“Carlo Giuliani e’ un eroe ragazzino”. Con questa poetica apologia della legalità’ Nichi Vendola si candida con forza alla leadership di un grande partito riformista. Quello del suo condominio.

Update 22/7: nei commenti Andrea segnala la smentita di Vendola

74 commenti a “Avanti un altro”

  1. Pinellus dice:

    Dai Mante, aspettiamo di leggere/sentire i suoi contenuti politici e programmatici…(abbiamo bisogno come l’acqua di idee nuove e di nuovi slanci, sicuramente già iniziare così…)

  2. EmmeBi dice:

    non inizia benissimo, in effetti.

  3. alessandro dice:

    tabula rasa altrimenti non se ne esce…

  4. gea dice:

    non mi sembra corretto battezzarlo sulla base di un’unica dichiarazione non particolarmente riuscita. Specie considerando che a fronte di questa ce ne sono invece decine che danno parecchia speranza e restituiscono alla sinistra un senso e un’identità da tempo diluiti negli ismi (progressismo, centrismo ecc). Oltre, ça va sans dire, agli atti concreti, già visibili in puglia. Insomma, non mettiamoci anche noi a fare il gioco dei moltissimi che proveranno (hanno già provato, vedi primarie in puglia) a segargli le gambe anzitempo.

  5. .mau. dice:

    @gea: la moneta cattiva scaccia la buona. Quale dichiarazione verrà ricordata e pubblicizzata?

  6. L1 dice:

    chi c’era gia’ lo sa.

  7. Luca dice:

    Già, molto meglio la platea del PD di Genova che applaudiva Fini, soddisfatto per la sentenza della Corte europea sull’omicidio Giuliani… come se sul G8 del 2001 non ci fossero abbastanza lati oscuri a intorbidire ogni tipo di ragionamento sulla legalità di quello che stava accadendo.

  8. zerobyte dice:

    Beh…definire Carlo Giuliani un eroe….
    Potrei capirlo da qualche tossico da centro sociale, ma una persona che si propone di dover garantire legalità e giustizia…

    Ricordiamo tutti ( dato che l’italiano medio ha poca memoria ), che Carlo Giuliani mori’ tentando di aggredire con un estintore, 3 carabinieri bloccati in una camionetta nel bel mezzo di un attacco dei black block.

    Definire un eroe un ragazzo del genere, vuol dire avere la moralità alta quanto i miei calzini.

    Attendiamo con ansia un’altra liberazione da parte dell’America da gente di cotal ingegno.

  9. Odone dice:

    Condivido al 100% Mante e Zerobyte.
    L’orizzonte politico a destra e sinistra rimane quanto mai fosco.

  10. i fatti dice:

    Spetta alla Puglia il primato della maggior produzione di elettricità da solare, seguita da Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte. Ed è sempre la Puglia la regione che lo scorso anno ha incrementato di più la produzione da impianti fotovoltaici, con 72 gigawattora in più, pari ad oltre un terzo dell’intera crescita (37,3%), seguita dalla Lombardia e dal Piemonte. Ma anche a livello internazionale la Puglia la fa da padrone e si leva lo sfizio di battere la Cina per potenza di impianti solari installati: 161 mw contro i 160 cinesi.

  11. micioMannaro dice:

    .. e infatti il morto è stato Carlo Giuliani, eroe non so, ragazzino di sicuro. Non i carabinieri aggrediti.
    Difficile perire sotto l’attacco di un estintore.
    Molto più difficile schivare le pallottole.
    E un po di rispetto per tutta la gente pacifica, quella si aggredita veramente, che era a Genova in quei giorni.
    Non mi risulta che fossero solo “tossici di centri sociali”.
    Ricordo signore coi capelli bianchi, e le mani dipinte di bianco, picchiate con i manganelli senza motivo.
    E’ proprio vero che l’italiano medio ha poca memoria.

  12. alberto dice:

    tema ancora caldissimo. non definirei Giuliani un eroe per il motivo scritto sui muri di orgosolo: beato il popolo che non ha bisogno di eroi. e vendola dovrebbe apprezzare brecht. d’accordo anche che mediaticamente quella di vendola è un’uscita con impatto negativo. detto questo, penso che questo blog voglia essere un passo oltre il commento medio del tg1. visto quello che è successo a genova nel 2001 servirebbero meditazioni più articolate invece di unirsi a cori che restano stonati anche se sono di maggioranza (OT, forse è per questo che la maggioranza preferisce essere silenziosa). ricordiamo tutti (dato che anche l’italiano informato ha poca memoria) che la morte di Carlo Giuliano fu la conseguenza di un attacco immotivato (si spera) da parte dei carabinieri a un corteo autorizzato all’interno di un budello in cui per miracolo non ci fu un altro Heysel. sul comportamento dilettantesco (si spera) delle forze dell’ordine pesa moltissimo il ruolo che ebbe Gianfranco Fini, che quel giorno era nella sede del comando dei carabinieri. Quel Gianfranco Fini a cui ha teso la mano nei giorni scorsi un ex-segretario del Pd (tu mi dirai: infatti è ex). ma basta pensare che il G8 a genova lo volle D’Alema per capire come vendola, che su questi temi incarna certamente un’opione di minoranza, abbia però poco da imparare dagli altri leader pd.

  13. Paolo Grifa dice:

    Quanti che si permettono di commentare c’erano quel luglio 2001???

    E’ evidente che non ne sapete nulla.

    MicioMannaro hai ragione, ma c’è molto di più. In quei giorni a Genova c’era il tentativo di approccio e di incontro tra la sinistra “antagonista” e il cattolicesimo “praticante”. Guarda caso si stavano accorgendo che si possono mettere insieme Cristo e Guevara (“sentite sulla vostra pelle ogni schiaffo dato a qualunque essere umano in qualunque parte del mondo”, “ama il prossimo tuo come te stesso”). E guarda caso si stavano accorgendo di essere anche maggioranza. Poi si accorsero anche che per cambiare questo paese è necessario avere la testa molto dura, in primis per resistere alle manganellate, e poi per ricordare.

    Vi siete chiesti COME MAI c’erano scout agesci, insieme alle ACLI, insieme ai centri sociali?

    A Genova si è voluto ammazzare sul nascere un movimento che poteva cambiare questo paese per sempre. E Carlo Giuliani è stato ammazzato perchè cercava di difendere (si ho proprio detto DIFENDERE e chi non c’era lì NON PUO’ CAPIRE) questo movimento.

    Quindi sì è stato un eroe, come tanti altri che le botte le hanno prese sia dagli pseudo-anarchici che dagli pseudo-poliziotti. Lui ci ha anche rimesso la pelle.

    E quando dico un movimento che poteva cambiare il paese, intendo un movimento al di fuori dei nostri partiti, anche da quelli di “sinistra”. Forse hanno qualche interesse a sputare contro quel movimento, contro Vendola (che ne rappresenta una nuova incarnazione)??

    Il PD ha venduto la propria anima, ma lo devono fare per forza anche i suoi seguaci?

  14. Paolo Grifa dice:

    Inoltre, Mantellini, ti sei per caso preso la briga di sentire il discorso per intero oltre a quella frase?

    Giusto perchè mi sembra facile estrapolare 6 parole e poi dare dell’amministratore di condominio a uno il cui linguaggio e capacità mi sembra siano… come dire… di un valore leggermente diverso rispetto a quelli di un qualunque dirigente “democratico” o blogger.

    Tra l’altro siete stati capaci di votare Rutelli come alternativa a Berlusconi e ora pensate che Vendola non ne sia all’altezza?

  15. trentasei dice:

    @paolo grifa : Applausi.

    “Tra l’altro siete stati capaci di votare Rutelli come alternativa a Berlusconi e ora pensate che Vendola non ne sia all’altezza?”

    @mante:ok,frase infelice,forse.ma giudicare una persona per una frase,con quell’ “avanti un altro” autarchico e snob, quasi che non ti fossi accorto, per dire, di tutti i discorsi vuoti, reotrici e pieni di nulla di Rutelli, per dire, o del bofonchiante russare del prelato Prodi, capace di dare meno entusiasmo e grinta della dinamo appoggiata sulla sua bicicletta; dicevo:giudicare una persona per una frase,per quanto infelice,senza accorgersi di tutto il contorno di ciò che propone,non può che farmi riflettere su certo atteggiamento della sinistra che, come dice Vendola, “ama perdere”. Vendola non è perfetto, ma è meglio di molti che vedo sulla scena, Cacciari a parte, per dire. Molto meglio.

    Io accetto che non sia perfetto, tu passa pure ad altro, col rischio di beccarti l’ eco sordo dei ragionamenti vuoti e farseschi di un Rutelli qualunque, prego.

    Mentre lo fai, ricorda ti prego quella scena patetica e triste delle famose TRE domande da fare a Berlusconi con cui Rutelli tenne col fiato sospeso tutti, a Porta a Porta.

    Quando le fece, mi caddero i coglioni, confessai a me stesso “ok, abbiamo perso, ce lo meritiamo: è un deficiente”, e uscii a bere.

    Non so tu.

  16. gea dice:

    @.mau. I fatti ha già risposto per me. Questa dichiarazione sfiorirà se la gente avrà pena di curarsi delle cose concrete – il referendum sull’acqua in arrivo potrebbe essere un buon esempio – e non di montare casi per divertirsi a impallinare l’unico uomo e politico decente che la sinistra abbia prodotto (o, meglio, avuto la fortuna di produrre) tra le proprie fila.
    Non è che voglia fare l’oltranzista di vendola – che comunque mi piace parecchio, e da tempo. Ma penso che tra tanti orrori politici che davvero bisognerebbe mettere al muro, ci vuole uno sforzo di di miopia a concentrarsi su Nichi mettendolo al pari degli altri.

  17. andrea dolci dice:

    @i fatti: mi spieghi dove stanno i meriti di un Governatore se nella regione molti imprenditori sfruttano i sussidi per impiantare celle fotovoltaiche ? Perche’ invece non ci parli dell’acquedotto di puglia che dopo anni di “buon governo” resta il piu’ citato esempio europeo di malagestione, di record di perdite della rete e di vittima della furia lottizzatrice del potente di turno ?
    Detto questo Vendola e’ un bel personaggio, innovativo e carismatico in grado forse di ricoagulare la sinistra sotto una casa comune. Resta il fatto che la sinistra e’ fortemente minoritaria nel paese e senza un centro che faccia da calamita per i voti moderati e’ destinata ad una eterna opposizione. Vendola non mi pare la persona piu’ indicata per attirare quel tipo di elettore e il paragone tra Giuliani e i giudici Falcone e Borsellino ne e’ la riprova piu’ lampante.

  18. trentasei dice:

    @andrea dolci. vota pure Rutelli. Io no, grazie. Questa volta il mio voto a un attiracentristi, no, grazie. Troppe volte ho tappato il naso dinanzi al vuoto di idee spinto senza barlumi di intelligenza o emotività. Basta prelati tristi,ottusi piacioni,ragionieri senza grinta. Non ne posso più di una sinistra senza palle, per capirsi. Osi un po’, questa sinistra. Vendola avrà modo di spiegarsi, su quella frase. Avràà modo di spiegare anche tante altre cose, se lo state ad ascoltare,senza crocifiggerlo subito. Avete presente cosa abbiamo ascoltato dire da Rutelli ? Lo avete presente ? E’ molto più offensiva la vacuità e la banale superficialità, rispetto a un’idea forte, fosse anche sbagliata. Pazienza, non votatelo. Ma ha idee e carattere, queste cose così strane nella classe dirigente di sinistra, oggi. Io proporrei Cacciari, ma anche lui è scomodo. Perchè ha idee, è critico, e pensa. Teniamoci Rutelli e Bersani. Ce li meritiamo.

  19. Mattia dice:

    @i fatti

    Scegli meglio gli articoli da ricopiare, che quello da cui hai tratto il paragrafo è un’autentica collezione di stupidaggini (http://www.butta.org/?p=4055).
    La Puglia di Vendola ha il primato di produzione da fotovoltaico?
    Il primato del nulla ha, perché il fotovoltaico copre lo 0,23% della produzione in italia.
    E’ tutta fiction…

  20. alberto dice:

    Scusate, ma Rutelli è OT, non appartiene neanche più al Pd. Lo dico perché meno ne sento parlare meglio sto. Grazie.

  21. alberto dice:

    Sull’eterna questione dei voti al centro perché la sinistra è minoritaria, mi pare che l’esempio dell’attuale governo insegni qualcosa. Anche la destra è minoritaria, forse un po’ meno della sinistra, ma con Prodi ha perso due volte. Eppure Berlusconi oggi governa senza il centro.

  22. giot dice:

    Magari, se avete tempo da perdere, qui potete vedere un estratto del discorso. (la parte su Giuliani non c’è, chissà perchè…)
    http://www.youtube.com/watch?v=NQV4Oom50d4

  23. metafisico34 dice:

    Carlo Giuliani eroe? Carlo Giuliani è un ragazzo che ha cercato di lanciare un estintore con l’intenzione di recare violenza verso dei carabinieri. Il carabiniere si è difeso legittimamente e il ragazzo è morto. Punto. Parlare di eroe non ha alcun senso.

  24. .mau. dice:

    @gea: io non mi concentro su nessuno, forse la cosa non è sufficientemente chiara.

  25. i fatti dice:

    @andrea dolci: grazie a Vendola e alla sua giunta la Regione Puglia ha un Piano Energetico Ambientale – Regionale che dovrebbe regolare la costruzione degli impianti a prescindere dai sussidi. Per quanto riguarda l’acquedotto, grazie a Vendola, la Regione Puglia ha rilevato le quote della Regione Basilicata dell’AQP (spa creata da d’alema e appetitosa per caltagirone), e sta creando un’ente pubblico autonomo che aiuti a rimettere in sesto l’acquedotto, nono stante i continui impedimenti del governo italiano. vedi http://www.regione.puglia.it/index.php?page=pressregione&id=8591&opz=display

  26. Pier Luigi Tolardo dice:

    Non mi è mai piaciuto Fini, anche adesso mi sembra un po’ troppo furbetto, tantomeno nei giorni di Genova, non credo che sia giusto nè che cambi niente al mondo colpire una jeep dei carabinieri con un estintore e definirlo eroe non ci restituirà Carlo.
    Detto questo, certo se devo scegliere tra Bersani e Vendola io scelgo Vendola, più carismatico, innovativo e progessista, ma il problema è che io sono già un elettore di centrosinistra almeno dal 1998 e non ho mai votato per Berlusconi dal 1994, non sono io che devo essere convinto ma il 55% degli italiani che non credo che voterebbe per Vendola, soprattutto, dopo queste dichiarazione…
    In Puglia ha vinto perchè la lista di destra della Poli Bortone, sostenuta da Casini, ha preso più dell’8% non perchè vendola sia stato bravo a convincere la maggioranza dei pugliesi che era e rimane di centro e di destra.

  27. alberto dice:

    No, Tolardo, la maggioranza dei pugliesi rimane di centro e di sinistra ;o)
    (No anzi: di destra e di sinistra. No volevo dire:…)

  28. Andrea dice:

    A Mantellini come sempre preme la sostanza, e va al sodo della questione.

  29. andrea dolci dice:

    @i fatti: no hai risposto alla domanda. Seconde quegli imprenditori hanno investito grazie al “piano” o invece grazie ai contributi governativi ?
    Sui contributi non versati all’Acquedotto di Puglia hai ragione a lagnarti ma ti chiedo se trovi ragionevole che per rimettere in sesto l’acquedotto sia proprio necessario aspettare la creazione di un nuovo ente pubblico quasi che oggi non fosse possibile avere amministratori competenti e tecnici validi ? Certo, l’ente pubblico di fatto renderebbe la gestione ufficialmente a totale controllo politico e non come oggi ipocritamente spacciata per “autonoma”. Resta il fatto che ad oggi la gestione Vendola non ha portato ad un singolo miglioramento della gestione dell’acquedotto. Non credo che un semplice passaggio formale siua sufficiente a cambiare la situazione. Ma magari son opessimista….

  30. a. dice:

    @attirocentrici
    1- la vostra è la linea del centro-sinistra da vent’anni, avete proprio voglia di continuare a mietere successi, eh?

    2- “Vendola *non può vincere* perché è troppo di sinistra e i moderati non lo capirebbero” è un affermazione tanto comune quanto smentita dalla realtà dei fatti (un paio di volte, ma si può riprovare la terza, per carità..)

    @tutti Non avrei definito Giuliani un eroe, ma qui c’è davvero chi pensa che abbia provato a tirare un estintore a 3 carabinieri durante lo struscio domenicale, così, perché gli era vnuto in mente. mah.

    PS comunque è già iniziato il tiro al (qualunque sia) possibile leader, siam messi bene.

  31. Shylock dice:

    @a.

    “ma qui c’è davvero chi pensa che abbia provato a tirare un estintore a 3 carabinieri durante lo struscio domenicale, così, perché gli era vnuto in mente.”

    Questa è esattamente la tesi sostenuta dalla madre, nel ‘documentario’ agiografico passato a suo tempo anche in RAI: macché black bloc, lui quel giorno voleva andarsene al mare, ma poi, insorgendo di fronte all’ingiustizia, brandì l’estintore, avendo cura d’indossare prima il passamontagna, che o s’era messo nello zaino assieme all’asciugamano e al costumino, oppure a Genova cresce come il basilico, specie a luglio.

  32. mORA dice:

    Qualche appuntino sparso.

    1) Come ha detto qualcuno, quella frase non è l’unica pronunciata da Vendola. Ha anche detto “sparigliare”. Capite che verve, che puntiglio, che levatura.

    2) Guevara e cattolici: non è difficile trovare punti di contatto: ad esempio sono entrambi omofobi.

    3) Giuliani è certamente una priorità per l’italiano medio stanco di tapparsi il naso alle elezioni. Tutti i precari ad esempio non hanno altro pensiero. Parimenti è in testa ai ricordi di quelli che sono rimasti vittime del crac Parmalat. Per non dire di quelli che avendo un invalido/a in casa possono solo morirgli lentamente accanto.

    4) Buon governo: la Puglia avrà anche l’eolico, ma oggi, 19 luglio 2010 sono finiti in manette altri cinque personaggi legati alla sanità pugliese, che mi pare già non brillasse quanto a legalità; come dice correttamente qualcuno, Vendola è al suo secondo mandato. Potremmo sempre provare un terzo mandato per vedere se cambia qualcosa? (Uhm, “mandato”…)

    5) Ma perché Vendola si candida a riformare il PD non ce l’ha un partito suo?

  33. arcureo dice:

    Probabilmente anche io se avessi visto certe scene che si sono svolte a Genova -in cui le cosiddette “forze dell’ordine” si sono trasformati in veri e propri aguzzini torturatori- avrei sbroccato e cercato di usare un estintore (o qualsiasi cosa mi fosse capitata per le mani) come un’arma. Però un “eroe” è tutt’altra cosa.
    Chissà, forse Carlo Giuliani ha assistito a violenze atroci e ha deciso di reagire, perdendo il controllo… (visto quello che è accaduto, e che molti hanno cercato di coprire, non farei fatica a crederci. Ripeto, forse l’avrei fatto anche io). Però forse era veramente andato a Genova con l’intento di spaccare qualche testa, fin da principio.
    In ogni caso definirlo “eroe” secondo me è una cazzata bella e buona. Una vittima di sicuro, ma un eroe non me la sento proprio.

  34. alberto dice:

    Comunque si comincia dal condominio, chiedere a Umberto Bossi. Poi si allarga la definizione di “condominio” fino alle soglie di Roma man mano che dovessero crescere i voti, chiedere a Calderoli.

  35. metafisico34 dice:

    arcuereo
    non erano mica tutti delinquenti i poliziotti e carabinieri di Genova. Non è che per alcune mele marce allora è giusto far bordello. Se no allora generalizzazione per generalizzazione tu ora puoi uscire e tirare addosso un estintore al primo carabiniere che passa.

    La verità è una sola e la sappiamo tutti: se i manifestanti fossero stati pacifici evitando armi fumogeni sassi pietre insulti eccettera i poliziotti e i carabinieri non avrebbero fatto NULLA. Ognuno risponde delle sue azioni. Giuliani ha fatto una scelta, quella di scagliare un estintore contro una camionetta con l’intento di far male.

    Placanica LEGITTIMAMENTE si è semplicemente difeso.

  36. david dice:

    E prendiamolo invece come una provocazione anche alle convinzioni (forse un po’ paludate?) di noi uomini di sinistra un po’ attaccati a un idea di “sinistra da poltrona”, che ci leggiamo repubblica e crediamo di avere opinioni forti senza mai uscire di casa. Carlo Giuliani è stato un eroe? Forse. Voleva tirare un estintore a un poliziotto? Forse no. Usciamo anche noi da pregiudizi un po’ sedimentati e andiamo a vedere e a ricostruire veramente cose è successo in piazza Alimonda quel giorno. Che poi magari non cambiamo idea, ma almeno la candidatura di Vendola servirà a portare un po’ di freschezza nei nostri ricordi

  37. NelloF dice:

    Cosa gliene viene in tasca, Mantellini, dal lanciare una stupida provocazione gratuita? Ha così fame di accessi? Cerca di fare una retata di sovversivi? Queste masturbazioni da blog non cambiano la verità storica. Le “poche mele marce” si chiamano De Gennaro, La Barbera, Luperi, Mortola, verità storica e ora anche giudiziaria. E lei, tenutario, si vergogni di fomentare commenti fascistoidi che giocano con leggerezza con i sentimenti di una madre e di centinaia di innocenti che ancora attendono giustizia.

  38. Daniele Minotti dice:

    A leggere certi commenti, sembra proprio che Vendola possa trovare terreno fertilissimo…
    E chiamalo scemo…

  39. alberto dice:

    Concordo con quest’ultimo commento di DM anche se non capisco molto l’ironia. Vendola è un politico, ha toccato un tema ancora bruciante per la sua parte politica, non lo dipingerei come un cinico per questo. Se c’è terreno fertile è perché quella ferita resta aperta, per chi l’ha vissuta. Per la sinistra moderata, che se n’è tenuta fuori, il G8 di Genova sembra invece essere ancora un oggetto misterioso da cui tenersi distanti.

  40. Pier Luigi Tolardo dice:

    Giustamente però la stessa sinistra critica e no global non si è soffermata sulla vicenda di Giuliani, dove, per lo meno, i torti e le ragioni si dividono a metà e dove una sentenza passata in giudicato ha stabilito che il carabiniere ha dovuto agire contro un ragazzo per legittima difesa vorrei evitare tante perorazioni alla Pasolini sui poliziotti figli del popolo, ed è certo che anche questo ragazzo in divisa ne è uscito malconcio e rovinato per la vita.
    Una sentenza passata in giudicato ha stabilito la verità sul caso del povero Giuliani ed altre sentenze passate in giudicato hanno stabilito la verità sulla “macelleria messicana” compiuta alla scuola Diaz, sulle torture compiute a Bolzaneto, sui tentativi di depistaggio compiuti da alti vertici della PS,su violenze compiute per strada dalle forze dell’ordine.
    Ora, io rispetto e credo che un politico di centrosinistra debba rispettare ed accettare le sentenze che hanno stabilito gravi resposabilità delle forze dell’ordine e altrettanto sentenze come quella sul caso Giuliani che hanno assolto componenti delle forze dell’ordine e non cercare di imitare una brutta copia di Berlusconi a cui piacciono solo i magistrati che gli danno ragione.
    Avrebbe fatto meglio , molto meglio, Vendola a dire che se lui venisse eletto Premier , De Gennaro non potrebbe rimanere al proprio posto dopo la sentenza invece di dire una cosa grave come ha detto su goiliani: la legalità è questa cosa qui e non è nè di destra nè di estrema sinistra.

  41. Daniele Minotti dice:

    @alberto
    Hai detto tutto tu. Allora chiediamo un’interpretazione autentica a Vendola. OK?

  42. Daniele Minotti dice:

    @Pier
    In giudicato c’è soltanto la sentenza per Placanica.
    Le altre non mi risulta. Anzi – fidati – è impossibile…

  43. a. dice:

    “noi uomini di sinistra un po’ attaccati a un idea di “sinistra da poltrona”, che ci leggiamo repubblica” vogliamo un nuovo Obbbama, ma che parli come Bonaiuti, per favore. mica vogliamo che magari qualcuno metta in dubbio le convinzioni che tante ore di tg1 e maresciallo rocca ci hanno permesso di avere…

  44. alberto dice:

    @ DM
    “E chiamalo scemo…” io lo vedevo detto con gomitata e occhiolino ammiccanti, allora ho capito male.

  45. Pampurio dice:

    E vai Mantellini, giocamoci subito anche Vendola, per una frase forte estrapolata ad hoc e su una argomento che se lo svisceri un poco, va a finire che t’accorgi che ha pure ragione …

    Poi ci lamentiamo se non abbiamo leader all’altezza delle nostre aspettative, che sono quelle di snobbarli come deficienti alla prima occasione per far vedere come siamo, o saremmo, bravi noi.

    Vendola è uno che ha le palle e la cultura , ed davvero a sinistra, e non solo nella poltrona che ha il divano a destra nel salloto…. e se ne pesta qualcuna durante la strada, pazienza. Almeno cammina deciso.

    @DM. Sì; terreno fertile, eccome.

  46. Daniele Minotti dice:

    @alberto
    Controllati milza o fegato, troverai segni della gomitata.
    @Pampurio
    Non so perché, ma ho la conferma di avere tanti anni più di te e di conoscere bene la perversa logica del terreno fertile, vanamente fertile se non per la cavalcata del politico di turno.

  47. Pampurio dice:

    @DM, se hai più anni di me, sei vecchio forte.
    Se invece ne hai meno, forse sei vecchio dentro.

    Io mi sono fatto le ossa prendendomi praticamente del fascista nel ’77 ( do you remember Lo Russo ?) perchè, pur se sono sempre stato di sinistra, con la testa e con il cuore, a 17 anni non volevo agire come gli autonomi “sfasciautto”; poi mi sono preso dell’antico e del “comunista” , pur se nn lo sono mai stato, quando negli anni ’80 non mi fidavo dei “compagni” socialisti e del loro modo di fare politica; negli anni ’90 mi prendo del pirla perchè credo nella svolta di Occhetto, e infine oggi mi dicono che sono cinico in quanto penso che Berlusconi ce lo meritiamo, perchè rappresenta DAVVERO la maggioranza degli italiani, e in democrazia la maggioranza vince.
    Quindi sono più vecchio di te, e forse sì, anche più scazzato , ma nn mi arrendo e se appare all’orizzonte un politico che dice cose di sinistra, riesco ancora a non confonderlo con Fini.

    Beato te che conosci le perverse logiche del terreno fertile, così nn prendi le cantonate che ho preso io.

  48. Daniele Minotti dice:

    @Pampurio
    Vabbe’, l’importante e’ capirsi… anch’io, oggi, mi senso dire delle brutte cose da parte di persone che pensavo l’intendessero come me…
    Sul terreno fertile, non penso di dover dire molto… basta leggere qui…

  49. alberto dice:

    repubblica .it sta aprendo con “Borsellino, applausi a Fini: Mangano non è un eroe”.
    ilgiornale.it sta aprendo con “Borsellino, il corteo delle agende rosse. Fini contestato: Mangano non è eroe”.
    “Avanti un altro” quindi diventa un titolo inquietante, come auspicio.

  50. Pampurio dice:

    @DM.
    Terreno fertile, e alla grande !! 50 commenti in un giorno….
    neppure con un post dal titolo “I-pad: ‘na chiavica” ne tiri su così tanti in poco tempo ( Vai Mante ! ) ;-)

  51. a. dice:

    @Avv. va che “fertile” non vuol dire per forza “concimato” ;)

  52. david dice:

    E invece secondo me ha fatto bene. Per tanti, troppi anni, abbiamo dovuto sorbirci aspiranti leader del centrosinistra che non dicevano quello che pensavano ma quello che, a seconda di dove si trovavano, ci si aspettava che dicessero. Con il risultato che alla fine tutti si chiedevano non cosa avesse detto qualcuno, ma perché, per quale motivo, per accontentare chi, avesse detto quella cosa.

    Così alla fine ci siamo trovati aspiranti candidati, che si rendevano sempre più scialbi e anonimi per non voler dispiacere nessuno, delle specie di Zelig che candidavano l’operaio ma anche l’imprenditore, oppure dei Grandi Sacerdoti che non dicevano proprio niente, perché convinti che la politica la si fa solo nei segreti del palazzo sommando le percentuali dei vari partiti.

    Ora, finalmente, abbiamo un aspirante candidato che ha un forte carattere, una chiarissima identificazione, che ci fa mettere in discussione, che non vuole solo accontenarci, ma ci obbliga a partecipare, anche emotivamente, in prima persona.

  53. Zagabart dice:

    Io è da parecchio che ci penso, e credo che se quel giorno a Genova Giuliani e il carabiniere si fossero invertiti di posto, sarebbe successa la stessa cosa.
    Motivo per cui, imho, la responsabilità è tutta di chi non ha saputo valutare le conseguenze di mettere un ragazzotto armato (e magari troppo invasato) in una situazione del genere.
    Detto questo, david, la frase di Vendola (anche se estrapolata dal contesto) non mi fa partecipare emotivamente in prima persona, se non per riflettere sul fatto che il Vendola stesso si è fatto scappare una emerita cazzata.
    Ma ha comunque altri meriti, per cui glie la si può perdonare.

  54. trentasei dice:

    @Zagabart : ed è questo su cui si discute. La snobberia e la supponenza dell’ “Avanti un altro” con cui, per una cagata, si crocefigge un buon candidato, valido per molte altre cose, con idee e personalità. Io vorrei sapere il candidato di Mantellini, per dire. Il mio, lo dico, è Cacciari. Non potendo, Vendola mi va bene. Non è perfetto, ma non vedo molto altro in giro. Gente che pensa, con idee, personalità e palle. Bersani e Rutelli se li merita, certa gente. Bersani, uno che cerca di darsi un tono usando la parola “coglioni” con la Gelmini. Poi passerà a “uè, raga”. Il vuoto superficiale spinto di Rutelli non merita commenti.Vabbè, dai, lasciamo perdere, ci vogliamo male, è chiaro. Finirà che per reazione voterò Lega.

  55. massimo mantellini dice:

    @trentasei, al di la’ del titolo, non e’ che Vendola abbia fatto una cagata, su questo sono d’accordissimo con David qualche commento sopra, e’ che Ventola crede a quello che dice. E quello che dice e’ banalmente incompatibile con la leadership, ma sopratutto col comune sentire di un grande partito riformista, se ma ce ne sara’ uno.

  56. trentasei dice:

    massimo, sinceramente, io accetto che questo candidato abbia delle imperfezioni, con cui e di cui si può discutere, anche con lui, assieme ad altre idee valide, piuttosto che avere un leader patata, per capirsi, che accontenti tutti “ma anche” nessuno: alla Veltroni, per capirsi.Ripeto:il mio candidato è Cacciari.Il tuo?Perchè nei miei sogni non ho Vendola, come candidato reale,sia chiaro:uno che pensa per un attimo una cagata del genere,non lo vorrei.Però non vedo altro,e mi pare con le palle e molte altre idee che condivido.Che faccio, lo butto per questo o gli dico “secondo me haidetto una cazzata, ripensaci”.? Sinceramente, davvero,chi è che vorresti tu?

  57. alberto dice:

    Avendoci dormito sopra, mi pare adesso che la frase di Vendola nasca da questo sentimento: che Carlo Giuliani (ma lo stesso si può tranquillamente dire di Placanica)(anzi no, forse, politicamente Vendola non lo potrebbe dire tranquillamente) fu abbandonato dallo Stato. In quella situazione, lo Stato che avrebbe dovuto proteggerlo lo incitò invece a esporsi. E’ una valutazione indipendente dal discorso del passamontagna o dell’andare al mare. Come secondo me (e vedo anche secondo Zagabart, se non ho capito male) abbandonò Placanica. In questo senso (e forse solamente in questo senso) lo si può accostare alle vittime di mafia, ma, paradosslamente, più a Dalla Chiesa e a Ambrosoli, che non a Falcone e Borsellino, che almeno avevano una scorta. Poi certo, si può pensare che l’Italia in generale abbia finora fatto poco per favorire chi affronta la mafia, indipendentemente dalle scorte, ma questo è un altro discorso.

  58. Daniele Minotti dice:

    @alberto
    Dalla Chiesa, Ambrosoli, Falcone e Borsellino sono eroi perche’ hanno pagato, consapevoli, con la propria vita la loro lotta contro il crimine, non in quanto, eventualmente, abbandonati.
    Chi e’ abbandonato, semmai (e sempre eventualmente), e’ soltanto una vittima (innocente o meno).

  59. alberto dice:

    @DM
    Sì, è vero. La definizione di eroe per Giuliani è forzata, da parte di un rappresentante delle istituzioni. Questo potrebbe chiudere per quanto mi riguarda la discussione sulla frase di Vendola. Perdonami però se insisto su questo tema del G8 di Genova che non mi sembra del tutto astratto, perché in quell’occasione la sinistra di governo si tenne fuori, mentre una parte del suo elettorato, quella più attiva politicamente, fece un’esperienza che non aveva mai fatto e se ne porta dentro i segni, E a volte si stupisce che quell’esperienza non sia capita nei giusti termini dai suoi rappresentanti politici. Senza entrare nel merito delle qualità di Carlo Giuliani, il crinale della discussione è secondo me nello stabilire se “se l’è andata a cercare” o se “lo hanno messo in mezzo”; se lui lì in via Tolemaide ci poteva stare o era meglio che non ci andasse. Questo leggero spostamento di visuale mi pare definisca una linea di frattura nel giudizio su Giuliani che è anche interno al centrosinistra. Una frattura profonda.

  60. alberto dice:

    Dico meglio: se lui lì (dico in via Tolemaide) faceva bene a esserci o era meglio che non ci andasse.

  61. Zagabart dice:

    @alberto: si, per come la vedo io sicuramente Placanica è stato abbandonato dallo Stato nel senso che, pur essendo fortemente inadeguato ala situazione, è stato messo in un posto dove poteva (e purtroppo lo ha fatto) provocare danni.
    Per induzione quindi è stato abbandonato dallo Stato anche Giuliani, che non ha avuto chi potesse fermare nella maniera opportuna il suo inutile gesto.
    Poi però eviterei di chiamare “eroe” Giuliani, e sono d’accordissimo con quello che dice Daniele Minotti.

  62. alberto dice:

    @zagabart
    Sì, Vendola ha “giocato sporco”, ma ha fatto bene o ha fatto male?

  63. Andrea dice:

    La blogghenzia imputerà sempre, a un qualsiasi candidato, il torto di non essere perfetto.

    E poi pensare, ragionare, analizzare e discutere: troppa fatica per i blog che hanno frenfizzato la loro prospettiva. L’orizzonte, ormai, è il prossimo quarto d’ora.

    [ due neologismi in 5 righe, chi mi credo di essere? Comunque mi sembrano trasparenti: blogghenzia=blog+intellighenzia; frenfizzare=ridurre alle modalità e alle dinamiche di friendfeed ]

  64. Zagabart dice:

    @ Alberto: ha fatto male, anche perchè siccome lo ritengo persona intelligente, sapeva benissimo l’effetto mediatico e di “riassunto improprio” che si sarebbe potuto riversare sulla sua frase.
    Senza contare che una dichiarazione del genere, anche reinserita nel contesto di un discorso più “ragionato”, sa di falso e paraculo.

  65. alberto dice:

    @Zagabart
    Lo sapremo solo vivendo. Vedremo se in futuro ripeterà in qualche modo questa affermazione o qualcosa di simile e vedremo se perderà ancora una volta le primarie.

  66. diamonds dice:

    Su Carlo Giuliani si è già speculato abbastanza e a sproposito(e coloro che hanno cercato di giustificare la sua morte innocente si sono guadagnati una nomination nell’agone degli individualisti arresi).Sarebbe ora di scendere nel “limbo degli archetipi” per trovare nuovi radicali liberi.Vendola deve ancora dimostrare di non essere un Bertinotti qualunque.Lo aspettiamo al varco.Ma per motivi diversi da quelli che hanno ispirato questo post l’inizio non è dei migliori

    http://www.achtungbaby.org/2010/07/No-Surprises.mp3

  67. zerobyte dice:

    Interessante come una persona possa essere un “eroe” per alcuni e un “criminale” per altri…

    Ora, posso comprendere anche come Berlusconi possa esser visto come “il salvatore” da alcuni e ” il rovinafamiglie” da altri…

  68. trentasei dice:

    peccato, speravo davvero e sinceramente che Mante si esponesse dicendo quale è il suo candidato reale e non ideale. Cioè, mandato a casa Nichi a fare l’ amministratore di condominio -e ci può stare- chi è che vorrebbe a capo di questa coalizione? Perchè non ne parliamo in concreto anzichè rimanere nell’ astratto ?

  69. Zagabart dice:

    Non vorrei fare l’avvocato non richiesto, ma può darsi che al momento non ci siano candidati ideali, per Mante.
    O è obbligatorio tifare solo per quelli “ufficiali”?

  70. trentasei dice:

    @Zagabart bè, se così fosse, è questo il punto. Nichi, come ho precisato, non è il mio candidato ideale. Ma se a furia di aspettare quello ideale, devo perderne di reali che mi vanno almeno abbastanza bene, mi tengo Nichi. Io preferirei Cacciari, ma tant’è, Cacciari non me lo mettono, fra quelli in lista prendo quello che almeno c’ha palle, idee, carattere e pensa.

    Quel che voglio dire è che è troppo facile snobbare i candidati reali in nome di altri ideali che abbiamo in testa senza dare soluzioni pratiche, REALI e ATTUALI di sviluppo concreto di un’azione.

    Altrimenti sono masturbazioni mentali e sofismi.

    Della serie :
    – “naa, quella ha il culo troppo basso..”
    – ” Ok, tesoro, ma ti devi sposare adesso. Mi dici con chi ?”

    Accanto a un no, ho sempre imparato a dare una proposta concreta. Altrimenti è facile dire no ma non dare soluzioni.

    E anche io direi no, a Vendola.

    Ma di soluzioni pratiche, reali, ATTUALI e attuabili che si sposano maggiomente a quanto penso io, ora vedo questa. Spero di poterne vedere altre, senza il neo Giuliani, per capirsi.

    Non sposo per nulla la frase per Giuliani, e mi spaventa, pure, a dirla tutta. Ma non posso buttare tutto nel cesso perchè una c’ha il culo basso. Bè, lasciamola parlare e vediamo se c’ha il fiato che puzza,almeno, prima di buttarla, anzichè snobbare subito e passare oltre, per capirsi.

    Quindi, io lo desiderei davvero sapere il candidato reale di tutti quelli che dicono “No, Nichi no”. Un nome, non fantasie.

  71. massimo mantellini dice:

    @trentasei, francamente non capisco la delusione, mi pare che candidati alla segreteria del PD oltre a Vendola oggi non ce ne siano proprio. E quando ci saranno magari ne potremmo parlare. Detto da uno che francamente non sa nemmeno se riuscira’ a rivotare PD.

  72. trentasei dice:

    Bè, mante, è proprio questa la delusione, non mi sono spiegato? In attesa del principe azzurro dei sogni, scarti con così tanta facilità un candidato reale piuttosto valido, senza però avere alternative. La tua delusione sul PD è la mia,solo che almeno guardo alla realtà, senza permettere che i miei sogni mi impediscano nel frattempo di provare a fare qualcosa con quello che di meglio c’è.. Altrimenti, fosse per te, se ho capito bene, rimarremmo senza una guida o, meglio, con Bersani e il suo “coglioni” alla Gelmini per darsi un tono. Dico solo che è comodo e facile dire “non va bene” senza proporre alternative. Ed è tipicamente di sinistra, una sinistra che per avere tutto bene, bello, come vuole lei, dimentica e rinuncia a fare con quello che c’è nella realtà, aspettando, da sempre, un principe azzurro che non sa trovare nella realtà, per poi ridursi a trovare dei patata che vanno bene a tutti “ma anche” a nessuno, per un’idea malsana di politically correct. Mosci, avulsi, senza identità e palle. L’ alternativa cui abbandoni tutto per quell’ incapacità tutta di sinistra di trovare compromessi è quindi lasciare che governi la destra. Io vorrei cacciari, ripeto. Non potendo, vabbè, Vendola. Ma non voterò mai più un vuotospinto Rutelli, o un “uè raga” Bersani per accontentare tutti “ma anche” nessuno. Carattere, identità, palle e un pensiero, richiedo a un candidato. A Vendola, che le ha, prima di buttarlo, chiederei chiarimenti su cosa intendeva dire, perlomeno. Che dici? Che dici, soprattutto, di questo tuo nichilismo con cui sai dire no senza proporre però alternative concrete?

  73. Andrea dice:

    Non ho letto tutti i commenti e non so se qualcuno l’ha già segnalato: questo post era ancora fresco di giornata che Vendola aveva già smentito.
    Qui l’agenzia del 19/7:

    http://www.agi.it/politica/notizie/201007191501-pol-rt10157-governo_vendola_sel_poco_chiara_la_posizione_di_bersani

    Qui il Corriere del 20/7:

    http://www.rassegnastampacrp.com/public/stampa/200710/Corriere%20della%20Sera/LOC481186.pdf

    Tipico dello stile di Mantellini non segnalarlo con un poscritto.

  74. massimo mantellini dice:

    @andrea, il mio stile sarebbe quello di pubblicare le smentite se e quando ne vengo a conoscenza (tipo adesso). Poi mi piacerebbero commentatori urbani ma ovviamente non si può avere tutto.