Dal prossimo 27 aprile Amazon inizia a vendere Kindle Touch anche in Italia

8 commenti a “Libri da toccare”

  1. Alessandro Ronchi dice:

    Io invece ho preso il Kobo Touch (in un e-commerce italiano) e mi trovo benissimo.

  2. Davide Costantini dice:

    Interessante, mi chiedo quando arriverà il Fire… E’ già prevista una data?

  3. Prometeo dice:

    E fra 20 anni: un post in cui Mantellini scriverà “Oggi mi è arrivato un pacco con dei libri di carta… e ho maledetto tutta la letteratura variamente digitale che ho letto negli ultimi decenni” ;-)

  4. gabriele dice:

    io lo trovo un ottimo prodotto!
    comunque, quando ho acquistato la versione touch/con inserzioni/no 3g dallo store usa l’ho pagata molto meno del prezzo a cui lo vorrebbero vendere qui… e c’è da considerare anche che il kindle store italiano non è poi fornito come quelli uk o usa, decisamente qui non stanno facendo molto per invogliare i potenziali clienti!

    chissà poi se, dovesse colpire la sfiga, potrò farlo riparare comunque da amazon.it? non mi è chiaro…

  5. Alessandro dice:

    sticazzi

  6. Giovanna Lombardo dice:

    Non mi interessa affatto possedere un aggeggio per avere con me contemporaneamente 60.000 libri. A che pro? Come oggetto è fighissimo… sicuramente sarà il top come visione e maneggevolezza e compatibilità…se lo dice Mante. Ma io voglio IL LIBRO. THE BOOK. Ma a cosa serve ditemi…fatemi capire..perchè tanto uno legge un libro alla volta..e allora si porta dietro quello, o al limite in vacanza se ne porta 5 o 6. Poi spiegatemi , che fate…esce un libro del vostro scrittore preferito e voi non lo comprate di carta? Vi basta tenerlo lì dentro? E in casa…? Cosa esibite? L’aggeggio appoggiato sulla mensola? E sul comodino cosa appoggiate? La tavoletta? IO amo la mia camera con pile di libri accatastati e vissuti. Amo troppo avere un libro in mano, sfogliarlo…e poi voi..non sottolineate mai? Boh e riboh….ciao!

  7. Condor dice:

    Io ero molto scettico sugli E-Reader, credevo che mi sarei trovato male a leggere libri in quello schermo che consideravo minuscolo. Ma devo ricredermi, posseggo il Kindle (non touch) da 4 mesi e da quel momento non sopporto più i libri di carta, addirittura ho preferito leggere la versione digitale di un libro che avevo pure cartaceo. L’ultimo libro di Grisham l’ho comprato su Amazon parecchi giorni prima che uscisse la corrispondente versione cartacea ed è costato pure meno, 10 euro contro 16 euro.
    Ebook tutta la vita, per me i libri di carta non hanno più motivo di esistere.

  8. Condor dice:

    P.S. L’odore della carta e dell’inchiostro? Li ho dimenticati appena ho iniziato a leggere sul Kindle, alla fine basta leggere, con quale mezzo non è importante…