Prosegue in cammino di Kinect verso utilizzi differenti da quelli ludici.


Folks who want to connect their Kinect to their PCs can now use specially-designed hardware to add real-time, 3D tracking to programs, games, and research projects. Using the Kintect SDK hackers can add the Kinect to nearly any hardware.
Improvements include a new “Near Mode” that allows for objects at about 50 centimeters away from the sensor to register in 3D space, the first step to adding Kinect functionality to a desktop computer.



(via techcrunch)

9 commenti a “La gallina dalle uova Microsoft”

  1. Marco Guardigli dice:

    Ritengo che questo tipo di prodotti contribuisca a staccare (finalmente) il PC dalla metafora del desktop, portandolo verso forme di interazione innovative, più coinvolgenti dal punto di vista fisico, motorio e interattivo.

    Ricordo come all’avvento degli auricolari wireless per i telefonini, “quelli che parlavano da soli ad alta voce” sembravano dei marziani. Tra poco parleremo e gesticoleremo da soli, forse finendo per sembrare dei marziani tourettici.

    Ma sorridiamo. Ci toccherà senz’altro…

    @mgua

  2. Randolph Carter dice:

    a me sembra che renda le cose più laboriose, piuttosto che più semplici…

  3. mitch dice:

    Microsoft e’ decisamente migliorata:
    The Pixies: where is my mind?

  4. Matteo R dice:

    Mi vien voglia di provarlo sul serio.

  5. Federico Bolsoman dice:

    Sagace commento di John Gruber del 1 novembre su quel filmato:

    http://daringfireball.net/linked/2011/11/01/kinect-effect

  6. Max dice:

    In sanità potrebbe avere tanto usi. Merita un approfondimento.

  7. Frattanto nella blogosfera #47 « Ok, panico dice:

    […] La gallina dalle uova Microsoft ::: manteblog […]

  8. mORA dice:

    Stiamo parlando di un filmato?!
    Non una di demo, ma un filmato fatto in post produzione?

    Beh, sì, l’uovo è proprio la metafora adatta, visto da dove esce.

  9. AMM dice:

    chiamatemi quando funziona.