La (bellissima) pubblicità di Google andata in onda durante il SuperBowl.

27 commenti a “Donne e Motori”

  1. Carolus dice:

    Le prime due parole che mi vengono in mente sono “commovente” e “improponibile”. Commovente per il messaggio anche se poi sempre di pubblicità si tratta tuttavia fa leva su corde sentimentali che ci toccano da vicino e lo fa con gusto, leggerezza e semplicità. Improponibile in Italia. La pubblicità televisiva italiana è al livello di un pubblico di undicenni (cit.). Non è un caso che i premi internazionali in campo pubblicitario non vadano all’Italia da un bel po’.

  2. sempreunpoadisagio dice:

    @Carolus
    In Italia non hanno ancora capito la differenza tra il commovente, che a mio avviso l’intelligenza può tollerare, e il patetico che l’intelligenza non dovrebbe mai accettare. Almeno in una pubblicità.

  3. Nino dice:

    The times they are a changin’

  4. Lopo dice:

    Mah, io l’ho trovata piuttosto banale.

  5. Joja dice:

    da ‘vecchia’ pubblicitaria, la trovo eccezionale. :)

  6. Loris Costa dice:

    Ah, era la pubblicità di Google?

  7. rob dice:

    seeeeeeeee, non sa chi è truffaut?
    FAIL

  8. Alfredo dice:

    Qui ce ne sono anche altre

    http://www.youtube.com/searchstories

  9. Massimo Moruzzi dice:

    in italia la pubblicità insiste su una cosa sola, indipendentemente da cosa si sta cercando di vendere: la gnocca. E le donne non dicono nulla, è lì il bello…

  10. Antonio dice:

    Bruttissima. Ovvero, “Il nerd cerca moglie”.
    Uno che faccia un uso del web così smodato e convulsivo è l’antitesi perfetta dell’ideale neoclassico che la pubblicità cerca di propinare. Pessima. Di più, americana.

  11. Chospo dice:

    A me piace molto “Newbie”:

    http://www.youtube.com/watch?v=oseXm0_qcL4

  12. valentina dice:

    scusate per l’ot, e scusa moruzzi, ma su pubblicità e gnocca gli uomini invece cosa dicono? te sei contento di vederti trattato come un deficiente arrapato? oooh ebbasta con ‘sta menata delle vittime silenti

  13. Alfredo dice:

    Mi sembra un ottimo modo per ricordare che le mode passano, ma alla fine è Google che ha la tecnologia che tiene più o meno in piedi la baracca

  14. Massimo Moruzzi dice:

    Ciao Valentina, no, io sono molto incazzato, se devo dirti la verità. Ho anche fatto un po’ di can can a favore del video e del sito de ilcorpodelledonne.net, nel mio piccolissimo. Vittime ne siamo sia gli uomini, sia le donne, e silenti pure, se non ce ne lamentiamo…

  15. Daniele Minotti dice:

    Carina, carina… Magari bellissima no (secondo me), ma carica+

  16. piovedisabato dice:

    pubblicità su YouTube già da mesi. peraltro.

  17. Luca dice:

    A me piace moltissimo. Qualcuno sa dirmi che musica è?

  18. SorNicò dice:

    penso sia l’ennesimo tentativo di farci pensare che ci sia una applicazione “vita” in rete o nell’iphone.
    è falso, è disonesto, è triste.

  19. Carolus dice:

    SorNicò in questa pubblicità non ci vedo alcun “tentativo di farci pensare che ci sia un’applicazione “vita” in rete o nell’iPhone” (forse in Android). Il messaggio è molto chiaro: Google è uno strumento di ricerca completo, può aiutare chiunque in qualunque momento della propria vita, reale naturalmente. E’ vero, semplice e divertente.

  20. mfp dice:

    Mi sa che mentre c’era la pubblicita’ Google dormivo. Era tardi. Ero stanco. E i markettari dell’ICT me fanno ‘na pippa.

    Mi dicono che hanno vinto i Saints… io neanche me ne sono accorto… mi guardo le azioni, i brand non li memorizzo proprio. Felice che a vincere sia stata quoque quella squadra dei suonatori jazz neri che facevano tanta invidia a Ansilinger (colui che vieto’ la mariuana) perche’ – a detta del suo segretario su biografia postuma – “mettevano piu’ musica tra una nota e l’altra”.

    Google, cicli Markoviani, popolarita’? Mai esistiti.

  21. piovedisabato dice:

    è statisticamente privato che qualsiasi canzone uno metta in un qualsiasi video, ci sarà sempre qualcuno che ne chiederà il titolo.

    Secondo me si dovrebbe dare un nome alla persona che chiede il titolo delle canzoni nei video. ormai è diventato una di quelle cose della rete impalpabili ma allo stesso tempo onnipresenti. vado a far colazione buona giornata a tutti. anche a te tenutario.

  22. frank_00 dice:

    Significa che google sa’ tutto della nostra misera esistenza? Non mi sembra così positiva..

  23. Elena T. dice:

    Diciamo noi donne, diciamo…la pubblicità, o almeno l’idea è più che originale, anche se il tema non è proprio il migliore

  24. stefano dice:

    Tutto ridicolo in confronto all’esibizione degli Who nell’intervallo. Quella è una colonna sonora della propria vita, non certo Google!

  25. Pinco Pallino dice:

    Dunque per fare buona impressione ad una ragazza francese basta regalarle dei cioccolatini Truffle e poi portarla a vedere un film di Truffaut…
    Va beh, me lo segno…

  26. Andrea dice:

    Roba da matti leggere cose come “Bruttissima. Ovvero, “Il nerd cerca moglie”” o “penso sia l’ennesimo tentativo di farci pensare che ci sia una applicazione “vita” in rete o nell’iphone.”…

    Andiamo, cerchiamo di capire quello che si sta commentando prima di premere invio…

    Il messaggio e’ sempicissimo: Google e’ un utile strumento di ricerca, che ci permette di avere informazioni su cio’ che ci serve, qualsiasi cosa ci serva. Veicolato dalla storia di un uomo raccontata da alcune ricerche che potrebbe aver fatto nella sua vita. Semplice, chiaro, efficace. Chi ci vuole vedere altro, sbaglia.

  27. Anafore, le parole che non ti ho digitato | Apogeonline dice:

    […] questo. Basta guardare uno degli spot televisivi in onda proprio in questo periodo (segnalato sul Manteblog), dove una storia d’amore è raccontata tramite il form di ricerca più popolare del mondo, […]