Gli avvocati del New York Times devono avere qualche serio problema. Hanno chiesto ed ottenuto, pur se temporaneamente, la rimozione dall’App Store di Pulse, un newsreader per iPad molto apprezzato (devono averlo visto citato da Steve Jobs nel suo recente keynote) per via del fatto che essendo un lettore a pagamento gli autori lucrerebbero dai contenuti che NYT rende disponibili gratuitamente ai suoi lettori in formato RSS. Esattamente come fanno decine di software analoghi da anni su tutte le piattaforme.

(via Il Post)

Commenti disabilitati

Commenti chiusi.