Ma una rivista di auto che fa la pubblicità ad una auto è ok?

15 commenti a “Approvato dal tuo dentista”

  1. EmmeBi dice:

    Guarda, mi hai rubato sul tempo. Peraltro ricordo che anni fa amici che se ne intendono mi dicevano che proprio Quattroruote era piuttosto inattendibile per le recensioni Fiat, sempre superfavorevoli . Adesso vedo che ha cambiato corrente, e lo ha fatto smaccattamente.

  2. Nando dice:

    “Valore garantito nel tempo con 10% in più sulla quotazione Quattroruote”

    Cosa ci impedisce, a parte una qual certa intrinseca bontà d’animo, di pensare perfidamente che Quattroruote quoterà il 10% in meno?

  3. Camillo Miller dice:

    Pubblicità di computer approvati da PC Magazine e simile fanno meno scandalo? I marchettoni continui nelle sezioni tecnologiche dei settimanali di quotidiani (venerdì ad esempio) non sono la stessa cosa? Non sto dicendo che va bene, sto dicendo “arrendetevi, siete circondati”.

  4. Gianluigi dice:

    Ma infatti. Facciamo le vergini solo per le pubblicità di automobili sulle riviste di automobili?

  5. Carolus dice:

    Concordo in gran parte con tutti i commenti. Però, permettetemi, Quattroruote no. Quattroruote era la rivista specializzata per eccellenza. Era l’esempio per tutta la stampa specializzata. Era la Bibbia dell’automobile. Ora non più, ora è un “Pc Magazine” qualunque, un MacWorld turbocompresso insomma un’altra rivista marchettara come tutte le altre. Quoque tu Quattroruote.

  6. Carolus dice:

    P. S.: Ho pure sbagliato il “latinorum”: Tu quoque Quattroruote. :D

  7. Carolus dice:

    Tutta colpa del “coito interructus” :)

  8. Sir Robin dice:

    Eh, già.
    Ma per questo ci sono i blog.
    :-)

  9. Robert01 dice:

    hai ragione, non è sicuramente piacevole da vedere, ma nell’ottica di spingere l’idea che su ogni auto l’ESP (dispositivo fondamentale per la sicurezza ATTIVA dell’auto, può prevenire realmente incidenti pericolosi) deve essere di serie e che per tutelare l’acquirente la garanzia non può essere quella misera (obbligatoria per legge) di 2 anni, ma su un bene con un costo importante come quello di una vettura la “quota minima” deve essere almeno 5 anni… beh da questo punto di vista apprezzo l’iniziativa di quattroruote

  10. Ferro dice:

    Ho pensato la stessa cosa vedendo la pubblicità, mi sembra un marchettone in stile “TV Sorrisi e Canzoni”. Sono piccole scemenze che rovinano un’immagine discretamente imparziale.

  11. Net Flier dice:

    vorrei sapere quale immagine? quattrorisate, quanterisate ed altri nomignoli sono anni che girano..tant’è che il famigerato tedeschini, un nome un programma, è stato praticamente silurato..certo ora non va di certo meglio con nonno felice al comando..purtroppo, oltre la pena non si va..

  12. iced dice:

    Ma è più subdolo fare pubblicità con recensioni positive con il sospetto di un lauto compenso, oppure scrivere apertamente che si tratta di un buon prodotto con la certezza di un lauto compenso?

  13. greenkey dice:

    @iced non mi interessa cosa è più subdolo

    Perchè di questo passo i medici faranno in modo che tu prenda le malattie per potertele curare con il prodotto che pubblicizzano.
    Di questo passo il tuo amico verrà pagato dalla Coca Cola per insultarti quando bevi Pepsi…

    Io credo che sia importante di BASTA quando ce n’è l’occasione, quando c’è la goccia che fa traboccare il vaso.
    Bisogna dire BASTA subito, quindi mi indigno di fronte a queste cose, anche se “è meglio di altro”.
    Non voglio “il meno peggio”, voglio “il meglio” e se non è possibile raggiungerlo comunque non voglio scendere a compromessi con i miei ideali.

  14. IcoFeder dice:

    La storia è un po’ diversa, 4R ha stabilito dei requisiti e Citroen si è adeguata, come potrà fare Renault, VW, Fiat…

  15. Lot dice:

    Qualcosa è cambiato: dalla marchetta scrisciante (percettibile ma pudicamente nascosta) alla prostituzione su strada. Con l’aggravante del contestuale cambio di direttore. Speriamo che così ci sia spazio per altre riviste…

    @IcoFeder: ok per i requisiti, ma ho qualche dubbio che 4R possa concedere il diritto di usare il proprio nome a marchi concorrenti di Citroen per campagne pubblicitarie.