30
Dic

Elton John è diventato papà. Gianna Nannini è diventata mamma. Poi ci meravigliamo se un sacco di gente continua a votare Casini.

43 commenti a “Poveri figli”

  1. livefast dice:

    ehi, questo post ha *diritto* a generare un flame, datevi una mossa ragazzi.

  2. Nicola Mattina dice:

    Qua stiamo al qualunquismo più becero… le vacanze ti fanno male :-)

  3. wlyit dice:

    avevano ragione i Maya.

  4. boh dice:

    ma era ironico?

  5. dan.galvano dice:

    E chi l’ha detto che Elton John non sarà un bravo padre?
    Solo perchè è gay e suona un pianoforte bianco?
    Se era solo una battuta, non ti è venuta fuori benissimo

  6. andrea61 dice:

    Personalmente obbligherei tutti i cittadini a vedere “indovina chi viene a cena” almeno un volta all’anno, cosi’, giusto per riflettere.

  7. grouchomax dice:

    Mantelli’, mi sa che non fa bene scolarsi tutto questo champagne prima della mezzanotte del 31.
    Se era una battuta, è riuscita decisamente male…

  8. valentina dice:

    Immagino sia ironico. Tanto per sottolineare l’ipocrisia di taluni, quelli che il mondo cambia mai, che tanto il sole continua a girarci intorno.

  9. pabo44 dice:

    Sono un bieco qualunquista anch’io però sono d’accordo con Mantellini. Non mi piace criticare senza conoscere bene e dovrei tacere perché il mio giudizio è poco meditato. Purtroppo ho l’orribile sensazione che questi genitori abbiano voluto un figlio perché stanchi dei barboncini e dei gatti persiani. Un figlio oggi è più di moda.

  10. Maria Laura dice:

    “Annullare l’iscrizione a manteblog?” “OK”.

  11. GamberoSpaziale dice:

    far crescere un bambino o una bambina da due uomini o da due donne, e quindi senza una madre o un padre, è una assoluta violenza.

    Fatevi questa domanda ed è ovviamente rivolta a chi ha avuto la fortuna di avere tutti e due i genitori durante la propria crescita: vi sarebbe andato bene crescere senza vostra madre o vostro padre? Io inorridisco al pensiero che possa mancare la madre.

    Ha ragione mantellini: poveri figli.

  12. P.G. dice:

    Beh, al 90% saranno figli più felici rispetto ai figli dei disoccupati, dei precari, dei cassintegrati etc.. Se non altro perchè sono figli fortemente voluti, e perchè i genitori hanno sicuramente i soldi per mantenerli.

  13. massimo mantellini dice:

    Io ho come la sensazione che molti voi stiano forzando il senso di questa frasetta (che sarebbe, per riassumere, che nel momento in cui personaggi noti ed amati forzano le convenzioni sociali, le convenzioni sociali rinserrano i ranghi)

  14. Clockx dice:

    @livefast: ho riso molto!

    In effetti l’argomento è scivoloso. Provo a decodificare: il post di Massimo suona così: dato che queste due rockstar dalle caratteristiche peculiari hanno deciso di diventare genitori, non c’è da stupirsi che poi la gente si orienti con il voto verso personaggi con le caratteristiche peculiari di Casini.

    Ora, se le “caratteristiche peculiari” di Casini nella formula sono abbastanza chiare, e sono individuabili, ipotizzo, in una sorta di difesa conservatrice e pelosa di certi valori – di facciata – cari ad una certa destra come la famiglia intesa in senso tradizionale e bla bla bla; invece le caratteristiche peculiari delle due rockstar non sono proprio chiarissime, nella formula. O meglio ve n’è molte e bisogna capire a quali eventualmente Massimo si riferisce.

    Dunque vediamo:
    0) Sono, appunto, entrambe rockstar. Questo ha tutto un portato che, per dio, lasciamo perdere :)
    1) Sono entrambi omosessuali, anche se la Nannini non mi sembra che abbia mai fatto coming out ma è risaputo.
    2) Fanno entrambi un tipo di musica molto commerciale e che sembra essere interessata più a quanto dischi vendono che al messaggio che comunicano, almeno per quello che sono adesso.
    3) Nessuno dei due è più giovanissimo, 63 lui e 55 lei.
    4) Hanno dovuto ricorrere a forme di procreazione non proprio fedeli al dettato biblico, in realtà per la Nannini non se ne ha notizia certa, ma pare probabile dato il punto 1.
    5) C’hanno un botto di soldi ciascuno dei due, ma proprio tanti.

    Ecco. Alla luce di questa disamina, certamente lacunosa, e di quello che so su Massimo per averlo letto nel passato, mi sento di dire che il post di Massimo era ironico.

    Ahah. :D

  15. Neuromancer dice:

    Ragionevole meraviglia.

  16. leo dice:

    massimo poi mi dici che commenti avevi previsto, io due o tre li ho presi….

  17. fra dice:

    Comunque si può essere favorevoli al fatto che ciò sia possibile, ma giudicare comunque patetici questi neo genitori. Per l’età, mica perché omosessuali. Si ha un’opinione su chi compra un SUV, su chi vota Lega, su chi vive in casa con i genitori fuori tempo massimo, su chi si trova ad avere un figlio a 15 anni, su chi fuma, su chi partecipa al grande fratello o anche solo lo guarda… e qui si deve sospendere il giudizio per non passare per bigotti? Per me sono ridicoli, ma non per questo voterò Casini.

  18. Marcello Semboli dice:

    Sottoscrivo in pieno.

  19. Marcello Semboli dice:

    Pare che sia necessario argomentare.
    Punto primo, sono troppo vecchi.
    Punto secondo, fanno un figlio non per un progetto di vita con un compagno/compagna ma per cercare di colmare un vuoto personale. E’ una scelta egoistica, non una scelta di amore.
    Punto terzo, sono omosessuali, ma mi pare la cosa meno grave.
    Punto quarto, Casini non è il difensore dei valori della Chiesa, ma è il rapinatore dei voti cattolici.

  20. Pietro dice:

    Oh, signora mia che tempi! Dove andremo a finire di questo passo! Etc etc etc

  21. Federico S. dice:

    Ma tutto quello che è scientificamente possibile è anche moralmente lecito? Mah…

  22. Clockx dice:

    @ marcello: detto con rispetto, trovo le tue argomentazioni piuttosto superficiali ed un po’ ignorantelle.
    1) sono vecchi: sono vecchi per cosa? per essere genitori, occhei, ma in che senso? che problema c’è ad essere padre o madre a cinquanta o sessanta anni esattamente? La tua è una constatazione, non una argomentazione a favore o a sfavore di qualcosa.
    2) progetto di vita: francamente questo io non lo so. Tu lo sai? Mi pare che E.J. abbia un compagno e sia felice, G.N. ha certamente una compagna. In che modo questa scelta è più egoista della mia amica Gina che fa un figlio con Paolo perché non si sente completa?
    3) Sono omosessuali: pur attenuata dalla frase seguente questa affermazione, o meglio quello che probabilmente vuoi intendere con essa, denota una visione di queste cose frutto di una tale ignoranza in materia che difficilmente si potrebbe rimediare con un commento ad un post.
    4) Su questo punto sono d’accordo anch’io.

  23. Donnie dice:

    Ciao, sono arrivato qui per vedere i fotogrammi d’autore (belli, complimenti).
    Se il mio cervello non mi è andato a male (e nemmeno il tuo),
    penso che il senso della battuta sia questo:
    Parlare di gente famosa, ricca, omossessuale e estrema che adotta bambini, non aiuta la causa omosessuale.
    In altre parole dando spazio a questi casi, s’influenza la gente a pensare:
    vita spericolata = droga
    vita spericolata = omosessualità
    Invece bisognerebbe dare spazio a esempi di persone moderate, tranquille e omosessuali (anche ricche e famose).
    Ma credo che l’Italia sia ancora lontana anni luce (“… continua a votare Casini”).

  24. Xio dice:

    Ci sarebbe da chiedersi perchè la maggior parte dei commenti si concentra sull’omosessualità e sfugge del tutto al concetto di età per avere un figlio…

    interessante, davvero.

  25. david dice:

    Che poi, il fatto che in Italia continuino a votare per Casini, mentre nel resto d’Europa i figli di Elton John non spostano voti, potrebbe anche portare al sospetto che Mantellini volesse dire che gli italiani sono fondamentalmente un popolo di stronzi. Il che magari non è neanche tanto sbagliato

  26. Fabrizio dice:

    …ai due, babbo natale ha portato…il bambolotto.Spero che quando la creatura sia cresciuta non sia abbandonato in una piazzuola dell’ autostrada.

  27. Maria Laura dice:

    A me sembra solo una frasetta che vuole imitare lo stile sarcastico di spinoza.it ma che non fa ridere, non fa riflettere e sembra piuttosto un pettegolezzo abbastanza superficiale e velatamente -spero non volutamente- omofobo. Avere un figlio a 50 anni per una persona omosessuale, che per tutta la sua vita si è vista negare questo diritto, è un traguardo che va ben oltre il semplice “vizio”.

  28. Alessandro dice:

    abbocco volentieri al flame: viva la libera genitorialità in libero Stato – per ogni età, ogni sesso etc!
    buon anno, Mante!

  29. massimo mantellini dice:

    Gilioli sei il solito comunista ;) buon anno anche a voi

  30. valentina dice:

    Viva la libera genitorialità in libero Stato sempre. Che è anche un bel modo di fare gli auguri. A tutti! Al futuro, comunque sia .v.

  31. Pier Luigi Tolardo dice:

    Casini lo vota poca gente, circa il 5-6% ma moltissima gente , cioè più del 50%, anche se sarebbe a favore del matrimonio per i gay, è contraria alle adozioni dei bambini da parte di coppie gay, diciamo che la maggioranza della gente è un po’ tradizionalista e conservatrice, beh, anch’io sono come la maggior parte della gente….
    Comunque, profetizzo, che il figlio di Elton sarà un prete cattolico e farà molto bene…

  32. pietro dice:

    Sul fatto che la maggior parte della gente è tradizionalista e conservatrice posso essere d’accordo, ma bisognerebbe ammettere che lo è per pura pigrizia, non certo per motivi etici o razionali.
    La maggior parte delle persone è sempre stata contraria a qualsiasi forma di innovazione, indipendentemente dal fatto che fosse positiva o negativa, c’è ben poco da vantarsene, si sa bene che se fosse per la maggioranza delle persona comuni saremmo ancora vestiti con una pelle di pecora in una caverna.
    Per fortuna che al mondo c’è una minoranza di persone che fa cose poco ragionevoli, sopportandone i rischi…..

  33. Clockx dice:

    Si, per altro il ragionamento, per fortuna, fila liscio finché parliamo di italia ed italiani. All’estero ci sono equilibri diversi.

  34. Gian dice:

    Un appartamento da un milione
    e mezzo per il figlio di Elton John
    Il bebé già sistemato con due tate. La popstar e il suo compagno David Furnish vivranno nella casa accanto
    Beverly Hills – il piccolo Zachary Jackson Levon è nato da una «madre surrogato»
    Un appartamento da un milione
    e mezzo per il figlio di Elton John

    Il bebé già sistemato con due tate. La popstar e il suo compagno David Furnish vivranno nella casa accanto

    La coppia David Furnish-Elton John (Ansa)
    Avrà un appartamento tutto suo il piccolo Zachary Jackson Levon, il figlio di Sir Elton John e del fidanzato, David Furnish. Stando, infatti, al «Mail on Sunday», già diversi mesi fa la neo coppia di genitori aveva affidato al celebre interior designer di Hollywood, Martyn Lawrence-Bullard, l’incarico di trasformare la casa a fianco alla loro, al 32° piano delle Sierra Towers a Beverly Hills, in una spettacolare nursery da 1,3 milioni di sterline (questo il valore della proprietà, pari a 1,5 milioni di euro). E sebbene i lavori non siano stati ancora ultimati (né si sappia esattamente quanto siano costati), il bimbo (nato il giorno di Natale da una madre surrogato) sarebbe già stato installato nella nuova magione insieme con le due tate, una di origine filippina e l’altra afro-americana.
    Del figlio della Nannini ti dirò……..
    Ti sembra un buon inizio ?
    Auguri Buon 2011

  35. giulia_s83 dice:

    Pienamente d’accordo con te Mante. Da figlia e anche da mamma. Sti poveri ragazzini trattati nei fatti e nei discorsi come accessori, l’importante sono i diritti della gggente che non si è mai troppo vecchi per essere genitori (e invece sì, sveglia!) e che basta che c’è l’amore (se è distorto e proiettivo fa’ niente, volemose bene!) e che io il pupo lo voglio punto e basta!
    Guarda caso in tutte le migliori legislazioni riguardanti le adozioni i bambini sono titolari di diritti, i genitori invece portatori di interessi. Capita la differenza? Diritto di chi non può scegliere, interesse di chi lo fa in un modo piuttosto che un altro?
    Vota pierferdi vota pierferdi vota pierferdi! :-)

  36. Ferdinando dice:

    Cari eterosessuali, piuttosto di avere un padre come i 50enni, 60enni o anche alcuni 30enni che ho conosciuto, preferisco essere orfano, visto che la differenza non è poi molta. Prima di prendervi il privilegio di chiedervi se io come omosessuale sia in grado di sopperire a tutte le esigenze di un eventuale figlio, chiedetevi se lo sareste voi.

    Di padri che non sanno fare il padre, viziati, senza palle, eterni bambini, ignoranti, intolleranti e che sentono la loro sessualità minacciata quando indossando qualcosa di rosa ne ho le palle piene. Di una scatola vuota chiusa con il lucchetto se ne può fare ben poco.

    Ci sono prove a favore delle adozioni omosessuali, e lasciatevelo dire, gli omosessuali hanno potenzialmente una marcia in più rispetto a voi ‘normali’ visto che statisticamente hanno una probabilità maggiore di sapere cosa significhi essere deriso e discriminato, di sentirsi inferiore o sbagliato, imparano velocemente a proteggersi e a proteggere i loro amati davanti a costanti soprusi.

    Di perfette coppie eterosessuali che hanno avuto figli solo perché la società prescrive che lo si faccia ne conosco a bizzeffe, e ne conosco a bizzeffe altrettante che non sanno così significhi amare a prescindere il proprio figlio.

    Fidatevi di me, è ora che oltre a usare gli omosessuali come wedding planner, parrucchieri, commessi, infermieri, medici, avvocati, intellettuali, veline per la tv, idraulici, ingegneri, architetti, scrittori, escort, modelli, rugbisti, calciatori, esponenti di casa pound, ne usaste alcuni anche per insegnarvi come si alleva un figlio. Perché molto probabilmente da loro avrete solo da imparare.

    Ci sono tanti Platinette e Alfonso Signorini in giro, con un’omofobia interiorizzata, ma ce ne sono altrettanti che si sentono e sono oggettivamente migliori della maggiorparte di voi.

  37. Fabrizio dice:

    …Ferdinando,ci sono cattivi genitori da una parte e dall’altra.Per me vi siete montati un po’ la testa.

  38. NotrarioStefano dice:

    quoto Fabrizio. Un conto è discutere di adozione omosessuale (che non mi trova d’accordo, se devo esprimere un parere personale), un conto sparlare di una millantata “superiorità”. Lì finisci proprio nel torto marcio. E sarei molto curioso di leggere le tue “prove a favore delle adozioni omosessuali”. Forza, citamele.

  39. Ferdinando dice:

    Fabrizio, non metto in dubbio che ci siano cattivi genitori omosessuali, ma se in questa notizia al posto di Elton John ci fosse stato il nome di Angelina Jolie non credo proprio ci sarebbero stati così tanti commenti in tema ‘un bambino per loro è come comprarsi una borsa nuova’.

    Tu stesso manifesti lo stereotipo più accreditato:
    l’omosessuale è un inviduo solitamente più ricco della media, viziato e pieno di sé tanto da potersi permettere con i soldi ciò che gli è impedito dalla natura.

    Io ho solo fatto notare che molto probabilmente una persona, che ha dovuto subire tutte le angherie di una società come quella italiana, è più preparata di un maschio medio borghese. Perché se omosessuale molto probabilmente avrà dovuto analizzare il rapporto con i genitori e sarà cosciente dei molti errori che non ci si può permettere di fare con i propri figli.

    Istruzioni che si possono trovare anche in un manuale, certamente, ma i lettori in Italia non sono molti.

  40. Fabrizio dice:

    Ferdinando,scusa se insisto ma i motivi che avanzi per giustificare la “superiorità” del genitore omosessuale li trovo,obiettivamente,alquanto labili. Sicuramente qualche anno fa gli omosessuali saranno stati vittime di pregiudizi,ma adesso sembra che i “diversi” siano gli altri.Basta vedere le loro quotidiane comparsate televisive da star consumate.Comunque resto della mia opinione:un bambino deve avere come riferimento educativo un padre e una madre,altrimenti succederà che le vittime di emarginazione saranno proprio loro…e la storia continua.

  41. Ferdinando dice:

    capisco che ho scritto malissimo, ma credevo che almeno qualcosa si intuisse, invece.

    @NotrarioStefano: nessuno ha mai parlato di superiorità intrinseca, infatti ho usato termini che ne sottolineavano la probabilità maggiore, non la certezza matematica, visto che secondo la mia esperienza gli omosessuali sono più facilmente a contatto con situazioni che prevedono l’autoanalisi e la definizione del sè, non necessari per un maschio eterosessuale tipico. Inoltre la preoccupazione di dover dimostrare di essere al pari di una coppia eterosessuale comporta un impegno maggiore nell’approfondire le dinamiche genitoriali.

    Un esempio banale può essere l’incidenza più elevata di atei tra gli omosessuali: semplicemente l’omosessuale è spronato socialmente a dover analizzare qualsiasi aspetto della sua vita, mentre un maschio italiano tipico non si domanda se è cattolico o meno, e molto probabilmente si definirà cattolico anche se non si ricorda nemmeno dove è ubicata la chiesa.

    prove da favore delle adozioni omosessuali le trovi qui:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Adoption_by_same-sex_couples#Objections_to_and_support_for_LGBT_adoption

    mi ritengo un esempio di persona cresciuta senza modelli positivi di padre/nonno e madre/nonna ma comunque in grado di condurre una vita ‘normale’, quindi, nella mia modesta visione, non credo sia necessaria la presenza di un padre e una madre, magari di figure positive perché migliorano sensibilmente la vita del bambino/a.

    @Fabrizio:
    ho il sospetto che di omosessuali ‘che vivono alla luce del sole’ tu non ne conosca molti. Le stesse star consumate di cui tu parli sono maschere della commedia dell’arte, non molto giovani e molto spesso con un’omofobia interiorizzata. Ti invito a leggere un’intervista a platinette e i commenti relativi:
    http://www.queerblog.it/post/7439/platinette-parla-di-sesso-gay-baci-tra-uomini-e-latto-sessuale-in-se-poche-parole-gli-uomini-servono-solo-a-quello

    Dire ‘sembra che i diversi siano gli altri’ lo trovo molto offensivo, visto che atti gravi di omofobia in Italia sono all’ordine nel giorno. Ti è mai capitato che ti lanciassero una bottiglia di vetro addosso perché ti baciavi in pubblico con la tua fidanzata/moglie?

    mi spieghi perché un bambino dovrebbe avere come riferimento educativo un padre e una madre?

    la cultura reazionaria da lega nord si fa sentire: la maggioranza che si sente discriminata. Come il papa quando dice che i cattolici sono politicamente discriminati in Italia. Facevo riferimento proprio a questo quando parlavo dei veri maschi italiani che non si mettono il maglione rosa. Ne strada ne avete molta da fare e non credo la percorrerete mai se non costretti da eventi esterni, quindi smettela di decidere per gli altri che vogliono vivere in uno stato moderno e civile. Non preoccupatevi, il vostro mondo di maschi che ce l’hanno sempre duro e casalinghe represse è ben lontano da sparire, purtroppo.

  42. Fabrizio dice:

    …Ferdinando,purtroppo non ci capiamo.

  43. Valeria dice:

    Iscrizione annullata al volo.
    Specialmente dopo aver letto i commenti.