“Avvertenza: questo blog è stato riscritto”.



Basterebbe l’incipit di questo post di Leonardo Coen, che è un bravo giornalista che tiene un blog (a questo punto direi quasi obtorto collo) sul sito di Repubblica da molti anni, per dichiarare chiusa la partita. Coen è prima caduto a piedi pari dentro la bufala che girava in rete nei giorni scorsi sui meravigliosi risultati dei primi giorni della Presidenza Hollande, poi ha fatto quello che in qualche misura tutti abbiamo prima o dopo fatto, vale a dire ha corretto il tiro sperando di non essere (troppo) visto. Nulla di più sbagliato: secondo la perversa legge della cancellazione su Internet, qualsiasi virgola malposta sarà registrata e presa in carico da qualcuno. Questo qualcuno, nel giorno in cui tu ti accorgerai dell’errore e silenziosamente prenderai la benedetta virgola per metterla nella sua giusta posizione, se ne uscirà pochi secondi dopo con un commento a caratteri cubitali del tipo

“EHI TU COME MAI HAI SPOSTATO QUELLA VIRGOLA?”.

Nel caso di Coen si è trattato di una virgola gigantesca e al posto dell’edit silenzioso (il post è stato in gran parte riscritto) l’autore ha scelto lo scontro diretto con il mondo intero. Lo schema in questi casi prevede distinguo a gogo, giustificazioni a frotte, negazione dell’innegabile, accusa di viltà all’avversario anonimo, e, infine, spuntata ogni altra arma, alte grida al complotto. Tutto molto umano, piuttosto ridicolo e in molti casi – per le persone intelligenti come Coen – magari perfino educativo.

6 commenti a “La legge della cancellazione su Internet”

  1. Giuseppe dice:

    Virgola? Ma dici davvero, era una virgola? Sarà così, se lo dici tu.

  2. Daniele Minotti dice:

    Sei un fascista, reazionario e complottista. Almeno secondo la teoria di Coen.

  3. femetal dice:

    Ma quello che canta “I’m your man”???

  4. alf dice:

    Due pesi, due misure. Infatti tutto è relativo: non è che tiri Coen verso di te, ti stai spostando verso di lui.

  5. enricoporro dice:

    Il blog Pazzo per Repubblica, dopo aver riconosciuto l’errore di Leonardo Coen, gli ha dato la possibilità di un’ulteriore replica: http://pazzoperrepubblica.blogspot.it/2012/07/dovere-di-cronaca-diritto-di-replica.html 

  6. Visto nel Web – 36 « Ok, panico dice:

    [...] il dr.prof.) Poi cosa vuol dire intelligente? Alche Giuliano Trippone Ferrara è intelligente. ::: manteblog ::: [...]