Questa estate le spiagge qui dietro casa saranno coperte in wifi grazie al Progetto Galileo gestito dalla Cooperativa Bagnini Cervia, Acantho e Comune di Cervia. Si tratta di una idea molto buona dal punto di vista turistico che potrebbe essere estesa in futuro al resto della riviera. Così mentre i bagnini romagnoli si aprono al futuro magari potrebbero approfittarne per spegnere Fonospiaggia, il sistema veteroturistico di pubblicità audio imposta ai turisti stesi sulla battigia per mezzo di un sistema di altoparlanti su palo che risale agli anni 60 del secolo scorso.

11 commenti a “Da Fonospiaggia al WiFi”

  1. Massimo Morelli dice:

    Se riesci a far spegnere Fonospiaggia ti faccio un monumento.

  2. Massimiliano dice:

    Io, Fonospiaggia, mi fa venir voglia di affogare…

  3. L1 dice:

    penso che finché perdurano bagnini che risalgono alla stessa epoca, fonospiaggia sopravviverà :)

  4. Bic Indolor dice:

    Tanto astio per fonospiaggia? perché?
    C’è sempre stata da che io ricordi… fa parte della riviera cervese come un pilastro, una costante, è come dire “Milano sta al Duomo come MilanoMarittima sta alla fonospiaggia”!

    Ok, non la sopporto nemmeno io. Ma non mi immagino la spiaggia senza.

  5. Michele Kettmaier dice:

    Coreadriatica. Un amico appena rientrato dalla Corea del nord mi raccontava di come in ogni abitazione ci sia una radio con un canale unico che trasmette propaganda governativa 24 ore su 24. Il volume è impostato di default e non esiste un modo per abbassarlo. Chi stacca la spina si vede arrivare il vicino di casa che gli consiglia di reinserirla. Se non lo fai il vicino va a denunciarti alla polizia…

  6. sate01 dice:

    A me piace il publifono.
    e poi come farebbero tutti quei bambini tedeschi con i costumini fantasia che si perdono?!?

  7. alessandro dice:

    tropical tropical golf
    nella buca la pallina…

  8. davide dice:

    Fonospiaggia + motonavi + massaggio? + coccobbellooooo = un grande scassamento di marroni. O no?

  9. simone dice:

    spiaggie?

  10. Franco Iacovelli dice:

    Anche a San Benedetto del Tronto (riviera delle palme) ci sono sia il Wi-Fi che la pubblicità fonica sulla spiaggia.
    Della seconda molti se ne vorrebbero sbarazzare ma qui i ritorni dalla pubblicità radiofonica (e di questa ancora di più) sono molto alti.
    Anche se fastidiosa non posso negare, infatti, che ho impresse nella mente tante musichette, e relativi prodotti, pubblicizzati nel corso degli anni attraverso questi altoparlanti sulla spiaggia.

  11. aemilius dice:

    Sono a Cervia adesso… Tra il fonospiaggia che rompe, gli scooter che scorrazzano per la pineta secolare e il wi-fi che non riesco a far funzionare ne avrei da dire…