Mi andava di scrivere una recensione della biografia di Steve Jobs. La trovate qui.

18 commenti a “Un uomo difficile”

  1. Fabius dice:

    Io sono rimasto più sorpreso nel constatare che dal punto di vista strettamente commerciale, a parte l’Apple II che in realtà è più farina del sacco di Wozniak che sua, praticamente fino al ’98 Jobs non ha fatto che collezionare un flop dopo l’altro. Se poi alla Pixar non ci fosse stato Lasseter… Chapeau a chi ha saputo tenergli testa, forse sono loro i veri eroi.

  2. Luca dice:

    Bellissimo articolo.
    Bravo.

  3. Gabriele dice:

    Io ho scoperto come tutto fosse collegato all’inizio dell’ avventura nella Sylicon Valley. Atari, Apple, Microsoft…
    Affascinante.

  4. capezzino dice:

    roggggger: va bene che stiamo (quasi) tutti “festeggiando”, ma in questo momento ancora più che in altri c’è bisogno di te!!!

  5. Paolo dice:

    grande articolo, mi piace molto leggerti.

  6. GC dice:

    Un po’ ovunque ci si accorge di quanto str…zo fosse SJ e poco apprezzato BG (http://www.businessweek.com/management/idolize-bill-gates-not-steve-jobs-11012011.html).

  7. Mirco dice:

    La sto leggendo e credo che la tua recensione sia molto azzecata, soprattutto quando lo accosti a Picasso.
    Comunque è sempre interessante leggere della vita di un uomo, se poi si chiama Steve Jobs, a maggior ragione.

  8. Marco dice:

    Steve Jobs era una stronzo? Steve Jobs era un essere umano. Se scavassero nelle vostre vite chissà quante contraddizioni e cose sbagliate verrebbero trovate.
    Jobs è passerà alla storia come un grande imprenditore, un intuitivo, un uomo di gusto, un innovatore. Tutte queste cose non richiedono un carattere alla Doris Day, né la biografia di Jobs deve essere scambiata con quella di Gandhi.

  9. pasquino dice:

    Splendido articolo.

    @Fabius: l’ultima frase è geniale.

    PS: le gesta di Steve mi ricordano sempre quando Kossiga disse: Caravaggio è stato un grandissimo pittore o uno che durante una rissa ha ucciso un uomo? Entrambi.

  10. nicola dice:

    Bella recensione. Unico appunto: se SJ è il più grande talento che “l’industria tecnologica abbia sfoderato negli ultimi 30 anni”, che dobbiamo dire di Dennis Ritchie?
    ciao
    nicola.

  11. rogerdodger dice:

    capezzino
    Non so su cosa io debba intervenire. Al momento mi viene solo da dire che il mondo mobile si allinea alla decisione di Apple, visto che Adobe ha ora abbandonato lo sviluppo di flash sul mobile.

    Steve Jobs aveva ragione. Ancora una volta.

  12. mORA dice:

    @Marco

    | Steve Jobs era uno stronzo?

    Senza dubbio, tanto da essere citato come esempio ne “Il metodo antistronzi” di Bob SUTTON.

    Dalla biografia viene fuori che oltre ad essere stronzo era uno che aveva necessità di sballare: da giovane con l’acido (e non sono certo che questo non abbia lasciato tracce) e da adulto (adulto, poi…) con la dieta.

    Uno con un disturbo della personalità evidente.

    Geniale non si direbbe proprio, ma certamente uno di reinventare tutto, anzi di perfezionarlo.

    Ecco, una persona con una straordinaria capacità di perfezionare.

    * * *

    Inoltre una persona con nessuna considerazione per i suoi clienti, che considerava “popolo bue”©

    * * *

    Sono perfettamente d’accordo con Fabius sul chi fossero semmai i veri eroi in Apple, ma lato economico a parte mi domando sempre perché immolarsi.

  13. rogerdodger dice:

    mORA Ci sono persone “cocciute” che fanno la storia, e altre che restano piantate dietro ad una scrivania senza combinare nulla di concreto. Capita.

  14. vinz dice:

    sara’ un luogo comune, ma io credo che per diventare miliardari o vinci al superenalotto o devi essere uno stronzo.

  15. capezzino dice:

    grazie rogggger. Lo confesso, sono un tuo fanboy (e non sono l’unico)

  16. Federico Bolsoman dice:

    Sapevo che avrei dovuto finirla prima… :)

  17. Giovanni dice:

    @Nicola: direi che Dennis Ritchie si possa definire “l’industria tecnologica abbia sfoderato negli ultimi 40 o 50 anni”. In effetti ha fatto cose diverse in epoche diverse.

  18. Gian dice:

    Complimenti per il bellissimo articolo.
    Come Lui disse :”Sii affamato e folle”
    Ciao GC