Ho letto sull’Espresso ad occhi leggermente sbarrati la chiacchierata che il buon Alessio Jacona ha fatto a Berlino con il futurologo svedese Alexander Bard. Sulle prime mi sono un po’ preoccupato, poi ho visto su Wikipedia che Bard è stato a suo tempo seguace di Zoroastro.


«Al Qaeda è un esempio potente in questo senso. E noi tendiamo a dimenticare che essa è un fenomeno della rete tanto quanto lo sono Facebook o Google e che abbiamo grosse possibilità di ritrovarci nei prossimi anni con una Al Qaeda cristiana e americana, un gruppo di estremisti religiosi pieni di risentimento che avranno realizzato di non poter ottenere il potere senza esercitare la violenza».

«Internet non è qui per salvarci ma, semplicemente, è qui. Creandola, abbiamo liberato qualcosa di enormemente potente che non capiamo e che nel 21° secolo ci aiuterà a fare cose fantastiche, ma che al contempo ci costerà anche distruzione e scatenerà conflitti. La rivolta in Siria ne è un esempio perfetto e credo che molte delle prossime guerre nasceranno da dentro la rete».


11 commenti a “Presto, segua quel dividuo!”

  1. L1 dice:

    sarebbe il caso di fare una legge per regolamentare l’internet una buona volta

  2. Luca Sartoni dice:

    Alexander ha fatto cose che noi umani non possiamo neanche immaginare.

  3. Luigi dice:

    Il concetto formulato non mi sembra così peregrino. Si sta dicendo semplicemente che se abilitiamo infrastrutture che facilitano la comunicazione si hanno dinamiche nuove legate alla alta capacità di connessione. In base a questo concetto la linea ferroviaria Verona-Bologna aveva un solo binario, oppure in Spagna la ferrovia aveva adottato uno scartamento diverso per impedire una maggiore penetrazione in caso di invasione.
    Mi sembra abbastanza intuitivo che la rete abiliti dinamiche di aggregazione che non si avrebbero senza. Senza TV Berlusconi non sarebbe riuscito a far decollare Forza Italia in pochi mesi.

  4. matteomenin dice:

    Escludi quindi che sia stato Jacona a convincere Bard?

  5. Fedz dice:

    Sarò un uomo terra-terra, ma mi sembra non abbia detto niente di illuminante o utile. Sostituendo alla parola internet altri oggetti, reali o metafisici, l’ultima frase funziona lo stesso. per esempio io ho provato con questi: stampa, automobile, plutonio, collirio anti-infiammatorio, margarina, tagliacapelli.

  6. clockx dice:

    @fedz: ho riso molto.

  7. gavrilo dice:

    Non ha detto nulla di interessante, ma ai pipparoli delle nuove tecnologie questi discorsi inutili piacciono tanto. Fanno così… esperto.

  8. giuliomozzi dice:

    Mi vengono in mente quegli antiabortisti che, in nome della vita, hanno ammazzato alcuni medici. Vedi ad esempio. E’ questa, o questa potrà diventare, l’ “Al Qaeda cristiana e americana”?

  9. vanni dice:

    Forse è il linguaggio da futurologo che appare delirante,ma il ragionamento mi sembra funzionare.Ci sono parecchi esempi che lo provano,in Italia,ad esempio,il Movimento 5 stelle.

    E’ anche vero che non è dimostrabile il collegamento fra la rete, che è uno strumento di comunicazione, e la violenza ed il terrorismo.

  10. Daniele Minotti dice:

    Non capisco perche’ tutto questo accanimento contro un seguace di Zoroastro

  11. mORA dice:

    @Fedz

    Hai dimenticato la ruota :)