Leggo sul blog di Pierferdinando Casini che il leader dell’UDC nei giorni scorsi si e’ interrogato su smartphone e banda larga:

Pier Ferdinando Casini si è interrogato nei giorni scorsi sul significato dell’allarme lanciato da Calabrò.

Dopo lunga interrogazione, tecnicamente appaltata a Roberto Rao, capogruppo Udc in commissione di Vigilanza Rai, la proposta dell’UDC sulla annosa questione della rete trasmissiva in Italia è la seguente:

Poco è stato fatto e tanto c’è ancora da fare. Aprire un confronto costruttivo sul tema è un primo passo. Raccogliamo riflessioni utili, pareri sulle strade da intraprendere, sugli errori commessi in passato e da evitare in futuro. Il dibattito è aperto.
Dite la vostra.

La solita imbarazzante comitatologia dei senza idee.

8 commenti a “Larga la foglia stretta la via”

  1. Daniele Minotti dice:

    “*Poco è stato fatto e tanto c’è ancora da fare. Aprire un confronto costruttivo sul tema è un primo passo*.: piovedisabato vs. MacRaiser!

    P.S.: Bah…

  2. Pinco Pallino dice:

    Quest’uomo, come dire, deve essere veramente un pò incasinato…

  3. Nicola dice:

    Commento non consono:
    Non so se qualcuno se n’è accorto, ma la pubblicita Martini Soda in radio in questi giorni ha un mega condizionale sbagliato da Giorgia Surina in persona. Copywriter ma che mi fate!?

    Ascoltatelo e parlatene, non sono errori di diretta…

  4. Pampurio dice:

    ..Comitatolgia…

    Mante, chapeau !

  5. deva dice:

    @Nicola: una volta ho fatto un corso di comunicazione in cui mi spiegavano che sbagliare il tempo di un verbo da una sorta di credibilità ad una frase… mi pare che fosse sbagliando un condizionale a favore di un indicativo…
    Non ho mai applicato… non so se sia una di queste circostanze…

  6. piovedisabato dice:

    minotti
    macraiser che, con la scusa per io lo avrei insultata, cosa mai fatta (e infatti non riporta i commenti dove lo avrei fatto), non pubblica ora più i miei commenti.

    Non c’è alcun insulto in quei commenti, solo che scrivo dati di fatto evidenti, che non riesce a smentire e quindi non li pubblica. Oggi tra l’altro usa un “sembra” di melablog come se fosse una certezza assoluta. Il che la dice lunga sul suo modo di manipolare l’informazione.

    Scusate l’OT ma visto il commento di Minotti ho preferito chiarire quanta onestà ci sia da parte di Macraiser. E’ quindi difficile instaurare un dialogo con chi ha solo da darti del fanboy quando invece chi sembra essere ossessionato dalla figura di Steve Jobs è proprio lui.

    Questo messaggio è chiaro, e Macraiser non può farci nulla.

  7. Daniele Minotti dice:

    @piove
    Dai, scherzavo sulla questione degli smartphone (di cui nessuno conosceva l’esistenza prima dello spot tottiano… siam messi bee…).
    Il resto non mi riguarda, sebbene lo trovi un po’ patetico.

  8. piovedisabato dice:

    tranquillo ;) mi ha inserito nella lista nera non avendo argomentazioni. Va beh che cosa ci vuoi fare, mica tutti sono nati democratici e gentili :) ciao.