18 commenti a “Pubblicità comparativa”

  1. pasquino dice:

    Beh, è anche vero che se uno compra un iPad per abbronzarsi il mento, è un po’ un coglione… no?

  2. piovedisabato dice:

    il modo migliore per legittimare iPad :) Sono due strumenti diversi, paragonarli non significa nulla. E’ ovvio che come e-reader Kindle è migliore, è fatto per quello. iPad non è fatto per quello, è fatto anche tra le altre cose e in minima parte per quello. Ma se vuoi vederti una rivista o un magazine o wired su kindle tanti auguri. Il punto è che mentre iPad non aspira di essere un kindle, quest’ultimo vorrebbe terribilmente essere un pochino iPad.
    Ma hai visto mai. Magari sotto il sole il Kindle prende un po’ di colore (battutona).
    Questa pubblicità dimostra una volta di più che Apple ha fatto centro. Se kindle vede iPad come un pericolo, pur non essendo iPad primariamente un lettore, significa che Amazon un po’ infastidita da iPad lo è ;)

  3. Liuchi dice:

    ma alla Amazon si sono accorti che tra 1 settimana inizia l’autunno?

  4. Gavrilo dice:

    @piovonomele: vivi in un mondo distorto dove tutto è mela centrico. Pero’ sei una certezza con la prevedibilità delle tue affermazioni religiose.

  5. Fabio dice:

    Amazon ha sede a Seattle, uno dei posti più piovosi del pianeta (peggio di Londra), nota anche come “Rain City”.

  6. roberto dadda dice:

    Io leggo PC Magazine su Kindle senza alcun problema…

    bob

  7. Macraiser dice:

    Ha ragione Piovedisabato. E’ assurdo confrontare la visibilita’ e leggibilita’ di due dispositivi con lo schermo nelle medesime condizioni. Non significa veramente nulla, abbiate pazienza. Come voler paragonare la visibilita’, non so, del parabrezza con quella del lunotto posteriore. Non lo sapete che uno sta sul davanti dell’auto e uno dietro? Andiamo, non c’entra proprio niente, scusate.

  8. Sergio dice:

    La comparazione più interessante non è quella tra i dispositivi e quella tra i soggetti.

    Mentre lui con l’iPad è un prototipo di Nerd che prende il sole in maglietta: il tipo di persona non esiterà a raccontarvi tutte le applicazioni installate o le caratteristiche tecniche del proprio device.

    Lei è una fashion victim che spende più di 130$ per un paio di occhiali da sole.

    Quest’ultima è l’esatto target della pubblicità, ovvero chi vuole -semplicemente- leggersi un libro, ma essere all’ultima moda.

    Penso che Amazon stia spostando il target da quelli che leggono tanto (i quali hanno già probabilmente un ebook reader) a quelli alla moda.

    E un’altra cosa: il messaggio non è compra il kindle al posto dell’iPad, ma compra il kindle per leggere all’aperto che tanto con quello che hai speso per l’iPad puoi anche permetterti di i 130$ di questo unitasker modaiolo.

  9. Alessandra dice:

    buffo leggere di macfanatic che danno dei modaioli ai lettori su kindle, veramente. La lingua batte dove il dente duole..

  10. baldo dice:

    Un po’ a vederla mi bullo, ce l’ho :)
    poi mi ricordo che il modello nuovo non naviga in internet, e mi intristisco un po’ :(

  11. Macraiser dice:

    @ Alessandra: Non trattare Sergio come un banale fanboy, ti prego. E’ uno in grado di pubblicare post intitolati: “Cosa puo’ imparare il Partito Democratico dall’iPad”. Ti garantisco che non e’ da tutti.

    http://www.kromeboy.net/archivio/cosa-puo-imparare-il-partito-democratico-dallipad/

  12. Sergio dice:

    @macraiser @alessandra probabilmente son passato per fanboy di Apple ma in realtà non ho neppure un mac e considero l’iPad uno degli oggetti più inutili creati da quelli della mela morsicata.

    Mi interessano solo le implicazioni commerciali e comunicative di questi prodotti, quelle che appunto fanno si che legioni di fan che siano disposte a sborsare una quantità consistente di soldi per un oggetto che nel giro di pochi mesi sarà “obsoleto”.

    Riguardo al mio commento di sopra non ho detto che il kindle sia un oggetto per modaioli: ho detto che Amazon sta cercando di venderlo ai modaioli.

  13. piovedisabato dice:

    Alessandra toccata nel vivo.

  14. Alex dice:

    Io ho sia l’iPad che il kindle. Il kindle lo uso da un anno per leggere libri, l’ipad per cazzeggiare. Non fraintendetemi, utilizzo il Mac per lavoro e per svago dal 1993 e quindi contatemi pure tra i fanboy della Apple, ma ciò non toglie che che il 98% di coloro che hanno l’iPad leggeranno al massimo 2/3 libri all’anno. E non vedono l’ora di poter dire che anche quei due libri (2) in fondo sono troppi, sono obsoleti. Possono farne a meno perché loro cavalcano il futuro e il futuro è senza libri ;-))

  15. piovedisabato dice:

    Ma infatti iPad non nasce per i libri. Poi ci sarebbe da notare che per il 99% del tempo non viene usato sotto il sole battente. Che sotto il sole sia di gran lunga meglio il kindke è vero però ci fai solo una cosa che faccio meglio con un libro vero.

    Se kindle l’avesse fatto Apple ora tutti da macraiser in giu direbbero che non serve a nulla che fa solo una cosa e non tanto bene che ha la tastiera e bla bla.

    Ma come detto alcuni sono talmente contro Apple da essere i primi veri fanboy. Come Mr :) fanboy all’ennesima potenza.

  16. piovedisabato dice:

    MR

    mi sto rotolando. Per te prossima versione di final cut significa prossimo update?

    Lol. SJ ha parlato di prossima VERSIONE. non di update. Impare a leggere.

  17. Giancarlo dice:

    Andiamo bene, adesso parla anche da solo, come i matti.

  18. Macraiser dice:

    @ Sergio: Ma infatti io ho invitato Alessandra a NON trattarti da banale fanboy.

    Ad ogni modo leggo sul tuo blog che hai in mente di comprartelo a breve, un Mac, per usarlo come “piattaforma da gioco”. Se intendi “piattaforma da gioco sotto OS X”, mi permetto di suggerirti di fare prima qualche giro di prova da amici o conoscenti. Cosi’, tanto per evitare brutte sorprese. Anche se, a onor del vero, potresti sempre appellarti alla formidabile ultima spiaggia dell’utente Mac messo con le spalle al muro: Bootcamp.