Franco
    eh?? ;)

  6. Franco dice:

    Non scherzo: vorrei qualche dritta su come diventare giornalista. Grazie