Pensate quello che volete ma nemmeno Apple potra’ convincermi del fatto che la videochiamata non sia una scemenza ciclopica.

77 commenti a “Videochiamati!”

  1. Andrea Contino dice:

    Laik!

  2. Dario Salvelli dice:

    Però con i PDF convincerà in tanti :)

  3. piovedisabato dice:

    beh in realtà non è la caratteristica principale. Interessante però l’apertura (nel vero senso della parola) da parte di Apple. Voglio dire: forse non è mai decollata proprio perchè ogni telefono doveva avere la sua singola applicazione specifica. Se si usa uno standard riconosciuto forse la cosa cambia. Staremo a vedere, tanto nel 2010 è solo wifi.
    In ogni caso circa il post, rimembro questo
    http://www.mantellini.it/?p=7581
    :)
    p.s. molto bello il nuovo iPhone.

  4. Pinellus dice:

    Massimo, la pensavo anche io così finchè non ho visto un giorno in pulman un sordomuto usare la videochiamata per comunicare con un altro sordomuto.
    In quel caso ha senso.

  5. Carlo M dice:

    fatte le debite proporzioni, così come berlusconi ha rincoglionito gli italiani con i prodotti mediaset, steve jobs sta rincoglionendo il mondo con i prodotti apple. chiunque avesse un briciolo di cervello, e una platea di più di dieci persone, invece di reclamizzare i suoi prodotti dovrebbe per lo meno domandarsi (e domandare) se non sia il caso fare resistenza alla dittatura tecnologica di ‘sto vampiro in girocollo.

  6. Daniele Minotti dice:

    Non hai ben presente il concetto di *soglia*. Quello che ti fa mandare MMS invece di SMS. Ma chi non e’ 3 difficilmente puo’ capire.
    Informarti e ti ricrederai sicuramente.

  7. piovedisabato dice:

    CarloM
    oppure è da persone un pochino povere, ma veramente povere, pensare che chi compra un prodotto Apple sia rincoglionito o senza cervello. Sarebbe anche ora di smetterla con questi commenti che nemmeno Calderoli verso i marocchini. Grazie.

  8. Carolus dice:

    Volevo segnalare al proprietario di questo Blog l’uso del termine “Calderoli” da parte di dell’utente “piovedisabato”. ;)

  9. piovedisabato dice:

    :)

  10. Carlo M dice:

    piovedisabato
    io veramente ho detto una cosa un po’ diversa, ma fa lo stesso.

    ah, cmq il vecchio iphone che hai comprato due anni fa alla modica cifra di 400 € lo puoi anche buttare nel cesso. fra due mesi sarà in vendita sui banchetti degli ambulanti abusivi a 30 euri. puoi dire grazie al tuo amichetto steve.

  11. roxy dice:

    quoto Carlo M. Con cadenza semestrale, un maestro circense impartisce chicche bollite a un plotone di scimmie urlanti. Il discorso non è che un utente Apple è un imbecille, ma che buona parte degli utenti Apple siano privi di capacità critica è un dato di fatto.

  12. Carolus dice:

    Buona parte degli utenti Apple (esclusi i pochi “tecnofichetti”) hanno fatto una scelta consapevole. Certo, le “scimmie urlanti”, come le chiama Roxy esistono e da quando c’è l’iPhone sono molto aumentate ma in generale ritengo l’utente medio Apple poco tecnomane e più attento alla bontà degli strumenti che usa.

  13. pasquino dice:

    @Carlo M

    Mah, non capisco il senso di questa ironia. Jobs ha un unico grande difetto: ha quasi sempre ragione. E questo da fastidio anche a chi lo ama. Figuriamoci poi se ti sta sulle **lle.

  14. alessandro dice:

    ma anche stavolta avete da ridire? seguite piu apple voi che siete contro che la meta’ di quelli che usa prodotti apple…

    e poi paragonare steve jobs a berlusconi e’ davvero una puttanata tremenda (e mi son contenuto) :)

  15. pasquino dice:

    Quoto alessandro :-)

  16. abragad dice:

    Anche io penso che la videochiamata sia una discreta inutilità, pensavo però a due cose, la prima è che la platea dei prodotti Apple è più americano-centrica di quel che sembra e ciò nel caso dell’iPhone si nota particolarmente perché Stati Uniti ed Europa (per tacere dell’Asia) hanno usi e costumi diversi sulla telefonia cellulare; la seconda è che non questo modello di iPhone mi sembra che Apple abbia chiuso tutte le “falle” di feature mancanti ovvero quelle di cui utenti e concorrenti si sono lamentati negli anni a torto o a ragione (ricordate gli MMS?). A questo punto non mi viene in mente quasi nulla che possa essere aggiunto.

  17. alessandro dice:

    senza contare che lo stesso mantellini, fra 6 mesi, dira’ che le videochiamate sono fantastiche
    oramai e’ la prassi :)

  18. massimo mantellini dice:

    Beh Alessandro mi parrebbe improbabile ma non lo escludo ;)

  19. alessandro dice:

    ok ne riparliamo a natale ;)

  20. piovedisabato dice:

    Carlo M

    PUNTO 1
    Il mio 3G non ha praticamente perso valore in questi due anni. Gli altri telefoni dopo quanto perdono valore? come dici? sei mesi se va di lusso? ah già.
    PUNTO 2
    Il mio telefono non lo butto “nel cesso” perchè va meglio del primo giorno ed è il primo telefono di cui sono così soddisfatto da poterlo usare ancora per moltissimo tempo.
    PUNTO 3
    Al momento il 3G si trova su eBay a 300 e passa euro. Trovami un altro telefono che dopo 2 anni mantenga così tanto il suo valore e poi, solo dopo, torna qua. A Steve dico sì grazie, ma per il fatto che ha prodotto un telefono che mi sta durando come mai altro telefono mi era durato, e che funziona ancora meglio del primo giorno dato che, ma forse questo non lo sai, potrò aggiornarlo al 4.0 gratis a distanza di DUE anni. Puoi dire lo stesso di altri telefoni che non siano arrivati prima o nelle vicinanza di iPhone o di moltissimi telefoni in commercio? No.

    Questi sono dati, fatti.

  21. piovedisabato dice:

    mantiene

  22. Roberto Moroni dice:

    Quelli che fino a cinque anni fa “il Mac costa troppo, è roba per snob e soprattutto _non è compatibile_”, oggi inneggiano alla “resistenza alla dittatura tecnologica”.
    Chissà domani, vien da pensare.

  23. piovedisabato dice:

    Roberto Moroni
    tanto per stare in topic, sai cosa bisognerebbe dire loro adesso che ci penso? Videocalmati.

  24. Enrico dice:

    Quoto Carlo M, Steve Jobs sta proprio rincoglionendo il mondo, almeno quella parte che priva di qualsiasi spirito critico pende dalle sue labbra come se fosse dio e celebra ogni sua parola come fosse verità rivelata.

  25. Macraiser dice:

    “Il PC e’ il passato, l’iPad e’ il futuro.” Steve Jobs, Giugno 2010.

    “Le tablet? Sono favolose per quel gruppetto di gente ricca che vuole avere un terzo computer.” – Steve Jobs, Giugno 2003.

    Della serie: “Steve Jobs ha sempre ragione”.

    Pure quando si da’ torto.

  26. Carlo M dice:

    ragazzi ma perché non vi calmate voi?
    oltre che ammaliati da steve siete anche completamente privi di senso dell’umorismo.

    piovedisabato. punto 4 mi sono comprato un telefonino da 50 euri e vivo benissimo lo stesso. faccio telefonicamente tutto quello che mi serve fare, e sono qui a discutere con te. come vedi vado avanti tranquillamente anche senza spendere 8 volte tanto.

    per la cronaca io avevo un machintosh SE negli anni 80, quando ancora nessuno delirava per la apple. quindi la tirireta di essere contro i prodotti apple proprio non attacca.

    steve jobs è un genio, non c’è dubbio, perché in un mondo virtuale sempre più aperto è riuscito a imporre un sistema chiuso. con prodotti bellissimi, tecnologicamente avanzati e di altissima qualità, chi l’ha mai negato; ma chiusi e molto costosi, quindi pensati per un’elite. di questo ci si è resi conto con il passare degli anni.

    i prodotti apple non “parlano” con il resto del mondo informatico-tecnologico. o meglio, volendo ma proprio volendo ci parlano pure, ma steve ha reso il dialogo talmente faticoso e macchinoso che quasi tutti rinunciano.

    io ho un semplice ipod, e sta lì nel cassetto, perché non posso aggiornarlo se non ho con me il software e i supporti adatti, e se incontro qualcuno che sta ascoltando una bella canzone lui non me la può passare, e io non posso passare le mie canzoni a lui perché steve jobs l’ha vietato (ovvero l’ha reso così complicato da vietarlo, di fatto).

    sulla qualità nessuno discute, ma steve jobs sta vendendo al mondo un sistema intrinsecamente contrario allo spirito del mondo virtuale aperto e intercomunicante. o stai con lui o stai contro di lui. “allearsi” con lui restando fuori si potrebbe anche, ma non vale la pena, né per chi usa prodotti apple né per chi non li usa.

    è questo che io contesto. scusate ma preferisco la filosofia linux, o al limite anche quella del famigerato e demonizzato bill gates (absit iniuria verbis).

    arrivederci

  27. Macraiser dice:

    @ Carlo: Dall’altissima qualita’” escludi a priori prodotti come l’iMac 27 pollici e la Time Capsule (per esempio) o la tua era solo una battuta di spirito? :p

  28. Muttley dice:

    @pasquino: anche di un buffo ometto pelato col mascellone dicevano avesse sempre ragione ;)

  29. piovedisabato dice:

    Carlo M
    1) sei tu che hai dato del rincoglionito e del senza cervello a persone che nemmeno conosci. Come nemmeno il peggior politico di provincia riesce a fare. E questa cosa RESTA agli atti. La possono leggere tutti
    2) nessuno ti obbliga a comprare nulla. Se vivi bene con il telefono da cinquanta euro nessuno ti dirà che sei un rincoglionito come invece tu hai detto.
    3) ma questo non significa che io o altri non abbiamo altre esigenze (mail, internet etc) e che riteniamo che iPhone sia un dispositivo che permette di fare certe cose in una maniera più semplice. Jobs non è un tiranno, è il ceo di una società che produce dei prodotti. Se la gente li ritiene validi li compra, altrimenti no, e della chiusura frega poco a nessuno dal momento che i prodotti fanno quello che dicono di fare. Tutti i prodotti sono chiusi, anche il samsung che avevo 5 anni fa era chiuso. Io vedo il controllo come una maggior garanzia su quello che acquisto e a me va bene così. A te no e sei libero di non comprare nulla. Come vedi nessuno ti costringe. Solo evita di insultare la gente in quella maniera perchè altrimenti devo pensare tu non abbia sorpassato i quindici anni.

  30. piovedisabato dice:

    Macraiser
    quelle frasi sono frasi dette in momenti storici diversi. Steve Jobs le ridirebbe nel senso che nel 2003 si riferiva ai tablet per com’erano allora. Infatti l’iPad di oggi non ha NULLA in comune con i tablet di allora (se tali si potevano definire). Non c’è il pennino, c’è il multitouch, l’OS è ottimizzato (come ora stanno per fare tutti, andando dietro come al solito ad Apple) per non parlare di altro. Sei pregiudizialmente contro e va beh, ma non è un buon motivo per falsare la realtà ;) buona giornata.

  31. piovedisabato dice:

    ah Carlo M
    i drm sull’iPod sono caduti da un po’ di tempo. Puoi passarti tutta la musica che vuoi, volendo.

  32. StefanoM dice:

    Già David Foster Wallace aveva fatto le pulci ai meccanismi della videochiamata. Ogni volta che ne sento parlare mi torna in mente il pezzo di Infinite Jest dove ne descrive il fallimento, perlomeno letterario.

  33. kinto dice:

    Il nuovo iPhone mi sembra come sempre un oggetto costruito con qualità superiore e che impone uno standard, di questo bisogna dare credito a apple. Delude abbastanza invece il contorno all’hardware soprattutto la videochiamata (solo in wifi) spacciata come rivoluzione e la super risoluzione costretta in uno schermo PICCOLO. Ma si sà, bisogna avere un iPhone e pure un iPad! :-)

  34. Daniele Minotti dice:

    Salvo rarissimi casi, la videochiamata serve veramente a poco. Ho cercato di spiegarlo sopra, un po’ ironicamente, ma non sono stato capito ;-) Pero’ se c’e’ non e’ una disgrazia.
    Va detto che, come per gli mms (che, personalmente capisco di piu’), Massimo e’ sempre stato coerente.

  35. piovedisabato dice:

    kinto
    il fatto è che di iPhone se ne vendono tanti e Apple vuole essere sicura che gli operatori siano in grado di sopportare il peso del flusso di dati aggiuntivo generato dalle possibili videochiamate e quindi dovrebbero arrivare in 3G solo nel 2011. Videochiamate che non sono mai state usate in quanto non molto usabili. Se veramente sarà facile e immediato videochiamare e se veramente prenderà vita lo standard TimeFace allora potranno prendere piede, seppur timidamente. Non so questa grande importanza a questa caratteristica però è anche vero che probabilmente l’unico metodo per fare chiarezza e renderle usabili è quello di creare uno standard tra i vari dispositivi. L’apertura del tutto in questo caso non può che aiutare.

  36. pasquino dice:

    @Carlo M

    “[…] steve jobs sta vendendo al mondo un sistema contrario allo spirito del mondo virtuale aperto […] preferisco la filosofia linux, o al limite anche quella del famigerato e demonizzato bill gates […]”

    Ma vai lavorare…

  37. Carlo M dice:

    piovedisabato io non ho insultato nessuno quindi datti una calmata occhei? la mia era un provocazione per introdurre un tema.
    semmai sei tu che hai insultato me, definendomi “veramente povero”, “come il peggior politico”, e “sotto ai quindici anni” (magari lo fossi, aggiungo io).
    cmq io non mi offendo, tranquillo. però critico la filosofia di jobs quanto mi pare e piace, visto che siamo ancora in un mondo libero.

  38. Carlo M dice:

    “ma vai a lavorare…”

    ecco un’altra persona gentile, complimenti.

  39. pasquino dice:

    @Carlo M

    Scusa Carlo, ma cosa pretendi? Citi Microsoft come esempio di “mondo virtuale aperto”, che tra l’altro non vuol dire un cavolo… Certo che sono stato gentile.

  40. Daniele Minotti dice:

    Scusate, ma e’ il caso di litigare per un belin (sorry) di telefono?

  41. Andrea dice:

    Provo a dire la mia.
    2 settimane fa ho deciso di provare qualcosa di nuovo. Vendo il mio 3G acquistato nel settembre 2008 su ebay. Il prezzo? 330 Euro + spedizioni. E’ un’enormità, per un telefono di 2 anni fa. Altra enormità però è che nel 2008 lo pagai sempre su ebay intorno ai 550 euro!
    Comunque, aggiungendo 50 euro alle 330 guadagnate col 3G sempre su ebay ho comprato un HTC Desire.

    Ora come ora, vi dico che Android con la htc sense è decisamente migliore di iphone. Mi manca però l’app store, che per quanto l’android market stia crescendo, non è uguale.
    Per il resto, tutte le cose rivoluzionarie che fa iphone4, già altri top di gamma le fanno già, alcune meglio, altre peggio (ma prima vorrei vedere con mano questo iphone4!).

    Unica curiosità che mi rimane: se fossero riusciti a far superare le 2 giornate EFFETTIVE di utilizzo, quella si che sarebbe una grande svolta! Con iphone 3G facevo 1 giornata, col desire ne faccio quasi 2, la differenza si sente eccome!

    Saluti! :)

  42. Daniele Minotti dice:

    Ecco, un limite secondo me enorme dell’iPhone: la batteria non sostituibile (salvo comprare propaggini varie che aumentano dimensioni e peso).
    C’e’ un motivo tecnico ufficiale (che vale anche per i MacBook): eliminazione di pettini, pettinini e linguette per la connessione ad una batteria sostituibile con possibilita’ di ingrandire la batteria stessa. Pero’…
    @Andrea
    In effetti, di Sense mi hanno parlato molto bene… sono riusciti pure a risuscitare WM 6.5 ;-)

  43. piovedisabato dice:

    Carlo M
    Che i ragionamenti che hai fatto, non la tua persona, siano a mio modo di vedere molto poveri lo confermo. Il modo con cui hai descritto Jobs è parso abbastanza infantile. E lo confermo.
    Sei tu che hai sentito il bisogno di scrivere quelle cose, per primo. Se uno poi ti risponde a tono è la conseguenza della propria azione. Se uno scrive certe cose deve anche aspettarsi una risposta. Mica tutti la pensiamo allo stesso modo.
    Ma se però mi vuoi dire che ho capito male io e tu non reputi la maggioranza degli acquirenti iPhone dei pecoroni che vanno dietro ad un logo allora okay. Ma ho come l’impressione che tu sottointenda quello. Se mi sbaglio dillo pure.

  44. Sascha dice:

    Non è che gli acquirenti dell’iPhone siano dei “pecoroni che vanno dietro ad un logo”.
    E’ che, come tutti gli acquirenti, sono mossi non da bisogni ma dalla paura di essere lasciati indietro, di non essere al passo, di rimanere isolati – al limite la paura di non sembrare abbastanza ‘cool’…
    E’ così che funziona l’opinione pubblica, da sempre, anche nel settore commerciale e figuriamoci in quello dell’hi tech, dove i sogni fanno pesantemente aggio sulla realtà…

  45. Carlo M dice:

    ecco diciamo che sascha ha forse articolato un po’ meglio il mio pensiero (che al di là dello stile un po’ tranchant speravo si fosse capito). aggiungo che steve jobs queste ansie le sa cavalcare piuttosto bene.
    insomma piovedisabato, non penso affatto che tu sia un pecorone o un senza cervello. poggia un attimo l’iphone e fumiamoci un calumet della pace.

  46. Andrea dice:

    Beh, la sense ha fatto resuscitare la WM6,5 fino ad un certo punto: dove arriva la sense, bene, dove però rimane il “vecchio” windowsmobile 6.5 è un disastro. Mio padre s’è fatto un hd2. Lui ne è innamorato, meglio così,io dopo averci giocato 1-2 giorni gliel’ho ridato ben volentieri! :D

    Il bello e brutto di iphone è anche nella sua chiusura, in tutti i sensi, che gli permette di avere uno store eccezionale, anche a livello qualitativo (le app praticamente non crashano mai o quasi… ti pare poco! :) ), ma dall’altro lato non gli permette di avere uno scambio files bluetooth normale, l’apertura di files “normali” in modo nativo, di avere una radio, di avere tanti programmi che potrebbero migliorare quello che già l’iphone fà, ma che non sono nello store perché stroncati dalla apple. La sense di htc, per dirti, migliora tantissimo android… in un iphone una customizzazione del genere non è possibile!
    Sono decenni che è così per il mac!

    Cmq la storia di noi amanti mac è vecchia come.. la apple. L’iphone ha portato ad avere uno smartphone anche gente che non va (anzi, non andava!) mai su internet, non aveva bisogno di leggere email e tutte le altre cose che hanno ora voglia di fare con l’iphone. Dire che ci sono telefoni che costano 50 euro e smartphone che costano 400 euro dandoti comunque cose uguali o simili è giusto, ma è un discorso secondo me privo di interesse. E’ come dire che ci sono Fiat da 5000 euro, nonché auto sportive da 30000 euro: quindi non è necessario comprarsi una ferrari.
    L’iphone sta agli smartphone come la ferrari alle auto: non lo si compra solo per avere un OTTIMO smartphone, ma anche per avere un oggetto di culto, modaiolo, bello esteticamente! Poi magari c’è chi lo compra solo perché è di moda… ma fa lo stesso.
    Se non altro, anche iphone 4 sarà sì un oggetto di moda, da fighetti o da gente malata per la Apple, ma sembra che sarà anche un eccellente smartphone!

  47. Giancarlo dice:

    La telefonia mobile è esplosa perchè aveva come base un’idea rivoluzionaria: telefonare mentre ci si muove è si sta facendo altro.
    La videochiamata è la negazione di questo. Provate voi a muovervi mentre fate una videochiamata, come minimo vi prendono per pazzi o centrate un palo.

  48. Maurizio Gotta dice:

    Scusate, azzuffatevi pure, ma visto che per lavoro ho dovuto fare una comparazione degli smartphone sotto rete 3, vi volevo solo dire che l’iPhone 3GS per quanto riguarda il suo mestiere principale (telefonare) è risultato il peggiore come qualità delle telefonate tra quelli testati, con frequentissime cadute di linea e impossibilità di telefonare laddove htc e nokia se la cavavano alla grande.
    Riprendete pure la zuffa, e scusate per l’interruzione.

  49. Macraiser dice:

    @ Piovedisabato: Se Jobs avesse detto le due frasi citate nello stesso periodo storico, sarebbe ricoverato in terapia psichiatrica. Ha preso un colossale granchio. Uno dei tanti che ha preso in vita sua, tutto qui.

  50. Daniele Minotti dice:

    @Gotta
    Se anche la voce risultava distrorta, tranquillo… stava girando l’app iAccentosvedese…

  51. Daniele Minotti dice:

    @Andrea
    Certo, ha fatto miracoli esattamente con quei limiti. Anch’io volevo regalarmi un hd2, ho rinunciato dopo aver visto di ciò in una videoprova di Telefonino.net
    Aspettiamo 7 anche se sono sinceramente tentato da questo 4. Per Android penso manchino ancora molte applicazioni.

  52. Francesco dice:

    io riparto un secondo da una delle opinioni iniziali che sosteneva che ogni sei mesi l’iphone diventa vecchio e finisce a 30 euro sugli scaffali etc.. in realtà è tutto il contrario.

    la apple crea un fortissimo marchio attorno ad ogni prodotto, non li chiama con numeri di serie o altre sigle e mantiene lo stesso nome anche quando le macchine cambiano completamente. il tempo di refresh delle varie linee è paragonabile a tante altre aziende ma il mantenimento del nome e la bravura di jobs nel creare attesa in un “evento” fa tutto. htc produce un sacco di modelli di telefoni, come la hp produce un sacco di notebook. apple di fatto produce 2 soli telefoni e 3 modelli di notebook.

    questo rende talmente potente il marchio che il prodotto mantiene un valore molto alto nel tempo, anche tra gli usati(anche grazie all’indiscutibile valore dei prodotti stessi). per capirci, mi è capitato di rivendere un macbook dopo 8 mesi, e una workstation dell dello stesso periodo. di uno ho recuperato l’80% della spesa, sull’altro stendo un velo pietoso.

    dare dello scemo a tutti è uno sport nazionale e non voglio certo io farvi smettere, però un po’ di oggettività verso la terribile e malefica apple ci vuole.

  53. Andrea dice:

    @Daniele: mah, io il 7 lo accantonerei. Anche perché, visto che mi dici che Android ha ancora non abbastanza applicazioni (ed è vero…), t’avviso che su Windows ce ne sono ancor di meno! :)

    @Francesco: il problema dell’iPhone è lo stesso del Mac: per 6 mesi hai tra le mani una roba spaziale, al sesto mese esce un nuovo iphone o mac e subito quello che hai in mano ti sa di vecchio. La qualità dei prodotti è talmente alta e tira talmente tanto il mercato che non si svaluta come un vaio, un htc, un lenovo… Il problema (e la forza di Apple) è che tu vuoi comprare il nuovo! (ho un macbook di settembre 2006, va ancora da dio, però… ecco, se fosse per me lo avrei cambiato da mesi per un pro!)
    Poi possiamo parlare per giorni del fatto che siamo una società consumista, dove si vuole cambiare telefono/auto/parenti/fidanzata/tutto ogni 3×2, ma questo è un discorso (in parte) differente…

  54. Francesco dice:

    @Andrea: il punto è, se vuoi, che la apple riesce a creare un desiderio verso i prodotti molto più facilmente di altre compagnie, ma è una loro forza comunicativa, non ha a che fare con la politica produttiva. a sei mesi dall’ uscita dell’ultimo vaio, la sony produrrà sicuramente un altro di notebook, solo che non ci sarà un keynote a presentarlo e i siti di informazione di mezzo mondo a pubblicizzarlo e l’utente medio sony non ne verrà a conoscenza.

  55. Carlo M dice:

    andrea, francesco, scusate, ma non è che per caso state dicendo che steve jobs sta rincoglionendo il mondo…?

  56. piovedisabato dice:

    Macraiser
    guarda, raccontatela come ti pare ;)

    Andrea
    per la verità esce un iPhone all’anno e non ogni sei mesi. Gli altri cel si che vengono praticamente aggiornati, a livello di linea, ogni due mesi.

    Carlo M
    beh quello è un discorso che puoi fare in generale ma se uno si vuole comprare mettiamo un cellulare ogni anno è sbagliato? no. e se uno si vuole comprare 5 cravatte alla settimana è sbagliato? no. Uno con i suoi soldi ci fa quello che vuole e non sta a te o ad altri dire cosa è giusto e cosa è sbagliato. Puoi dire cosa è giusto e sbagliato per te stesso. Ma non per gli altri. Inoltre non è che la gente si compra un iPhone ogni anno. Semplicemente prima di iPhone la gente cambiava un cel ogni anno o meno. Con iPhone semmai la situazione è migliorata dal tuo punto di vista, dato che la maggiorparte lo tiene almeno due anni. Quelli che avevano preso il 3G ora prendono il 4. Chi aveva preso il 3GS aspetta il 5.

    Quindi tu in realtà stai facendo un complimento ad Apple e nemmeno te ne accorgi :)

  57. Daddah dice:

    Semplicemente chi compra e usa un prodotto Apple paga per qualcosa che funziona bene, in maniera intuitiva e con risultati di buona o ottima qualità (provare per credere, cercate di concatenare diversi documenti PDF con preview o con qualsiasi surrogato Windows e vedrete la differenza). Chi non comprende il vantaggio nell’usare un mac, o non usa altro che browser e calcolatrice o non ha mai provato un mac!

  58. Domiziano Galia dice:

    Scusate, torniamo un momento a bomba sull’argomento. La videochiamata c’è da quanto, 5 anni almeno? E’ stata carina usarla le prime tre volte, poi bona. Qui, oltretutto, serve che anche l’altro abbia un iPhone4 (o forse che basti anche un 3GS col nuovo OS?), ma soprattutto solo sotto wi-fi. Mi sembra un balzo indietro, piuttosto che avanti.

  59. Daniele Minotti dice:

    @Domiziano
    (non che sia un sostenitore della videochiav… ehm… videochiamata, ma) veramente e’ soltanto soto wi-fi?
    In tal caso, che sciocchezza e’?

  60. piovedisabato dice:

    Daniele Minotti
    come è stato spiegato sopra è solo wi-fi per il 2010 perchè se no le linee crollerebbero dato che già at&t non ce la fa a tenere decine di milioni di iPhone per le semplici chiamate (dato il flusso dati che richiedono per la navigazione). Figurati per le videochiamate.

    Come detto la videochiamata è qualcosa in più e siccome Apple ha lanciato uno standard (ed è questa la vera notizia, più che la videochiamata in sè) vuole aspettare
    1) che gli operatori si attrezzino dato che quando una cosa è usabile la gente la usa, e data l’usabilità elevata del dispositivo stai tranquillo che la gente utilizzerebbe, sicuramente di più di quanto non abbia mai fatto, la videochiamata (anche se è una cosa più utile per Skype e sono d’accordo)
    2) che altri accolgano il TimeFace e i vari formati proposti e li implementino nei loro telefoni.

    Ripeto: la vera notizia NON è la videochiamata in sè. La vera notizia è la proposizione da parte di Apple di uno standard aperto e universale.

  61. Macraiser dice:

    Piovedisabato: Che tu non ti preoccupi, e anzi sei felice e cuorcontento, di sapere che ognuno di noi acquista un iPhone (ma anche un iMac,.un iPad, un iPod, un iWatch, eccetera) l’anno, dipende dal fatto che probabilmente non hai figli. Quando ti nasce un figlio cominci a pensare di botto alla spazzatura elettronica, alle discariche piene, a tutta quella realta tecnologico-escrementizia di cui ci circondiamo e che e’ perlopiu’ assolutamente inutile, in modo progressivamente crescente. E piu’ e’ inutile e piu’ ne vogliamo. Apple e’ l’aedo di questa buona novella merceologica: compralo perche’ e’ MAGICO. Apple ci parla come si parla ai bambini (o ai deficienti), perche’ e’ a quello stadio che ci sta riducendo. E infatti, quando compriamo queste puttanate, noi non abbiamo piu’ cervello di quei bambini viziati (loro sono bambini, pero’) che usano il nuovo costoso giocattolo per 20 minuti, dopodiche’ gia’ sono stanchi e chiedono al papa’ distratto che gliene compri un altro. Per fortuna, comunque, la maggioranza della gente non cambia telefono ogni anno, altrimenti uscendo sul pianerottolo inciamperemmo nei cellulari. Guardati attorno, per strada, e vedrai che e’ pieno di telefoni vecchi. Io, per esempio, ho un Nokia di 5 anni fa perfettamente funzionante e col quale faccio tutto quello che mi occorre (anche perche’ ha il multitasking, cosa che il tuo nuovissimo e costosissimo iPhone ancora se la sogna) e anzi manco uso tutte le sue funzioni, figuriamoci. La forma delle cose e’ nella -durata-. Prima o poi lo imparerai anche tu.

  62. piovedisabato dice:

    Macraiser
    forse non mi sono spiegato: ho detto che con iPhone la gente, che compra iPhone, probabilmente lo tiene per più tempo di quanto teneva un qualsiasi altro cellulare. Ho amici che cambiavano un cel dopo pochi mesi, per quanto costasse poco o molto, e con iPhone ora viaggiano sereni da tempo. Tutto questo = meno rifiuti. Mi rendo conto che è una considerazione tirata e direi non così notevole ma
    1) se si porta all’estremo il ragionamento, questo viene fuori.
    2) come al solito si prende di mira Apple, regina di tutti i mali quando è una società come tante che cerca di vendere i suoi prodotti. Anche le altre aziende usano le parole magia etc solo che stranamente
    1) molti, come forse tu, non dicono nulla in quei casi. Apple è al centro di tutte le ossessioni.
    2) in quel caso le parole non attaccano in quanto, alla fine della fiera, la gente compra un prodotto se quello *funziona*. All’inizio il marketing conta ma se poi il prodotto va da schifo, le vendite si piantano e l’azienda cambia la cosa. A quanto pare invece i prodotti Apple vendono sempre più perchè appunto *funzionano* bene.

    Il multitasking che mi è servito, quello per la musica e le telefonate mentre si fa altro. Lo ho anche sul mio iPhone e, onestamente, credo userò quasi nulla il vero multitasking che arriva il 21 giugno.
    Poi il punto come al solito non è cosa fai ma come lo fai e non credo onestamente che tu possa paragonare l’OS del nokia di 5 anni fa a quello di iPhone, e l’usabilità differente che ne consegue. Altrimenti non si spiega come mai Nokia stia perdendo così tanti colpi.
    La forma delle cose è nella durata? esatto! Ho un iPhone 3G e siamo al secondo anno e mi va come il primo giorno e sento che può andare avanti almeno per un altro paio d’anni. Ho un MacBook da più di tre anni e potrà andare avanti benissimo ancora per altrettanti anni. Tendo a farmi durare le cose che compro. Solo che quando le compro voglio mi soddisfino a pieno perchè, se una cosa soddisfa a pieno, dura. Dici che ho imparato?

  63. Macraiser dice:

    a) Non faccio paragoni: dico una cosa -precisa-. L’iPhone non e’ tutt’ora in grado di gestire contemporaneamente piu’ task decisi dall’utente, cosa che il mio vetusto Nokia fa. Punto.
    b) Sei male informato (il che non mi sorprende): il multitasking tu non lo userai perche’ -cosi’ decide Steve Jobs-, non perche’ cosi’ deciti tu. Tu non decidi un bel nulla, tu paghi e basta. Il tuo iPhone 3G non potra’ usufruire di questa nuova feature dell’iOS 4. Non per limiti tecnici (lo fa il mio vetusto Nokia, figuriamoci), ma perche’ l’iPhone e’ un dispositivo (come l’iPad, del resto) a -sovranita’ limitata-. In sostanza tu paghi Steve Jobs perche’ ti sequestri la liberta’ di scegliere cosa fare con un apparecchio che hai regolarmente e profumatamente pagato. L’unico modo per poter godere di quello che sara’ magnanimemente concesso dopo 3 anni agli acquirenti di 3GS e 4G, sara’ jailbreakarlo. Altrimenti cacci fuori il portafogli e ti compri un nuovo iPhone. Vedi bene che la discarica c’entra eccome, con Apple.
    c) La tua logica: “se un prodotto vende tanto, allora e’ di qualita’”, vale anche per OS X e Windows, giusto?

  64. piovedisabato dice:

    a) per me conta moltissimo il come lo fa. Quello intendevo.
    b) lo so che il 3G non potrà usufruire della cosa e mi sta benissimo considerando che su altri cel mi sarei scordato non solo un 4.0 ma anche un 3.0. A me come detto basta e avanza la cosa della musica. Se volessi userei backgrounder da cydia ma come detto non mi serve e quindi poco male. Io non pago steve jobs perchè mi sequestri la libertà. Apple offre determinate cose e lo dice chiaramente cosa offre e cosa no. Se a uno va bene compra, se no va su altro. Nessuno sequestra nulla. Io so solo che ho il 3G e che mi trovo stupendamente anche dopo due anni e che lo terrò ancora per molto. A me basta questo, non mi faccio mille paranoie.
    c) la mia logica non è quella che hai scritto. E non puoi paragonare windows a iPhone in quanto windows è per il 95% delle persone l’unica scelta dato che un sacco di gente nemmeno sa cos’è un mac e dato che 99 computer su 100 hanno montato windows. Stranamente però chi passa a Mac non torna più indietro. Tornando a bomba, e chiarito come il paragone con windows sia per nulla calzante anche per il fatto che sul mercato della telefonia c’è una vastissima scelta, io ho solamente detto che all’inizio può essere anche marketing e quello che vuoi ma se iPhone continua a vendere (e le alternative sono centinaia) e se continua a incrementare le vendita la gran parte della ragione sta nel fatto che funziona bene e quello che fa lo fa con i sacri crismi. Punto. Il resto son chiacchere da nerd imho.

  65. l'exbiondo dice:

    @Macraiser,
    in base a quanto vedo presso case di conoscenti, quando ti nasce un figlio, aumenta di botto il livello di spazzatura elettronica, in quanto genitori e parenti circondano subito il neonato di un numero esagerato di queste puttanate elettroniche che fanno tutte lo stesso rumore fastidioso e che, come anche tu affermi, sono usati per 20 minuti, dopodiche’ vanno a finire nelle stesse discariche assieme a telefonini, pc ecc… eppure non è Jobs l’inventore dell’ “i-sapientino” e simili …

  66. websurfer_ dice:

    Perchè secondo te la videochiamata non serve a niente?

    Ci sono moltissimi usi possibili delle videochiamate, primo tra tutti quello di mettere in contatto (quasi) fisicamente due persone distanti migliaia di km. Può sembrare una stupidaggine ma non è così.
    Vuoi mettere una chat e un contatto visivo che trasmette molto di più (emozioni, espressioni, stati d’animo, etc.)?

    Puoi dire che a te non serve, ma non puoi dire assoluti di questo genere.
    Negli USA sis ta diffondendo la telemedicina soprattuto per anziani: in pratica un computer posto in casa controlla pressione e vari altri valori, nel caso qualcosa non va bene mette automaticamente in comunicazione il paziente con un medico specializzato, pronto a intervenire sul posto appena ce ne sia la necessità. E questo al costo di poche centinaia di euro.

    Dici ancora che non serve a niente?

  67. websurfer_ dice:

    Chi passa a Mac non torna a Win, ma questo sarà valido per poco tempo ancora. Molti dicono “Mac è sicuro, non ci sono virus”, ma ora che i primi trojan stanno comparendo….

    iPhone e iPad sono due dei più tristi esempi di consumismo e internet chiuso, braccato. E’ come se chi si compra un iPhone in realtà si compra una gabbia d’oro, con la finestrella e la poltrona extra lussuosa. Per di più vi comprate una gabbia d’oro che a chi l’ha fabbricata è costata pochissimo rispetto al ricavo (lo sapete che Apple spende 179$ per costruire un iPhone e voi lo pagate 500-600€??).

  68. l'exbiondo dice:

    se le cifre sono esatte – circa 150€ costo produzione per 600€ prezzo vendita al pubblico ( moltiplicatore 4x) – non mi sembra una cosa molto diversa da quanto accade normalmente per qualsiasi altra merce o prodotto, dall’elettronica all’arredamento
    all’ abbigliamento all’alimentare ecc. ecc.

  69. piovedisabato dice:

    websurfer
    i trojan ci son sempre stati. I virus sono spariti con il passaggio a OS X. Sono sistemi differenti. Non esiste l’OS sicuro al 100% ma OS X è molto più sicuro e avanti di windows.

    iPhone a me è stato utile in mille occasioni e prima di iPhone non esisteva nulla di simile. Poi basta con le domande lo sapete che lo sapete che? quella cosa vale per tutto. Però quando c’è Apple di mezzo allora è da condannare. Lo sai che avevo calcolato che i 12ml del pocketcoffee quello tutto liquido che vendono all’autogrill in proporzione costa di più del petrolio? e secondo te sono discorsi? dai su :)

  70. Daddah dice:

    Ok il costo lievita di un fattore 4, niente in confronto alle arance argentine che hai appena comprato.

    Qualcuno può ricordarmi quanto costa un bel sistema operativo Windows che non gira sul tuo computer vecchio e non ti riesce neanche a fare un PDF? Di quanto lievita il prezzo?
    Il mio PowerBook 12″ ha 5 anni e mezzo una nuova batteria e funziona come il primo giorno. È costato 1400 euro, con sconto studenti. Avessi preso un pc non avrei avuto sconto e avrei già dovuto sostituirlo e si pianterebbe continuamente, fin dal primo giorno. Si chiama esperienza, cattiva esperienza

  71. Vulker dice:

    “ma OS X è molto più sicuro e avanti di windows.”
    AHAHAH!

  72. Macraiser dice:

    @ Piovedisabato:
    a) Tu parli di “esperienza”, Io parlo di “funzionalita’”: approcci che stanno agli antipodi, temo. Ma perche’ parli di “esperienza” e non di “specifiche”, come si usa fare con gli apparecchi elettronici o i software, te lo sei mai chiesto? Parli di esperienza perche’ al confronto diretto, perche’ ti viene detto di fare cosi’. E’ Jobs stesso che ti insegna ad adoperare il suo lessico da venditore di fumo: “esperienza”, “magico”, “sensazione”; “rivoluzionario”, “reinvenzione”, “fantastico”, ecc. Tutti termini senza alcun significato oggettivo: e di -oggetti- stiamo parlando, non di altro. Pezzi di plastica. Tutti parametri dove la razionalita’ c’entra un’acca. Paramentri non misurabili e per i quali, quindi, -non si puo’ chiedere conto-. Se hai una cattiva esperienza con un oggetto o con un software, e’ un problema tuo, non del costruttore, chiaro. E infatti l’iPhone ha una ricezione pessima, eppure la gente lo accetta (magari imprecando), perche’ comunque l’iPhone e’ bello e fa figo: val la pena soffrire un po’. Se ce l’hai sei il piu’ “ammirato”; che importa se ti casca la linea o si scarica la batteria mentre io col mio antico Nokia, parlo tranquillamente? Meglio avere un iPhone scarico o senza campo in mano, che conversare con un vecchio rudere di N70, vuoi mettere?
    b) Cioe’ sintetizzando tu dici: iPhone OS (o iOS) e’ “di qualita’” perche’ vende tanto, mentre Windows fa schifo perche’ vende tanto. Logica ferrea e’ dire poco.
    c) Steve Jobs “parla chiaro” e dice onestamente “cosa offre e cosa no”, dici tu. Intendi cosi’? http://blog.libero.it/melamenteassorto/8923189.html

  73. Macraiser dice:

    @ L’exbiondo: Paragonando l’iPhone al Sapientino e i suoi acquirenti ai bambini capricciosi con tanti giocattoli (“puttanate elettroniche” le chiami, per la precisione), mi pare che ti sei esaurientemente risposto da solo. Io non ero arrivato a tanto, devo dire.

  74. Macraiser dice:

    @ Websurfer: Attento agli stereotipi: il Mac monta lo slot per Windows -di serie- dal 2006: si chiama Bootcamp. E basta guardare le percentuali di vendita dei virtualizzatori, senza contare Bootcamp stesso, e le copie pirata dei medesimi, per capire che Windows e’ un fenomeno assolutamente -di massa- anche su Mac. E’ solo che i poveri utenti Mac, emotivamente sballottati dalle varie campagne amanacronistiche tipo “Get a Mac”, si vergognano di farlo sapere, tutto qui. Lo stesso Steve Jobs coccola gli utenti Windows e punisce gli utenti Mac ogni singolo giorno da anni. Essi sono di gran lunga la sua principale fonte di profitto e lui se li tiene ben stretti e cari: http://blog.libero.it/melamenteassorto/8907850.html

  75. Daniele Minotti dice:

    @MacRaiser
    Stai dicedo che un prete mi fa il filo? Scrivi subito a Repubblica!

  76. Macraiser dice:

    @ Daniele: Figurati. Repubblica gli fa certe marchette…

  77. websurfer_ dice:

    @piovedisabato ma che discorsi fai tu. Fai un paragone tra due prodotti completamente diversi. E’ come se io dicessi in tono sensazionalistico “Lo sai che l’oro costa più della plastica?”.
    Va bene possiamo anche dire che Mac è più avanti di Win ma allora devi dire che Linux è più avanti di Mac (essendo aperto, il bacino di sviluppatori che possono rimuovere falle è esponenzialmente maggiore). Secondariamente dispositivi come iPhone c’erano con tutta probabilità anche prima. Pochissimi produttori hanno la capacità di Apple di pubblicizzare, persuadere e quasi animare i suoi prodotti e quindi un dispositivo con le caratteristiche hardware di un iPhone (irrisorie, 10 € per il processore) ma soprattutto il parco applicazioni enorme (ovviamente gli sviluppatori vanno dove sono i clienti) non ti è arrivato.

    Non facciamo i fan boy nè di Apple nè di Win, è roba vecchia.