Leggo l’articolo di Facci su Macchianera. Non entro nel merito della vicenda; ciascuno la valuterà seguendo i propri parametri etici e culturali. Non posso però non essere colpita da una frase di Belpietro in risposta a Facci:

Negli Stati Uniti, se qualcuno si candida a fare il governatore di uno Stato, lo rivoltano come un calzino e raccontano perfino se ha fumato uno spinello quando aveva 18 anni e frequentava l`università, ricostruendo tutto, ma proprio tutto, del suo passato. L`articolo di Libero sulla Bonino dunque non è né un attacco personale né un`offensiva contro la legge 194. E solo informazione: so che è difficile capirlo. Ancor di più so che è difficile praticarla.



Verissimo. Se ne deduce che per il direttore di Libero le torbide vicende personali del signor B. sono finalmente degne di essere narrate. Si tratta di informazione del resto.

[Alessandra]

10 commenti a “Calzini spaiati”

  1. PG dice:

    Nel ’76 la Bonino trafficava con i feti. Nel ’76 Berlusconi fuggiva con la famiglia in Spagna per sottrarsi al rapimento del figlio orchestrato dallo stalliere Mangano per conto della mafia.(http://archiviostorico.corriere.it/1994/marzo/20/Cosa_nostra_anni_voleva_rapire_co_0_94032015535.shtml), che chissà quali conti aveva da regolare.
    Di quello che faceva la Bonino nel 1976 sappiamo tutto. Possiamo dire lo stesso di quello che faceva Berlusconi?

  2. L1 dice:

    premesso che “trafficava con i feti” mi pare una semplificazione niente male, possiamo stare certi che per quanto riguarda il signor b. non sapremo mai nulla. soprattutto da belpietro.

  3. PG dice:

    Ovviamente adattavo il mio linguaggio a quello consono a questo tipo di giornalismo.

  4. ManteVaLà dice:

    Maaaaaaalox

  5. pasquino dice:

    Bene, era ora.

  6. esaù dice:

    Alessandra, ma non vi basta l’ultimo anno antiSilvio dei vostri giornali preferiti per sapere tutto di lui?

  7. Luca dice:

    Che poi comunque sarebbe da discutere anche su questo “in USA ti rivoltano come un calzino”. Vero, ma non ha impedito a Barack Obama di essere eletto presidente degli Stati Uniti pur avendo narrato del suo passato uso di cannabis (e forse cocaina, ora come ora non ricordo, ma so che i repubblicani la storia la tiravano fuori).

  8. L1 dice:

    comunque e’ meraviglioso notare come l’esempio degli USA va bene a senso alterno. vabbe’ che sto a fare, polemizzo con belpietro…. uff.

  9. PG dice:

    Esau, il problema non è che CHI vuole riesca a sapere tutto di Silvio, il problema è che tutti sappiano tutto di Silvio. Giacchè il problema è che buona parte dell’informazione è controllata direttamente o indirettamente da Silvio, a cominciare dalla quasi totalità delle reti televisive. Questo rende politicamente ricattabili tutti gli altri e sostanzialmente rende impossibile,a quelli che non leggono internet o un’ampia rosa di giornali, farsi una idea precisa di chi sia il suddetto.

  10. Pietro dice:

    E no, eh! Bisogna rivoltare come un calzino solo chi non si è mai nascosta, ma anzi si autodenunciava per far scoppiare lo scandalo dell’aborto clandestino, non certo l’anziano porcone.

    Ma poi ‘sta cosa dei calzini, siano turchesi o no, deve essere una fissazione dei giornalisti Minzolini-style. :D