Cento climatologi italiani hanno scritto una lettera sdegnata al Corriere della Sera a riguardo di un editoriale di PG Battista sul cambiamento climatico. La missiva è composta in un italiano leggermente deplorevole (e pazienza, son climatologi) e contiene almeno una discreta esagerazione:


Sarebbe auspicabile che professionisti di prestigio come Pierluigi Battista



p.s oggi è morto Giorgio Bocca.

Commenti disabilitati

Commenti chiusi.