Stefano Quintarelli ha scritto sul suo blog una breve storia della sua candidatura in Agcom.

Credo che nei prossimi anni potrebbe essere stato utile integrare le competenze di AGCOM con una esperienza come la mia che ha riguardato molti ambiti, da free lance a startupper a manager, con il comun denominatore dell’innovazione tecnologica: software house, tlc, internet (inteso come fili), outsourcing, web, editoria, venture capital, finanza.

Sia beninteso, non sono certo l’unico con esperienze simili nè il più qualificato in nessuno di questi ambiti. Per riprendere una analogia che ho fatto nelle scorse settimane, non sono il miglior pilota, ma c’è una ambulanza da guidare, so farlo, potrei dare una mano.


3 commenti a “Guidare l’ambulanza”

  1. Daniele Minotti dice:

    Dov’è il bottone del like?

  2. unit dice:

    bah, una auto-dichiarazione di irrilevanza politica.

    Peccato, ma se ci si aspetta che le cose cambino per buon cuore non si può che finire così, irrilevanti, appunto.

  3. Vittime della P2 dice:

    Penso che sia la candidatura piu’ qualificata che ho sentito finora. Peccato che non la considerino.

    http://vittimep2.blogspot.com