Capita a tutti di essere raggiunti via mail da proposte più o meno indecenti. Anch a questo piccolo blog succede quotidianamente: dal semplice scambio link alle proposte commerciali e pubblicitarie, alle preghiere di attenzione verso campagne solidali, spargimento in rete di video virali, app per iphone, social network verticali a cui iscriversi e via discorrendo. In nessun caso, nemmeno nei peggiori, mi è mai parso il caso di fare come ha fatto TechCrunch oggi pubblicando una mail markettara di Yahoo che prometteva pagine viste a iosa in cambio della citazione dei propri progetti. Nella testa di Sarah Perez di Techcrunch tutto ciò suonerà evidentemente come la prova di una grande scapestrata libertà da ogni condizionamento. Nel mondo degli adulti è invece solo una robetta da asilo nido.


Oh Yahoo!, you silly ol’ thing! According to an email that just came in from Yahoo’s digital marketing agency Something Massive, the struggling content company (platform company? advertising company?) wants us to talk about, tweet about and Facebook about their Yahoo! News Activity feature, and in return the company is promising lots of links and SEO juice. In case we forgot what Yahoo! News is, they helpfully linked to a TechCrunch post detailing the service’s social upgrade in September. Well, here you go, Yahoo. You’re welcome. Can you please send over those half a million impressions you promised now?

4 commenti a “Sistemo Yahoo e torno”

  1. Tambu dice:

    non più tardi di una settimana fa han fatto lo stesso con una mail di Google, su Google Analytics Premium, bullandosi di fronte ai commenti tipo “ma potete farlo?”. Poi deve essere squillato un telefono, e *puf* il post è sparito. Buffoni…

  2. massimo cavazzini dice:

    Lettura differente: un motore di ricerca ti dice “parla bene di me e salirai nel ranking”. Da asilo… o da galera?

  3. valentinaa dice:

    L’informazione e il commercio vanno tenuti divisi tanto più oggi che a troppi livelli si tende a confonderli. Credimi Mante, la tentazione dello sputtanamento talvolta è veramente forte, di fronte a certe mail prudono le mani, se il tuo mestiere è fare informazione. Quello che ha fatto TechCrunch non è bello, ma è anche un messaggio chiaro ai propri lettori: qua non si fanno marchette, e ci siamo anche scocciati di ricevere certe proposte. Forse ce n’era bisogno.

  4. deid dice:

    Quindi tu, dando degli asilotti ad altri, saresti l’adulto? E io, che alludo alla tua infantilità perché dai dell’infantile ad altri, sono pure un infante? :-)