Il candidato del PDL alle prossime elezioni regionali Nervegna (noto fra i manifesti elettorali della mia città per via dell’incisivo slogan “Nervegna si impegna”) questa sera verso le 20.15 ha telefonato al nostro numero di casa nella forma di un suo messaggio propagandistico registrato. Nell’attesa di capire se tali comunicazioni automatiche siano tuttora illegali come erano fino a qualche tempo fa, spero che il candidato Nervegna insieme al suo marketing stupido risulti l’ultimo dei non eletti alle prossime consultazioni.

14 commenti a “Tele Marketing 2”

  1. Rob dice:

    Eh vabbè ma basta con questa burocrazia! “Illegale”… e allora?

  2. Federico Bolsoman dice:

    Fosse stato candidato nel Lazio c’era un’altra rima bella pronta per lo slogan.

  3. Gangun dice:

    Stasera verso le 8 analoga telefonata da “Moderati per Bresso”, Piemonte

  4. Fresw dice:

    In caleraaaaa!!!

    Ma no lui, te che osi parlare di regole e cavilli davanti alla purezza politica…

  5. ale dice:

    ma si ha il numero di nervegna che lo chiamo io ora? anche a me ha telefonato…

  6. Loris Costa dice:

    A Tele Marketing risponde Tele Suono…

  7. Alessandro Ronchi dice:

    Allora sei tra quei burocrati senza amore e senza cuore che vogliono anteporre la forma alla sostanza!

    PS: hanno chiamato anche i miei (io non ho il fisso). Mio padre l’ha mandato a quel paese, ma non mi aveva detto che fosse registrato. Forse ha avuto il privilegio dell’originale.

  8. annieblu dice:

    Accade anche in Liguria.
    Non so che candidato fosse, quello di oggi, né di che partito: sono anni che almeno due volte alla settimana mi telefonano per propormi olio, vino, depuratori domestici, contratti telefonici, spettacoli di beneficenza, sedute omaggio in centri estetici, corsi di ballo e candidati politici vari (oltre a chiedermi di partecipare a sondaggi di ogni genere), così il mio cervello ha elaborato un meccanismo di difesa che dopo i primi cinque secondi di telefonata innesca automaticamente la risposta «grazie, non mi interessa, buonasera – CLIC».
    Il meccanismo purtroppo mi è partito involontariamente anche una volta che un amico mi voleva fare uno scherzo fingendosi un sondaggista, ma nel complesso funziona bene.

  9. db dice:

    Ecco, a pensar male… non si sbaglia quasi mai
    http://bonacina.wordpress.com/2010/03/01/abusi-pre-elettorali

  10. Robbie the robot dice:

    LOL! Mi hai ricordato che (qualche anno fa, ormai), ricevetti una telefonata “automatica” in cui una voce perentoria e vagamente minacciosa esclamò: “E’ tornata la DEMOCRAZIA CRISTIANA! E’ tornata la democrazia cristiana di GIULIO ANDREOTTI!”
    Ci mancò poco che mi venisse un infarto! ;-)

  11. Pier Luigi Tolardo dice:

    E’ tutto proibito, ma le sanzioni sono solo un costo accessorio mentre se uno si permettesse di mandarli affanculo su un sito web subirebbe vicissitudini legali a non finire. D’altra parte per le affissioni abusive anche più dannose vengono attuate praticamente sempre delle leggine-colpo di spugna approvate dagli stessi che voglione legislazioni ferocemente anti-writers. Senza parlare poi del fatto che tutti e dico tutti i candidati eletti superano i limiti di spesa previsti.

  12. Alex dice:

    Lesa maestà. Ma datti una calmata.

  13. Nervegna dice:

    buonasera

    votate per me

  14. Paolo Marani dice:

    Sei stato un facile profeta… Nervegna adesso non s’impegna più!