Io e Alessandra stamattina sul tardi andiamo a Firenze. Decidiamo infine di prendere il trenino appenninico che da Faenza va a Firenze passando per Marradi. Lo abbiamo preso molte volte in passato e lo consigliamo a tutti. Molto meglio della bolgia Forlì-Bologna-FrecciaRossa Firenze in una caldissima giornata di luglio.

Vado sul sito delle FFSS per fare i biglietti (6 euro e 60 centesimi invece dei 32 euro via bologna) come faccio di solito e scopro che non è possibile fare due biglietti uguali per la medesima tratta contemporaneamente. Solo un adulto per volta





Poi il sito mi chiede di scegliere la tariffa ma al posto della solita tariffa standard c’è una misteriosa “Tariffa 39/AS” o “altre tariffe” nel cui elenco ci sono molte opzioni esotiche come ad esempio quella riservata agli studenti della Val d’Aosta, ma nessuna che faccia al caso mio.





Al link sulle “informazioni tariffe” ovviamente la 39/AS non è considerata. Chiedo a Google che velocemente mi informa trattarsi di una banale tariffa regionale. Scelgo quella maledicendo per la seconda volta il pregevole sito web.



Termino la scelta dei biglietti A/R per me, faccio “nuovo viaggio” e seguo la stessa trafila per i biglietti di Alessandra. Sempre adulti solo 1, sempre tariffa 39/AS ma ora so cos’è e procedo sicuro. Alla fine mi trovo con due coppie di viaggi uguali ma intestati ovviamente a due persone diverse. Clicco su pagamento con carta di credito e l’intelligente sito web che tutto controlla mi lancia un segnale di pericolo: “ATTENZIONE, nel tuo carrello sono presenti viaggi dalle caratteristiche molto simili. Sei sicuro di voler procedere all’acquisto?





Mi sorge un minimo dubbio e torno indietro per controllare che i viaggi scelti siano corretti. Lo sono. Riclicco “pagamento con carta di credito” esce di nuovo il gentile avviso di FF.SS. e questa volta clicco OK. Il serafico sito web a questo punto mi risponde: “Non è più possibile terminare questa transazione di acquisto, si prega di iniziarne una nuova”.





Siccome posseggo l’ottimismo della ragione penso che sono loggato, che sul sito web di FFSS ho un carrello e che so usarlo. Vado nel mio carrello pensando di recuperare gli estremi della complicata transazione e il messaggio che FFSS mi manda, l’ultimo che sono disposto a tollerare perché a volte anche l’ottimismo della ragione mostra segni di cedimento è questo:




32 commenti a “FFSS e l’ottimismo della ragione”

  1. F9 dice:

    Sito pessimo. Qualche giorno fa volevo fare l’abbonamento mensile per un treno regionale ma ho dovuto rinunciare!
    Che tristezza..

  2. Emanuele dice:

    Se la sessione dei biglietti prenotati con postoclick scade perdi automaticamente prenotazione e i soldi devi chiamare per farteli rimborsare.

  3. Gianmarco dice:

    e poi uno dice: ok, prendo l’auto.

  4. Diego dice:

    Ho fatto la stessa frustrante procedura varie volte..

    ..è un po come richiedere il lasciapassare A38 http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Lasciapassare_A38

  5. sabi dice:

    hai mai provato a creare un profilo di fatturazione? oscura possibilità “attiva” da un paio di anni che dovrebbe far felice il commercialista; impossibile, non c’è modo che FFSS memorizzi le semplici informazioni della partita iva e dell’indirizzo.
    Puoi aggirare l’inghippo chiedendo però la fattura ad ogni acquisto tenendo a mente che una volta compilato il form ti dirà, nuovamente, “profilo di fatturazione non creato”, salvo poi magicamente far comparire un bottone “stampa fattura”!
    dell’app per iphone e di carta freccia parliamo un’altra volta….

  6. enrico dice:

    @Diego
    evviva il lasciapassare A38
    mi hai fatto venir voglia di vederlo di nuovo! In assoluto il miglior Asterix

  7. Andrea dice:

    per non parlare del simpatico fatto che sul loro sito, facendo p.e. una ricerca Milano-Pisa, ti suggeriscono solo il via Firenze, semplicemente costoso il doppio del via Genova. Alla biglietteria, sconsigliano il via Genova perché la coincidenza ha solo 10 minuti di comporto. Il fatto che via Firenze i minuti siano 0 e che quindi ci vogliano comunque 4 ore per farsi Milano Pisa non sembra preoccuparli altrettanto…
    Io, ormai, quando cerco un treno italiano vado su http://www.bahn.de/i/view/ITA/it/index.shtml

  8. Fiorella dice:

    le ultime due schermate sono uscite anche a me, ieri sera, per un Milano-Firenze, andata e ritorno. Modalità diverse ma risultato uguale.
    Sono uscita dal sito e rientrata dopo un po’ (e invece di pagare ho solo prenotato).

  9. luzmic dice:

    Sì, ma poi com’è andata a finire? Siete andati in biglietteria? Avete preso l’auto? Avete dato fuoco alla stazione con il napalm?

  10. Palla dice:

    Comprati una moto e passa per il muraglione, risparmi in fegato e salute anche se la benzina costa cara ;)

  11. mORA dice:

    Dev’essere il caldo:

    http://edue.wordpress.com/2011/07/12/il-porcile-dellautomobilista/

  12. andrea dice:

    Tanto io abito vicino alla stazione…
    Magra consolazione eh?

  13. valentina dice:

    Se ti può consolare, ti sei risparmiato la beffa finale. Il biglietto dei regionali infatti, ovvero il pdf, va stampato, altrimenti non vale. Se glielo fai vedere su qualsiasi supporto elettronico, ti fanno la multa.

    In questo caso forse una stampante sotto mano l’avevi, mica come me persa in bizzarre località come un paese del Trentino dove non trovi copisterie e per raggiungere il treno, e quindi stazione e biglietteria, devi prendere un pullman. Ti avevo anche fatto un post che poi mai ti spedii :) è una questione bizzarra.

  14. Paedrae dice:

    Tali i treni tale il sito…

  15. se-po dice:

    SAP?

  16. roof dice:

    @se-po: no, non è Sap perché trenitalia usa tecnologie IBM, ma le similitudini sono molte!

  17. Lucio dice:

    è capitato anche a me domenica, ma sono stato fortunato. non mi ero accorto di poter mettere l’acquisto inn carrello così ho fatto due transazioni singole andate a buon fine.
    in compenso sul sito di trenitalia non c’era scritto che quel giorno era in corso uno sciopero, e non è uscito nemmeno un avviso al momento dell’acquisto.
    il mio treno però c’era, e in stazione non ho visto cartelli quindi sono partito contento.
    al ritorno invece i treni non c’erano più e ho aspettato tre ore alla stazione di castel san pietro, dotata di tutti i comfort per me, mia moglie e il mio bimbo di pochi mesi…

  18. nicola dice:

    Qualcuno sa l’oscura ragione per cui i biglietti ticketless si possono fare solo per Frecce di svariati colori e non per i regionali?

    Qualcuno sa perché mettono nel biglietto in pdf il codice a barre bidimensionale e i controllori non hanno lo strumento per verificarlo?

    ciao
    nicola.

  19. frap59 dice:

    @nicola, beh qui hanno ragione, sui treni regionali non hanno il palmare per controllare il codice e quindi niente ticketless

    sui regionali il codice a barre non serve, il controllore guarda solo il biglietto stampato….e qui volendo si potrebbero fare barbatrucchi…

  20. Carlo M dice:

    cmq pare che abbiano dei problemi temporanei al sito. di solito funziona bene e io ho sempre fatto i biglietti on line senza nessun problema.

  21. wlyit dice:

    Sconsiglio vivamente di usare il pulsante “indietro” del browser in qualsiasi sito di e-commerce, durante la fase di acquisto.

  22. Emiliano dice:

    Allora eri tu, seduto all’ombra delle volte della Certosa del Galuzzo, nella serata di ieri?

  23. massimo mantellini dice:

    @Emiliano, ebbene sì

  24. Emiliano dice:

    Non mi conosci personalmente, quindi perdona anche il ‘tu’, ma uscendo dal centro di ricerca in cui lavoro (ci occupiamo di cultura latina medievale), ed avendoti riconosciuto (ricordavo questa foto http://i.friendfeed.com/62369971fe47ab7dd733fb599b8c96ba559c24dd) ti avrei salutato con piacere, dal momento che apprezzo i tuoi post e ti leggo spesso. Fra l’altro siamo anche in qualche modo colleghi (mi occupo di digital-humaniites, come del resto fai anche tu). Ciao e scusa per il disturbo!

  25. massimo mantellini dice:

    @Emiliano, ;) prossima volta…

  26. Laura Vivona dice:

    Io viaggio molto in treno, ma non faccio mai il biglietto su internet. Sapete perché? Perché viaggio col cane.
    Il cane paga un apposito biglietto che è il 50% del nostro, e viaggia solo su regionali e intercity (su questi ultimi con apposita prenotazione).
    Ma il biglietto “per animali” NON si può acquistare su Internet.
    NON si può acquistare dalle macchinette automatiche in stazione. Semplicemente, l’opzione non è prevista.
    Al massimo (sui regionali) si può cavarsela con un biglietto per ragazzi, che ha la stessa tariffa, e sperare che il controllore non abbia da ridire (e di solito sono clementi, per fortuna).
    Altrimenti: coda in biglietteria. Che ormai per me è diventata la norma, mi armo di santa pazienza e stop. E vi assicuro che, vivendo in una città ad altissima presenza turistica, di pazienza in stazione ce ne vuole veramente tanta…

  27. valentina dice:

    vabbé allora accaniamoci. io di solito faccio il biglietto alle macchinette. ho sempre fatto un biglietto unico per tratte che prevedono treni diversi, dato che esisteva l’opzione “mostra tutte le combinazioni” (o qualcosa del genere) per scegliere viaggi che non comprendessero frecce di ogni colore ma solo regionali. oggi, chissà perché, non si può più. di default ti danno solo la coincidenza della freccia, quindi se invece vuoi il regionale tocca fare un biglietto per ogni tratta. e come mi ha ben spiegato la tipa della biglietteria un giorno che ero lì per un rimborso, “faccia il biglietto qui, non alle macchinette, così glielo facciamo unico e spende meno che a farne uno per tratta”. ah, ecco. “oppure lo faccia via internet”… con la stampante però…

  28. HotHello dice:

    ieri pomeriggio (14/7/2011) alla stazione di Bologna tutte le biglietterie (automatiche e sportelli) erano fuori uso per problemi al sistema centralizzato di prenotazioni. Mi hanno detto che il blocco era “a livello nazionale”. Qualcuno può confermare?

  29. p dice:

    Il sito di Trenitalia è infernale. Situazioni come la tua mi sono capitate mille volte. Fra l’altro di notte (credo dopo l’una) non si può completare l’acquisto dei biglietti. Assurdo.

  30. Accanimenti terapeutici - manteblog dice:

    […] valorizzasse gli intenti propositivi (per esempio nei confronti del sito web delle FFSS che come è noto lascia molto a desiderare) evitando di trasformare il progetto nel solito inutile sfogatoio delle […]

  31. Paolo dice:

    arrivo a leggere questo blog perché anch’io ho dovuto cercare e capire cosa fosse la tariffa 39/AS… ovviamente non mi sono fatto mancare la scoperta dell’assenza di un carrello cliente funzionante…e la proposta, in prima battuta, di tutte le soluzioni di viaggio più care… non ho parole!!!

  32. Il diario dell'utente « Il difficile acquisto di un biglietto del treno dice:

    […] trovato sul blog di Massimo Mantellini questa bella descrizione di un’esperienza utente davvero irritante, nell’acquisto di un biglietto per due […]