Nonostante tutto la pagella di D’Orrico su La Lettura del Corriere non è il diavolo. 6+ con un pezzo che, se lo trovate, vale la pena leggere (una sintesi: Volo non è il peggior scrittore italiano, meglio lui di De Luca, Mazzantini o Carofiglio).

update: il pezzo di D’Orrico che vi dicevo è ora on line qui.

12 commenti a “Regali di Natale”

  1. ArgiaSbolenfi dice:

    Se non altro i libri di Volo sono corti.

  2. valeria dice:

    sto ancora cercando di capire se sei ironico oppure no.

  3. marco dice:

    almeno carofiglio scrive e parla in italiano corretto.

  4. cossetta dice:

    Il tuo sguardo però…

  5. pierluigi tolardo dice:

    Non l’ho mai disprezzato: ma Il tempo che vorrei era molto piu’ bello.

  6. AC dice:

    ma De Luca sarebbe Erri? Fabio Volo meglio di Erri Luca? Ma è Natale, non Carnevale.

  7. diamonds dice:

    il problema di d’orrico non è quello di non metterci abbastanza passione in quello che fa,ma quello di trincerarsi dietro l’arbitrarietà dei gusti per attribuire il titolo di capolavoro a dei romanzi nemmeno passabili e di stroncarne altri senz’altro superiori al di la dei paramentri di giudizio individuali,scordandosi che dal pulpito su cui scrive si lanciano,non senza una certa superficialità,strali che possono far male a chi per mettere giù un paragrafo decente ci mette l’anima non per il gusto di sentirsi dire da una persona che sposta gli orientamenti commerciali dei lettoriin maniera massiccia(e che quando si è cimentata in produzione letteraria non ha lasciato strascichi di sorta),che non è cosa.Volo non è l’ultimo arrivato.E magari un giorno mi verrà pure la voglia di ritrovarmi in mano qualcosa scritto di suo pugno(addirittura forse perfino in quest’era geologica)

    http://91.120.21.217/pack1/barry%20manilow-copacabana.mp3

  8. alberto dice:

    Ok, vabbè, quando lo dici che è uno scherzo?

  9. mario siniscalchi dice:

    http://chelibrostaileggendo.blogspot.com/2011/11/gianrico-carofiglio-era-stufo.html

  10. Pereubu dice:

    D’Orrico è il miglior alibi di chi vuol leggere spazzatura senza sentirsi in colpa. Ogni parola di più su di lui, o sugli autori citati nel post, è sostanzialmente sprecata.

  11. Marco dice:

    Il prossimo sarà “Io Ibra”?

  12. a_parte dice:

    ho fatto il test della pagina 99.

    ho lasciato il libro sullo scaffale.