6 commenti a “Bubble Gum Gourmet #4”

  1. Santiago dice:

    Al minuto 1.08 ha vinto. Possiamo ammirare come aspira e sente col palato i sentori della cicca. È il miglior sommelier di cicche che io abbia mai visto.

    PS: comunque ha detto cingomma, se fosse romagnolo avrebbe detto cicca. È incredibile come ci siano tanti sinonimi per dire bubble gum in Italia, variano a livello regionale :D

    La parola inglese “chewing gum” ha subìto uno spontaneo processo di italianizzazione diverso da regione a regione, divenendo di volta in volta cingoma o cingomma, ciunga, ciuinga, ciuinghino, gingomma, gigomma, gomma, cingom, cincingomma, ciringomma, sciangomma, cevingum, cinciùm. Altrettanto usati, seppur non derivati direttamente dalla parola chewing gum sono, ad esempio, cicca, cicles (vedi più sotto a proposito del Chicle), cicolo, caucciù, masticante, mastica, tiramastega, ciga, masticozza, masticone, mangione, gennofritta.

  2. Giovani degustatori crescono « Studio Cru dice:

    [...] Mantellini. Share By Davide Cocco on 22 settembre 2012   /   Società digitale   /   [...]

  3. juhan dice:

    mah, Mante a volte, come dire, come si dice, ecco!

  4. ONAC – Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Cingomme | enoiche illusioni dice:

    [...] il primo episodio, qui il secondo e qui il terzo. Via Massimo Mantellini. Scritto da Jacopo Cossater | Pubblicato in Collegamenti | Tag: Bubble Gum Gourmet, Massimo [...]

  5. Gianni dice:

    Aggiungerei ciringumme.

  6. valentinaa dice:

    Io, da me, la ciunga.