Google ha cambiato l’immagine che MG Siegler di TechCrunch usava nel suo profilo G+ senza nemmeno avvisarlo. Fa piacere che ci sia qualcuno che veglia su di noi e ci protegge. Queste le ragioni:


As the first point of interaction with a user’s profile, all profile photos on Google+ are reviewed to make sure they are in line with our User Content and Conduct Policy. Our policy page states, “Your Profile Picture cannot include mature or offensive content.” Your profile photo was taken down as a violation of this policy. If you have further questions about the policies on Google+ you can visit http://www.google.com/intl/en/+/policy/content.html, or click the “Content Policy” link located in the footer of Google+ pages.


4 commenti a “Don’t be finger”

  1. Terminologia etc. » » Occasionalismi: nymwars dice:

    […] 2011: sulla gestione dell’identità online, un intervento di Apogeonline. 28 dicembre 2011: leggo qui che la foto scelta per il proprio profilo di Google+ può venire censurata se ritenuta offensiva. […]

  2. Gabriele dice:

    The Big Brother!

  3. Gianmarco dice:

    Proporrei di metterne una simile per ogni profilo: oggi lo faccio al mio, aggiungendo magari lo sfondo di google (ma ho un profilo su google?mah)

  4. Camillo dice:

    La caratterizzazione “cristiana” di Google con l’aggiunta di una croce accanto alla G: “G+” non è offensiva nei confronti dei nostri fratelli ebrei, musulmani… etc?